Sebastian Mongelli
No Comments

Europa League, Lazio-Legia Varsavia 1-0: le pagelle dei biancocelesti

Buona la prima per la Lazio in Europa League, battuto di misura il Legia Varsavia grazie alla rete del profeta Hernanes. Ecco le pagelle dei biancocelesti.

Europa League, Lazio-Legia Varsavia 1-0: le pagelle dei biancocelesti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Petkovic

Vladimir Petkovic, tecnico della Lazio

Buona la prima per la Lazio in Europa League, battuto di misura il Legia Varsavia grazie alla rete del profeta Hernanes. Ecco le pagelle dei biancocelesti.

MARCHETTI 6,5 – Il portierone biancoceleste, che nell’ultimo anno è rientrato nel giro della nazionale, deve compiere soltanto un intervento decisivo nel primo tempo su Kosecki trovatosi a tu per tu con l’estremo difensore biancoceleste.

CAVANDA 6,5 – Una buona partita quella del belga che spinge molto sull’out di destra mettendo al centro diversi palloni interessanti. In fase di copertura fa valere le sue doti di centometrista e blocca diverse azioni d’attacco avversarie.

CIANI 6 – L’ex Bordeaux usa il fisico per intimidire gli avversari e scaraventare la palla il più lontano possibile per evitare guai.

CANA 6,5 – Sempre preciso negli interventi il centrale albanese che si rende pericoloso nella seconda frazione di gioco su calcio d’angolo mandando la palla di poco a lato.

KONKO 6 – Non spinge più di tanto per essere pronto a coprire eventuali buchi lasciati dal giovane Keita, ma è anche il Legia a non spingere dalle sue parti.

GONZALES 5,5 – Le gambe del centrocampista uruguagio sembravano pesare il doppio, infatti il tata è stato autore di una prestazione al di sotto delle aspettative.

ONAZI 6 – Dopo la buona prestazione contro il Chievo ci si aspettava un bis da parte del nazionale nigeriano, così non è stato ma tutto sommato ha svolto il compitino e quindi sufficienza meritata per Eddy.

HERNANES 5/7 – Il 5 si riferisce al primo tempo in cui il brasiliano non si è reso mai pericoloso e non ha mai tirato fuori dal cilindro una delle sue giocate importanti. Nel secondo tempo però il profeta ritrova il giusto feeling col campo e comincia a dare lezioni di calcio bailado costringendo gli avversari ad atterrarlo ogni volta che si ritrovava con la palla tra i piedi. Sua la rete che permette alla Lazio di essere in testa al girone. (LULIC S.V.)

EDERSON 6 – Alterna buone giocate ad errori da principiante. La condizione fisica è più che buona, manca solo un po’ di fiducia nei propri mezzi. (LEDESMA S.V.)

sportcafe24-keita-hernanes-esultanzaKEITA 6,5 – Esordio dal primo minuto per il 18enne Keita. Occhi puntati su di lui per tutta la gara per testarne le qualità. Dopo un primo tempo un po’ sottotono, dovuto sicuramente all’emozione, nella ripresa è autore di qualche bella giocata, su tutte quella che porta la Lazio in vantaggio. Fa secco in velocità il diretto avversario e mette al centro di sinistro, il suo piede preferito è il destro, un pallone teso che Hernanes ha dovuto soltanto spingere in rete, per poi essere abbracciato dai compagni di squadra e dalla panchina per la bellissima giocata fatta. (NOVARETTI S.V.)

FLOCCARi 6 – Si carica sulle spalle il peso dell’attacco, cerca di sfruttare al meglio i pochi palloni che riceve senza però essere mai realmente pericoloso.

V.PETKOVIC 6,5 – Una squadra ben messa in campo quella del tecnico serbo. Bravo a credere nelle qualità e nelle capacità del giovane Keita schierandolo fin dal 1′.Ora testa al derby dove verranno schierati chi ieri sera ha riposato per arrivare carico all’appuntamento di domenica pomeriggio.

Sebastiano Mongelli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *