Redazione
No Comments

Le pagelle di Olympiakos-Psg 1-4: Weiss da bere, Cavani super

Allo stadio Karaiskakis, dopo un primo tempo sostanzialmente in equilibrio, la superiorità parigina esce fuori impetuosa nella ripresa, portando addirittura gli ospiti a siglare il poker su un Olympiacos non esattamente irresistibile.

Le pagelle di Olympiakos-Psg 1-4: Weiss da bere, Cavani super
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 

Edinson Cavani, tra i marcatori contro l'Olympiacos

Edinson Cavani, tra i marcatori contro l’Olympiacos

Olympiacos

Roberto 7: nonostante i 4 gol subiti, mostra un’ottima reattività sulle conclusioni degli ospiti, dando così sicurezza ad un reparto traballante. Incolpevole sui 4 gol del PSG, para anche il rigore e la ribattuta di Ibrahimovic.

Samaris 4: si perde Thiago Motta sul 2-1 e sul 3-1, atterra Ibra in area causando il rigore, disastroso.

Maniatis 5: prestazione insufficiente.

Bong 5,5: il meno peggio della retroguardia greca, almeno ci prova.

Manolas 5: come i compagni di reparto si adatta ad una gara disastrosa.

Medjani 5: non esattamente uno spettacolo per gli occhi la sua partita.

Machado 5,5: cerca di guidare il centrocampo greco senza però riuscirci

Fuster 6: sfortunato nel primo tempo con una traversa e un palo, nel secondo tempo desaparecido (dal 79’ s.t. Saviola s.v.).

Mitroglu 5: gara incolore sotto la sufficienza.

Dominguez 4,5: era in campo? (dal 60’ s.t. Campbell 6, si impegna e lotta, sarebbe stato meglio schierarlo dall’inizio tra i titolati dell’Olympiacos).

Weiss 7: agguanta il pareggio con un gol capolavoro e fa capire che il salto dl Pescara all’Olympiacos non pesa affatto. Da l’impressione di essere l’unico a provarci veramente davanti (dal 83’ s.t. Yatabare s.v.)

 

Paris Saint-Germain

Sirigu 5,5: spettatore aggiunto, eccezion fatta per ill’1-1, dove prende gol sul suo palo e per un cross innocuo nel secondo tempo che blocca maldestramente in tre tempi quasi regalando un assist ai padroni di casa.

Marquinos 6: si scambia continuamente di posizione con il compagno di reparto Thiago Silva e si concede il gol del definitivo 4-1. Male però sul gol di Weiss dove si lascia saltare con un tunnel.

Thiago Silva 6,5: vero leader difensivo, i suoi interventi annullano gli sporadici attacchi dei greci.

Maxwell 6: gioca molto alto e regala il cioccolatino dell’1-0 a Cavani.

Van Der Wiel 6,5: corre, dribbla, crossa. La fascia destra è il suo terreno di caccia.

Thiago Motta 8: meglio quando agisce davanti alla difesa che quando si trova sulla trequarti a impostare. La sua prestazione si arricchisce con i gol del vantaggio e della sicurezza, entrambi di testa su calcio d’angolo; grande senso tattico dell’italo brasiliano.

Verratti 6,5: la classe di questo ragazzo non si discute. Eccede un po’ nella foga sugli interventi (dal 79’ s.t. Rabiot s.v.).

Matuidi 6: quantità più che qualità, fa il lavoro sporco del centrocampo parigino.

Lavezzi 7: si muove in continuazione per nn dare punti di riferimento, veramente inesauribile sia tecnicamente che atleticamente.

Ibrahimovic 5: sbaglia un rigore a risultato acquisito e in generale si mostra sottotono rispetto al solito Ibra. La convivenza con Cavani lo deprime?

Cavani 7: Gol e classe per il matador che si prende gli applausi dei sostenitori transalpini all’88 quando viene sostituito da Menez (s.v.).

Carlo Andrea Mercuri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *