Jacopo D'Antuono
No Comments

Attesa per il Derby della Lanterna, la grande contesa tra Genoa e Samp

Genova si ferma, questa sera c'è il derby Sampdoria-Genoa. La partita più importante dell'anno.per gli appassionati di calcio del capoluogo ligure

Attesa per il Derby della Lanterna, la grande contesa tra Genoa e Samp
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
La Lanterna di Genova, il monumento che ha "prestato" il suo nome al Derby

La Lanterna di Genova, il monumento che ha “prestato” il suo nome al Derby

La città si ferma in un colpo solo, in una sera, nella notte del derby tra Sampdoria-Genoa. Il derby della lanterna è una delle sfide più sentite al mondo (anche secondo il sito specializzato footballderbies.com) ed è vissuta dalle due tifoserie con una passione straordinaria: “A Genova conta solo il derby” disse Thiago Motta, ex centrocampista del Genoa. Lo spettacolo scenografico di colori e cori messi in atto dalle due gradinate, la Nord rossoblù e la Sud blucerchiata regala un’atmosfera unica, di tensione adrenalinica, emozioni, gioie, paure e speranze: non si può nascondere agli occhi. La stracittadina di questa sera verrà giocata in casa dalla Sampdoria, che potrà contare su un pubblico più numeroso, avendo a disposizione oltre alla gradinata, il settore Distinti e Tribuna: Marassi sarà gremito, previsti circa 35mila spettatori, quasi 24mila i tifosi doriani, mentre oltre 11mila i tifosi rossoblù. L’ultimo derby giocato in casa della Sampdoria è finito 3-0 in favore dei blucerchiati, l’ultimo in casa del Genoa è terminato con un pareggio per 1-1.

LE FORMAZIONI – Questo, sarà il derby più anticipato della storia, come data in calendario. Liverani ha incassato la fiducia del presidente Preziosi, e cercherà di ripagare un inizio disastroso nella partita più importante dell’anno. I tifosi vogliono solo i tre punti, e un’altra sconfitta potrebbe far traballare la panchina del giovane mister genoano. In casa Genoa, ancora da sciogliere gli ultimi dubbi relativi alla formazione. Probabilmente Perin verrà confermato titolare nonostante la voglia matta di Bizzarri di scendere in campo. Fuori Sampirisi e Marchese. Difesa a tre con Manfredini, Portanova, Gamberini. Antonini a sinistra a centrocampo. Kucka, Lodi, Matuzalem centrali, esterno a destra Vrslajko; in attacco Stoian e Gilardino. La Sampdoria di Delio Rossi invece risponderà con un 3-5-2. Da Costa in porta, Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Kristicic, Soriano, Regini; Eder e Gabbiadini in attacco.

UNA SFIDA ANCHE DI NUMERI – Negli ultimi derby giocati dal ritorno in A del grifone, ci sono state 5 vittore per il Genoa, 3 per la Sampdoria e 2 pareggi. Nel computo totale, tuttavia, è netta la prevalenza di vittorie a tinte blucerchiate, ad eccezion fatta, appunto, nell’era Preziosi in cui i cugini Genoani hanno ripreso la leadership. Le partite sentite come il Derby della Lanterna sono anche una grossa fonte di curiosità: ad esempio, l’unico giocatore a segnare una tripletta in un derby di Genova è stato l’argentino Diego Milito per il Genoa nella stagione nel 2008/09 mentre sono stati ben quattro gli allenatori che si sono seduti su entrambe le panchine: Lerici. Tabarelli, Rossi e Delneri. Inoltre, i tifosi del Genoa, in Liguria, sono stati quantificati in numero lievemente maggiore rispetto ai tifosi della Sampdoria. D’altra parte, la Samp gode di un maggior numero di  ‘simpatizzanti’ grazie alla conquistata dello scudetto firmato da Vialli e Mancini negli anni 90. E questa sera, la sfida si arricchirà di un nuovo capitolo: la straordinaria contesa cittadina continua.

Jacopo D’Antuono
@jacopodantuono

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *