Redazione
No Comments

Champions League Juventus, Conte cambia: ecco Quagliarella ed Ogbonna

Trasferta a Copenaghen per l'esordio in Champions, bisogna vincere e il tecnico della Juve pensa a qualche cambio per dare riposo agli acciaccati e a chi ha bisogno di respirare dopo il turno di campionato e il doppio impegno con le nazionali.

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
antonio conte, allenatore della Juventus

antonio conte, allenatore della Juventus

Ritornano le notti magiche della Champions League per Conte e i suoi ragazzi, una competizione di cui società e tifosi si aspettano di ottenere grandi risultati dopo le due affermazioni in Italia consecutive. Dopo il pareggio sofferto di Milano la compagine bianconera affronta il primo impegno europeo contro il non irresistibile Copenaghen, in terra danese, dove però già l’anno scorso la Juventus incontrò tantissime difficoltà gettando al vento due punti che potevano segnare negativamente il passaggio agli ottavi. Quindi grande attenzione e lo dimostra anche la vicinanza della società alla squadra, presenti Marotta e Paratici agli allenamenti.

CAMBI IN VISTA – La Juventus che è andata in scena sabato nell’anticipo con l’Inter non è stata la solita Juventus arrembante che abbiamo ammirato ad esempio nel doppio successo con la Lazio in Supercoppa e in campionato, destando qualche preoccupazione per la tenuta fisica di alcuni giocatori importanti. Barzagli è afflitto da una tendinite che ne sta segnando il suo inizio di stagione e al suo posto giocherà il nuovo acquisto ex granata Angelo Ogbonna, voluto fortemente da Conte e pagato 15 milioni di euro, domani sera completerà il terzetto difensivo con Chiellini e Bonucci. A centrocampo dovrebbero giocare gli stessi interpreti di San Siro, vista l’assenza di Marchisio, ci potrebbe essere magari un cambio in corsa per far rifiatare lo stanco Pirlo, dando le chiavi del centrocampo a Pogba e spostando Asamoah interno di centrocampo e a sinistra potrebbero entrare uno tra Padoin, De ceglie o Peluso, anche se è molto probabile che uno tra gli ultimi due vada in tribuna. In avanti scalpita Quagliarella, giocherà certamente l’attaccante napoletano al posto del sofferente Mirko Vucinic, che sabato a giocato ma è apparso molto in difficoltà dopo la brutta botta presa in nazionale. Molto probabile, ma a partita in corso, ci dovrebbe essere spazio per uno tra Giovinco e Llorente, entrambi inutilizzati in questo inizio stagione ma potrebbero dare il cambio a Carlitos Tevez che sabato a speso molto contro la tenace e fisica difesa dell’Inter.

Che sia dall’inizio o a partita in corso, Conte lancia la sua Juve per le prossime sei partite in cui si giocherà ogni 3 giorni, Champions e campionato la Juventus non vuole mollare nulla e per questo il tecnico salentino tiene in allerta l’intera rosa.Le alternative non mancano, tolti gli infortunati Marchisio e Caceres che torneranno disponibili a metà Ottobre, i giocatori come Ogbonna, Padoin, Isla, De Ceglie, Peluso, Giovinco, Llorente, Quagliarella in queste 6 partite dovranno dimostrare di essere da Juventus e convincere Conte che al mercato di gennaio non servano ritocchi importanti alla rosa.

Gaetano Raele

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *