Mirko Di Natale
No Comments

Le pagelle di Napoli-Borussia 2-1: Higuain fantastico, Insigne magnifico

Gli azzurri battono i vice campioni d’Europa compiendo una vera e propria impresa davanti ai tifosi in festa. Reus un fantasma, Lewandowski chi l’ha visto?

Le pagelle di Napoli-Borussia 2-1: Higuain fantastico, Insigne magnifico
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gonzalo Higuain, al primo gol in Champions League con la maglia del Napoli

Gonzalo Higuain, al primo gol in Champions League con la maglia del Napoli

NAPOLI

REINA 6½ – Ottimo l’esordio dell’ex Liverpool alla prima al San Paolo in Europa. Sicuro sulla prima occasione dell’incontro capitata sui piedi di Lewandowski, è spiazzato dall’autogol del compagno di squadra Zuniga. Splendido sulla punizione finale calciata da Reus.

MAGGIO 7 – Dopo le non esaltanti prestazioni nella difesa a 4, finalmente questa sera per Maggio è arrivata una buonissima prestazione. Corre più di Reus e ridicolizza il tedesco con un sombrero nel primo tempo, supportando la fase offensiva in qualche circostanza.

BRITOS 6 – Già dopo nemmeno due minuti di gioco, l’ex Bologna ora al Napoli fa tremare i suoi compagni e i tifosi con un pasticcio che poteva portare a qualcosa di peggio. Nel secondo tempo soffre solo nel finale la verve dei gialloneri.

RAUL ALBIOL 6½ – Abituato a calcare il palcoscenico europeo, lo spagnolo si dimostra molto abile in marcatura su Lewandowski, specialmente nel primo tempo quando si oppone con il corpo all’avversario.

ZUNIGA 6 – Nel complesso una buona partita del colombiano, rovinata solo parzialmente da quello sciagurato autogol che poteva riaprire una partita condotta fino in quel momento in maniera perfetta. E’ suo il cross del primo gol con cui Higuain fa impazzire i tifosi.

INLER 6½ – Imposta nel miglior modo possibile la manovra offensiva dei propri compagni, affidandosi a bordate da fuori. Se nella prima frazione il pallone calciato dallo svizzero termina alto, nella seconda parte di gioco è il subentrante portiere Langerack a metterci i guantoni e ad evitare il gol.

BEHRAMI 6 – Solita partita da mastino del centrocampo del Napoli, adempiendo nel migliore dei modi al proprio compito di limitare l’iniziativa offensiva degli avversari. Rimedia un giallo nel primo tempo per un fallo nei confronti del polacco Blaszczkowski.

CALLEJON 6½ – Buona prestazione per lo spagnolo, a secco in questa serata europea dopo i 3 gol messi a segno in tre incontri di campionato. Forse gli avremo dato un altro voto se sarebbe arrivato un attimo prima sul cross dello scatenato Mertens.

INSIGNE 8½ (IL MIGLIORE) – Al debutto in Champions non si poteva chiedere di meglio a Napoli a Lorenzo Insigne. Corre, crea, tira, fa di tutto per trovare il gol. Marcatura che arriva da una splendida punizione disegnata in modo perfetto su cui il portiere ospite non può nulla. Standing ovation meritatissima. MAGNIFICO

DAL 90° MESTO s.v.

Dal 73° MERTENS 7½ – Solo 27 minuti per mostrare le proprie qualità, tempo che ha sfruttato davvero benissimo. Indiavolato, ci prova dapprima con una punizione mirata a sorprendere il portiere, poi il cross su cui Callejon non arriva per un soffio ed infine ancora un traversone su cui ad arrivarci stavolta è Pandev.

HAMSIK 6½ – Da lui ci si aspetta sempre un qualcosa in più, a parte i sempre continui assist forniti a Higuain e compagni. Non protagonista nei due gol, ci prova a girare di tacco ma non riesce a trovar la porta.

HIGUAIN 8 – L’eliminazione in semifinale con il Real forse bruciava più a lui che a Callejon e Raul Albiol suoi ex compagni di squadra. Ci ha provato subito, ma in quella circostanza il rientro di Subotic gli è stato fatale. Qualche minuto dopo ed eccolo li, pronto a raccogliere il cross di Zuniga e girarlo in rete con una torsione fantastica. FANTASTICO

Dal 78° PANDEV 6½ – Entrato a risultato già acquisito, il macedone sa bene che in Europa basta anche poco tempo per mettere a segno un gol. Infatti ci prova sul traversone di Mertens con una bella girata mancina, ma solo Langerack degno sostituto di Weidenfeller può impedirne la marcatura.

ALLENATORE: BENITEZ 7 – Disegna un 4-2-3-1 tatticamente perfetto, imbriglia molto bene il suo collega Klopp. Nulla da eccepire su questo allenatore che ha un livello di esperienza tale da poter fare il professore.

BORUSSIA DORTMUND

WEIDENFELLER 4 – Dura solo un tempo la sua partita, complice la brutta espulsione per evitare il possibile raddoppio del Napoli. E’ co-responsabile della sconfitta dei gialloneri, lasciati in 10 contro questo Napoli.

GROSSKREUTZ 5 – Il ruolo di terzino destro non gli si addice, lui che è un esterno alto.

HUMMELS 5 – Anche il suo match dura un tempo, ma a differenza del compagno di squadra non viene espulso e viene sostituito.

DAL 45° AUBAMEYANG 7½ – 11 contro 11 e sotto di un gol, questo giocatore avrebbe avuto tutte le carte in regola per poter sovvertire il pronostico contro il Napoli. Tanta corsa e una traversa centrata al minuto 70, cosa chiedergli di più?

SUBOTIC 5 – Bravissimo ad anticipare Higuain nel primo tempo, non può evitare i due gol presi dalla propria squadra, cercando di mettere le pezze nei continui attacchi azzurri della seconda ripresa.

SCHMELZER 4½ – Opaca la prova del terzino sinistro grande protagonista della passata stagione. Si perde Higuain sul primo gol e, se trovava un altro arbitro al posto del portoghese Proenca con il cartellino facile, dopo il giallo rimediato al 38° sarebbe andato fuori cinque minuti più tardi.

SAHIN 5½ – Il centrocampista turco gioca una discreta partita e prova a rimettere le cose apposto con un sinistro dalla lunga distanza quando il risultato recitava 0-2 per il Napoli.

BENDER 5 – Prima centrale e poi difensore centrale nel modulo spregiudicato a caccia del pareggio, il tedesco cerca di sostituire nel migliore dei modi Gundogan ma non vi riesce in alcun modo.

BLASZCZYKOWKI 5 – Non brilla nemmeno il polacco Kuba, autore di qualche azione degna di nota ma inutili ai fini del risultato. Sostituito per far spazio al secondo portiere Langerack

DAL 45° PT LANGERACK 6½ – Subentra inaspettatamente al posto del compagno di squadra espulso poco prima. Si presenta disinnescando una facile conclusione centrale di Higuain, e nel secondo tempo leva le castagne dal fuoco in diverse circostanze in cui il Napoli poteva rendersi pericoloso. Incolpevole sul gol di Insigne.

MKHITARYAN 4½ – L’armeno chiamato per sostituire la partenza di Gotze, non è mai pericoloso dalle parti di Reina. Un altro giocatore rispetto a quello ammirato lo scorso anno nella doppia sfida con la Juventus.

REUS 4½ – Dov’era quel biondino che l’anno scorso in Europa seminava il panico tra le difese più forti di tutta Europa? D’accordo che giocare con un uomo in meno contro questo Napoli in stato di grazia era difficile anche per questi giovani terribili, ma sbagliare con il piattone del possibile pareggio non si addice a questo bravo calciatore. Si vede solo con la punizione del minuto 88. BOCCIATO

LEWANDOWSKI 5 – Mentre Aubameyang nel secondo tempo portava i maggiori pericoli, il polacco che faceva quattro gol al Real meno di cinque mesi fa si fa notare solo per una conclusione verso la porta del Napoli disinnescata ottimamente da Reina nel primo tempo. Secondo tempo da “Chi l’ha visto”, lotta ma non combina molto. RIMANDATO

KLOPP 4 – L’aplomb tedesco a cui aveva abituati svanisce dopo il primo gol di Higuain, sintomo di una gara che si sarebbe conclusa con una sconfitta pesante. L’Aubameyang visto questa sera dal primo minuto avrebbe potuto fare più male, ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte.

Mirko Di Natale

Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *