Redazione
No Comments

Inter-Juventus: voti e pagelle dei bianconeri

Gli uomini di Conte dimostrano la solita forza fisica e mentale. Qualcosa da rivedere nei movimenti d'attacco

Inter-Juventus: voti e pagelle dei bianconeri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte

Antonio Conte

Il derby d’Italia si è concluso in pareggio: la partita, spettacolare ed emozionante, ha consacrato la Juventus come big da battere e ha inserito l’Inter come squadra potenzialmente da vertice. Buona la prova dei bianconeri che nonostante lo svantaggio iniziale hanno saputo rimediare immediatamente.

Le pagelle della squadra bianconera

JUVENTUS:

Buffon 7: Viene superato da Icardi, ma per il resto la prestazione è ottima. Decisivo in alcuni interventi nel primo tempo, specie su Nagatomo e Taider.

Barzagli 7: Leader anche se acciaccato. Migliore del reparto con alcune diagonali decisive.

Bonucci 5,5: Sua la colpa sul gol del vantaggio interista. Si deve spesso sostituire a Pirlo nell’impostazione, senza però avere la stessa efficacia.

Chiellini 5,5: Colpevole anche lui di poca attenzione nell’affondo di Icardi, non al livello di Barzagli, unico a salvarsi tra i difensori bianconeri.

Lichtsteiner 5: Sempre nervoso quando vede i colori nerazzurri. Come nella gara di andata della passata stagione, prestazione negativa in difesa e troppa cattiveria agonistica in fase di interdizione. Come l’anno scorso graziato dall’arbitro che evita di espellerlo. Conte lo sostituisce con Isla a fine primo tempo. (dal 46’ Isla 5,5: Spinge molto e parte bene ma poi si divora un’occasione colossale per portare avanti i suoi. Il poco utilizzo da parte di Conte lo rende poco lucido quando chiamato in causa. )

Vidal 8: Migliore in campo di tutti e 22. È di una classe superiore, unisce intensità e qualità. Ogni volta che tocca la palla sono dolori per la retroguardia nerazzurra. Onesto nell’ammettere il tocco di mano in area di rigore interista (azione che avrebbe potuto portare al rigore per i bianconeri) e autore del gol che mette in parità il match. Fondamentale.

Pirlo 6: Qualche giocata spettacolare a inizio partita (mette in porta prima Vidal e poi Pogba, che sbagliano entrambi davanti ad Handanovic), si spegne con il passare del tempo. (dall’87’ Padoin sv: Entra a gara praticamente conclusa, con le due formazioni che pensano più a non prenderle che ad attaccare.)

Pogba 5,5: Sbaglia una palla gol clamorosa ed è meno convincente in fase di possesso. Poco male per il talento classe ’93, a quell’età ci può stare una prestazione un po’ sottotono.

Asamoah 7: Spinge tanto e bene, costringendo Jonathan a difendersi. La ciliegina sulla torta è l’assist ad Arturo Vidal per il gol del pareggio, dopo una galoppata sulla fascia da vero esterno (lui nasce come interno di centrocampo)

Tevez 7: Intenso, arcigno e veloce. Corre tanto e si sacrifica, risultando il migliore del reparto avanzato. Si è già inserito bene negli schemi di Conte anche se sottoporta non riesce a pungere più di tanto.

Vucinic 5: Poco convinto e non decisivo, forse rallentato dagli acciacchi avuti nel corso della settimana. (dal 72’ Quagliarella 6: Entra forse troppo tardi, una chance dall’inizio probabilmente la meritava. Si dimostra comunque in palla quando tocca a lui sostenere il reparto avanzato.)

Conte 5,5: I suoi sembrano avere meno cattiveria del solito. La classe e le idee ci sono, come al solito, manca però un po’ di concretezza sotto porta. La scelta di puntare su un Vucinic acciaccato non è delle migliori, ma con il senno di poi son tutti bravi a fare gli allenatori.

 

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *