Antonio Casu
No Comments

Fiorentina-Cagliari 1-1, analisi e pagelle

Viola poco incisivi negli ultimi metri, sardi ordinati ma disattenti in difesa

Fiorentina-Cagliari 1-1, analisi e pagelle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Vincenzo Montella tecnico della Fiorentina

Vincenzo Montella tecnico della Fiorentina

Finisce 1 a 1 l’anticipo del Franchi delle 12,30 tra Fiorentina e Cagliari. Il match non passerà agli archivi per le emozioni procurate, vista la scarsa incisività delle due squadre negli ultimi metri, che ha prodotto pochi tiri in porta e tanto possesso sterile, soprattutto da parte viola.

SFIDA DECISA A CENTROCAMPO – Le cose più interessanti si sono viste in mezzo al campo, dove le due mediane hanno dato buona intensità alla manovra, male accompagnata però dalla cattiva vena delle punte. Nel primo tempo sostanziale equilibrio, con il Cagliari schiacciato a più riprese sulla propria trequarti dallo schieramento spregiudicato dell’avversario, ma abile nelle ripartenze in contropiede. Nella seconda frazione calo fisico dei sardi, che ha permesso alla Fiorentina di prendere campo e trovare la via della rete, seppur fortunosa, con Borja Valero al 71′.

INCAPACITÀ DI CHIUDERE LA PARTITA – Dopo esser passati in vantaggio, i gigliati hanno mantenuto per venti minuti il pallino del gioco, ma non hanno creato occasioni di rilievo, immobilizzata dall’egoismo di Rossi e il suo scarso feeling con Iakovenko, troppo isolato davanti. Gli ospiti non hanno saputo organizzare una reazione, ma hanno trovato con grande cinismo il pari a due minuti dalla fine grazie all’invenzione di Ibarbo e la zuccata vincente di Pinilla, l’unica vera palla gol costruita dai rossoblu dopo essere andati sotto. Il nervosismo degli ultimi minuti, culminato con l’espulsione di Pizarro, ha chiuso come peggio poteva una brutta partita.

COSA È MANCATO – I padroni di casa hanno risentito dell’assenza di Cuadrado, uscito dopo pochi minuti e sostituito malissimo dall’esordiente Joaquìn, palesando inoltre l’assenza di una valida alternativa a Gomez, rimpiazzato dopo l’infortunio da Iakovenko, apparso ancora acerbo per il calcio italiano. Da rivedere la difesa del Cagliari, che ha mostrato ancora, nonostante il ritorno di Astori, le amnesie già viste contro il Milan. Sul gol della Fiorentina il posizionamento errato dei due centrali è inspiegabile, e la deviazione casuale che ha fornito l’assist a Valero fornisce solo un piccolo alibi.

LE PAGELLE

FIORENTINA – Neto 6; Roncaglia 6, Gonzalo Rodriguez 5,5, Tomovic 6; Cuadrado 6 (dal 29′ Joaquìn 4, dal 70′ Pizarro 4), Aquilani 6, Ambrosini 6,5, Borja Valero 6,5, Pasqual 6,5; Rossi 5,5, Gomez 6 (dal 51′ Iakovenko 5). All.Montella 6

CAGLIARI – Agazzi 5,5; Perico 5,5, Rossettini 5,5, Astori 6, Murru 6; Conti 6, Dessena 5,5 (dal 74′ Cabrera 6), Nainggolan 7; Cossu 6 (dal 65′ Pinilla 6,5), Sau 5,5 (dal 91′ Ekdal s.v), Ibarbo 6. All.Lopez 6,5

Antonio Casu

twitter:@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *