Connect with us

Champions League

Le pagelle di Olympiakos-Psg 1-4: Weiss da bere, Cavani super

Pubblicato

|

Zlatan Ibrahimovic: ancora a secco di gol quest'anno

 

Edinson Cavani, tra i marcatori contro l'Olympiacos

Edinson Cavani, tra i marcatori contro l’Olympiacos

Olympiacos

Roberto 7: nonostante i 4 gol subiti, mostra un’ottima reattività sulle conclusioni degli ospiti, dando così sicurezza ad un reparto traballante. Incolpevole sui 4 gol del PSG, para anche il rigore e la ribattuta di Ibrahimovic.

Samaris 4: si perde Thiago Motta sul 2-1 e sul 3-1, atterra Ibra in area causando il rigore, disastroso.

Maniatis 5: prestazione insufficiente.

Bong 5,5: il meno peggio della retroguardia greca, almeno ci prova.

Manolas 5: come i compagni di reparto si adatta ad una gara disastrosa.

Medjani 5: non esattamente uno spettacolo per gli occhi la sua partita.

Machado 5,5: cerca di guidare il centrocampo greco senza però riuscirci

Fuster 6: sfortunato nel primo tempo con una traversa e un palo, nel secondo tempo desaparecido (dal 79’ s.t. Saviola s.v.).

Mitroglu 5: gara incolore sotto la sufficienza.

Dominguez 4,5: era in campo? (dal 60’ s.t. Campbell 6, si impegna e lotta, sarebbe stato meglio schierarlo dall’inizio tra i titolati dell’Olympiacos).

Weiss 7: agguanta il pareggio con un gol capolavoro e fa capire che il salto dl Pescara all’Olympiacos non pesa affatto. Da l’impressione di essere l’unico a provarci veramente davanti (dal 83’ s.t. Yatabare s.v.)

 

Paris Saint-Germain

Sirigu 5,5: spettatore aggiunto, eccezion fatta per ill’1-1, dove prende gol sul suo palo e per un cross innocuo nel secondo tempo che blocca maldestramente in tre tempi quasi regalando un assist ai padroni di casa.

Marquinos 6: si scambia continuamente di posizione con il compagno di reparto Thiago Silva e si concede il gol del definitivo 4-1. Male però sul gol di Weiss dove si lascia saltare con un tunnel.

Thiago Silva 6,5: vero leader difensivo, i suoi interventi annullano gli sporadici attacchi dei greci.

Maxwell 6: gioca molto alto e regala il cioccolatino dell’1-0 a Cavani.

Van Der Wiel 6,5: corre, dribbla, crossa. La fascia destra è il suo terreno di caccia.

Thiago Motta 8: meglio quando agisce davanti alla difesa che quando si trova sulla trequarti a impostare. La sua prestazione si arricchisce con i gol del vantaggio e della sicurezza, entrambi di testa su calcio d’angolo; grande senso tattico dell’italo brasiliano.

Verratti 6,5: la classe di questo ragazzo non si discute. Eccede un po’ nella foga sugli interventi (dal 79’ s.t. Rabiot s.v.).

Matuidi 6: quantità più che qualità, fa il lavoro sporco del centrocampo parigino.

Lavezzi 7: si muove in continuazione per nn dare punti di riferimento, veramente inesauribile sia tecnicamente che atleticamente.

Ibrahimovic 5: sbaglia un rigore a risultato acquisito e in generale si mostra sottotono rispetto al solito Ibra. La convivenza con Cavani lo deprime?

Cavani 7: Gol e classe per il matador che si prende gli applausi dei sostenitori transalpini all’88 quando viene sostituito da Menez (s.v.).

Carlo Andrea Mercuri

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending