Connect with us

Serie B

Pescara-Bari, tutto pronto per il derby dell’Adriatico

Pubblicato

|

Esultanza del Pescara dopo un gol
Esultanza del Pescara dopo un gol

Esultanza del Pescara dopo un gol

Evoca ricordi di Serie A la sfida tra Pescara e Bari, due delle rappresentanti del centro-sud presenti nel torneo di Serie B Eurobet 2013/2014. Questo pomeriggio le due formazioni scenderanno in campo all’Adriatico per la quinta giornata di campionato: sin qui delfini e galletti hanno raggranellato lo stesso bottino di punti, 5 in 4 partite, frutto di una vittoria, due pareggi e un ko a testa, ma sono distanziate da tre lunghezze, frutto della penalizzazione subita in estate dal Bari.

 NUMERI – Nell’ultimo turno è arrivata la prima sconfitta per il Pescara, ko 2-3 in quel di Varese; di contro il Bari ha trovato il primo sorriso, superando per 1-0 il Modena. Nelle prime due partite interne 4 punti per gli abruzzesi, grazie al 3-0 sulla Juve Stabia e al 2-2 contro il Crotone, mentre fuori casa il Bari ha ottenuto un punto, frutto dello 0-0 di Reggio Calabria e del 2-3 di Siena. Numeri opposti in sede realizzativa: il Pescara è andato in rete 9 volte, con Maniero mattatore a quota 4, mentre sono solo 3 i centri messi a segno dai baresi (Calderoni, Galano e Ceppitelli). Sul fronte gol subiti gli adriatici ne hanno incassati ben 7, a fronte dei 3 baresi, con gli ospiti che hanno tenuto la porta inviolata in 3 occasioni su 4.

GLI EX – Quattro sono i calciatori oggi in forza a Bari e Pescara, già transitati in passato sull’altra sponda calcistica: parliamo del biancorosso Andrea De Falco, a Pescara nella stagione 2006/2007 con 25 presenze, del difensore mancino Andrea Rossi, oggi in biancozzurro ma l’anno scorso a Bari da gennaio a giugno con 16 partite all’attivo, di Ferdinando Sforzini, 8 presenze e 0 reti in A a Bari quattro anni fa, e Riccardo Maniero, in rosa nel 2008/2009 a Bari ma mai impiegato. Nel passato tanti sono stati i calciatori transitati tra Pescara e Bari: da Carmine Gautieri a Filippo Antonelli Agomeri, passando per Federico Giampaolo, nel 1992/1993 a Bari con 20 presenze e 1 gol e oggi allenatore del Pescara Primavera.

PRECEDENTI – Quello di sabato sarà il 37esimo incrocio della storia tra Pescara e Bari, il numero 19 in Abruzzo: l’ultimo match all’Adriatico risale al 31 Marzo 2012, match terminato 1-2 per effetto delle reti di Immobile, Scavone e Bellomo, quest’ultimo autore di un’autentica prodezza dai 50 metri. L’ultima vittoria dei padroni di casa è datata 26 Novembre 2005, con gol di Matteini al 78′, mentre il pareggio più recente è del 6 Gennaio 2005: vantaggio abruzzese con Giampaolo, reti baresi con Carrus e Scaglia, pareggio adriatico con Sbrizzo. La vittoria barese più larga è del 24 maggio 1981, Bari-Pescara 3-0, mentre l’8 marzo 1942 il Pescara ottenne il successo migliore della sua storia contro il Bari per 2-0. All’Adriatico 9 sono state le vittorie abruzzesi, 5 i pareggi e 4 i sorrisi ospiti (25-15 il computo delle reti), mentre complessivamente sono 12 le vittorie baresi, 13 i segni “X” e 11 i successi abruzzesi.

PROBABILI FORMAZIONI

PESCARA (4-3-3): Pelizzoli; Balzano, Schiavi, Capuano, Rossi; Nielsen, Viviani, Ragusa; Cutolo, Maniero, Politano (Mascara). All: Marino.

BARI (4-3-3): Guarna; Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Defendi, Fossati (Romizi), Sciaudone; Galano, Joao Silva (Beltrame), Fedato. All: Alberti-Zavettieri.

Arbitro: Ostinelli di Como

Luca Guerra

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending