Redazione
No Comments

Avellino, è tornata la “Legge del Partenio”?

Gli irpini, neopromossi in B, hanno ottenuto 7 punti nelle prime quattro partite, dimostrandosi quasi imbattibili tra le mura amiche

Avellino, è tornata la “Legge del Partenio”?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Logo nuovo Serie B: da quest'anno, c'è anche l'Avellino

Il nuovo logo della Serie B 2013/2014: da quest’anno, c’è anche l’Avellino

Nella quarta giornata di Serie B Eurobet si sono affrontate da una parte Lanciano ed Avellino, dall’altra Varese e Pescara. Gli irpini, guidati dal tecnico di Torre del Greco Massimo Rastelli, hanno assaggiato la prima sconfitta nel campionato cadetto, dopo aver vinto le partite contro Novara e Ternana e pareggiato il match contro la squadra neopromossa Latina.

OCCHIO AL VARESE –  Il Varese invece, dopo la partita persa contro il Cesena in avvio di campionato, e quella pareggiata contro il Modena, ha ottenuto una vittoria a Latina e una settimana più tardi altri tre punti pesanti contro il Pescara di Marino.La classifica attuale vede l’Empoli solitario in testa a quota 10 punti, seguito da Lanciano e Trapani a 8. Al terzo posto troviamo quattro squadre, tra le quali spiccano Avellino e Varese, prossime avversarie in campionato. La squadra di Rastelli ha stupito tutti in questo avvio di campionato, presentandosi, alla terza giornata, in testa alla classifica insieme all’ Empoli.

OBIETTIVO SALVEZZA – Il tutto è merito innanzitutto del presidente Walter Taccone, che ha allestito una squadra competitiva per il raggiungimento della salvezza in Serie B. Ottimo l’approccio con la serie cadetta dell’allenatore Massimo Rastelli, il quale, grazie ai suoi ideali di buon gioco, sta gestendo al meglio una squadra formata da giovani promesse.Un punto di forza dell’Avellino é il Partenio Lombardi, stadio nel quale sembra essere tornata in vigore la famosa “Legge del Partenio” degli anni ’80, che  rappresenta il dodicesimo uomo in campo per i “lupi” e potrebbe quindi far risultare meno impegnativi del previsto match che si presentano ostici.

UN’ OTTIMA RETROGUARDIA – Importante il rendimento offerto finora dalla difesa, composta dai “muri” centrali Alessandro Fabbro, Armando Izzo e Fabio Pisacane. Buono anche il centrocampo, dove troviamo l’esterno destro Davide Zappacosta, fresco di convocazione in Nazionale Under 21, una delle rivelazioni di questo primo scorcio di campionato. L’unico punto debole potrebbe risultare l’attacco, poiché in questo avvio, tra tutti, si è distinto positivamente solo Luigi Castaldo, vero trascinatore della squadra.

IL MOMENTO DELLA VERITÀ –   Il prossimo impegno per i “lupi” è, come già detto, il Varese, ma quest’ultima non è l’unica squadra ostica che l’Avellino incontrerà nelle prossime giornate: gli uomini di Rastelli dovranno infatti poi affrontare il Pescara in trasferta e l’Empoli in casa, gare calde nelle quali gli irpini vogliono ottenere più punti possibili.

Leonardo Ziccardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *