Walter Molino
No Comments

Leo Messi unico calciatore con quattro triplette in Champions

Ajax, Bayer Leverkusen, Viktoria Plzen e Arsenal le vittime degli hat-trick dell'argentino

Leo Messi unico calciatore con quattro triplette in Champions
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
 continua ad infrangere record

Leo Messi, continua ad infrangere record

Gli aggettivi per Leo Messi, attaccante 26enne del Barcellona, sembrano ormai essere giunti al termine. Elogiato in ogni maniera, per continuare a raccontare le sue imprese con la maglia blaugrana, ci rimane solo la possibilità di snocciolare i suoi dati e i suoi record che batte in continuazione. In particolare con la tripletta rifilata all’Ajax nella prima partita della Champions League 2013/2014, l’argentino è diventato il primo giocatore di sempre ad aver messo a segno quattro triplette in Champions League superando Inzaghi e Mario Gómez.

COLLEZIONE DI PALLONI – In molti campetti di periferia sparsi in tutto il mondo, a volte si fa fatica ad organizzare le partite, per mancanza di palloni. Se Messi facesse costruire un campo di calcio a casa sua a Pedralbes, quartiere sito nella parte Ovest di Barcellona, questo problema sicuramente non ci sarebbe. Vista l’abitudine di consegnare il pallone della partita all’autore di una tripletta, mister 4 palloni d’oro, ha infatti nella sua abitazione ben 24 pelotas: frutto di 19 triplette nella Liga, 4 in Champions League (di cui una cinquina al Bayer Leverkusen) e una in supercoppa di Spagna. Ormai l’incontro con Carles Naval, impiegato del club, per la consegna del pallone a fine partita comincia ad essere quasi un’abitudine. La prima tripletta arrivò nel 2007, contro un avversario non del tutto morbido: il Real Madrid. 24 Triplette in 6 anni. Considerando il suo contratto in scadenza al 2018, non osiamo immaginare quante altre potrà metterne a segno; del resto data la pregevole fattura di ogni sua rete, preferiamo restare in attesa gustandoci ogni sua perla.

PROSSIMI RECORD – Tanto per citare qualche altro record, Messi è anche il calciatore che ha vinto più volte il titolo di capocannoniere della Champions League, essendosi aggiudicato il titolo di pichichi nelle ultime quattro edizioni. E non è difficile pronosticare che lo vinca anche quest’anno. La caratteristica che più impressiona dell’argentino è la facilità con cui mette il pallone nella porta. Colpi da biliardo, dribbling a ripetizione, avversari mandati al bar, portieri pietrificati: Leo Messi fa tutto questo, ma alla fine la palla tocca sempre la rete. Altro suo fedele assistente di questa stagione sarà Neymar, che a discapito dei pronostici di inizio stagione, si è messo a disposizione della squadra (si veda il cioccolatino servito a Leo nell’ultima di campionato contro il Siviglia). Le altre squadre proprio questo dovevano temere: che il gioiello ex Santos lavorasse per la Pulce. Perché il brasiliano non è solo un grande finalizzatore, ma anche uno straordinario rifinitore. Mescolati tutti questi ingredienti, non c’è da stupirsi se Messi riuscirà a superare Raúl a quota 71. Essendo giunto a 62 goal, gli mancano solo 9 reti per eguagliare l’ex Real Madrid. Ad Maiora semper Leo!

Walter Molino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *