Andrea Bonfantini
No Comments

Eurobasket 2013, la Croazia ci batte. Italia a rischio: rivivi il match

L'Italia perde anche contro la Croazia. Adesso gli azzurri sono appesi ad filo

Eurobasket 2013, la Croazia ci batte. Italia a rischio: rivivi il match
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Italbasket perde ancora. Dopo la sconfitta maturata contro i padroni di casa della Slovenia, gli azzurri vengono sconfitti anche dalla Croazia. Ora Belinelli&Co sono appesi ad un filo per la qualificazione.

RIVIVI IL MATCH ITALIA-CROAZIA

Dopo la sconfitta maturata contro i padroni di casa della Slovenia, i ragazzi di coach Pianigiani cercano un pronto riscatto contro i temibili croati, forti del primato nel gruppo insieme ad Italia e Slovenia, ad una sola vittoria dalla matematica qualificazione. La chiave di questa partita sarà indubbiamente l’intensità difensiva che la nostra nazionale riuscirà a mettere in campo, a tratti venuta meno della partita di giovedì: la lotta a rimbalzo, l’attenzione in marcatura e una gestione dei falli più controllata saranno i punti di snodo di questa partita e dell’Europeo dell’Italia, ad una sola vittoria dalla qualificazione ai quarti di finale.

Marco Belinelli, uomo chiave dell'Italia

Marco Belinelli, uomo chiave dell’Italia

OCCHIO A QUEI DUE – Da tenere particolarmente d’occhio saranno la shooting guard del Fenerbache Bojan Bogdanovic, miglior marcatore croato con una media di quasi 17 punti a partita, e Ante Tomic, centro di 2 metri e 17 in forza al Barcellona che nella prima fase ha impressionato per forza fisica e dominio a rimbalzo. Il gioco croato non è di certo spumeggiante ma il talento dei singoli non è da sottovalutare senza escludere una partita ruvida e sul filo dei nervi: l’Italia ha forse perso la scorsa partita contro la Slovenia proprio dal punto di vista caratteriale e contro la Croazia servirà una dimostrazione di forza prima morale e poi tecnica.

SPERANZA BELI – E’ inutile nasconderlo, Marco Belinelli è il nostro faro e quando si spegne lui difficilmente riusciamo a sopperire alla sua luna storta. Contro gli sloveni la sua assenza mentale nella partita si è sentita e ha condizionato tutta la squadra, lasciando ai soli Gentile e Datome l’arduo compito di tenere in piedi la nostra nazionale. Ci auguriamo vivamente che questo giorno di riposo abbia giovato alla guardia di San Giovanni Persiceto e che possa tornare ad essere il leader che è stato nella prima fase di Eurobasket.

ITALIA – CROAZIA ORE 14.30 DIRETTA STREAMING TESTUALE QUI A SEGUIRE

STARTING FIVE CROAZIA: Tomic, Bogdanovic, Ukic, Simon, Markota  all. Repesa

STARTING FIVE ITALIA: Cinciarini, Datome, Cusin, Belinelli, Aradori     all. Pianigiani

SI COMINCIA – Tutto pronto a Lubiana per Croazia – Italia, siamo agli inni nazionali FORZA ITALIA! Confermati i quintetti iniziali, 3 minuti alla palla a due!

4′ –  Italia – Croazia 7-6  – Polveri bagnate in questi primi 4 minuti di partita. Per l’Italia bene Aradori e il solito Datome a segno dalla lunga distanza.

6′ –  Italia – Croazia 11-6 – Massimo vantaggio Italia dopo il palleggio arresto e tiro di Cinciarini

8′ –  Italia – Croazia 14 – 8 – Grande intensità e decisione per gli azzurri che stanno difendendo alla grande contro i lunghi croati. Croazia in bonus.

Fine primo quarto –  Italia – Croazia 17-8 – Ottima partenza per l’Italia, molto concentrata in difesa e determinata in attacco. La Croazia fa fatica ad entrare nei giochi e si sta affidando troppo spesso ad iniziative personali sfiorando il 23% al tiro. Bene Datome già a quota due triple realizzate e Pietro Aradori aggressivo nella metacampo croata.

13′ –  Italia – Croazia 22-11 – Gli azzurri ci sono e anche la panchina è entrata in partita in maniera decisa. La difesa italiana non concede nulla e l’attaco gira a mille. Tripla di Diener e piazzato di Cusin. Massimo vantaggio italia a +11

16′ –  Italia – Croazia 28 -20 – Ritmi forsennati ora a Lubiana. Bella penetrazione di Belinelli che segna col fallo, ancora Diener a segno dalla media. La Croazia risponde con due contropiedi e 5 punti in filo di Bogdanovic

17′ – Italia – Croazia 30-22 – Momento chiave della partita, arriva il terzo fallo di Ante Tomic che sbraccia in attacco su Melli. Lo stesso giocatore dell’Olimpia conclude con una schiacciata un ottimo pick n roll.

Fine secondo quarto – Italia – Croazia – Si riporta sotto la Croazia nel finale di quarto sfruttando il suo playmaker americano Draper ispirato dalla lunga distanza. Gli azzurri un po’ in affanno in attacco con qualche scelta offensiva forzata da Aradori e Gentile, il solito Datome toglie le castagne dal fuoco con un canestro incredibile a 20″ dalla sirena. Nel complesso un ottimo primo tempo per i nostri ragazzi guidati da Pianigiani che hanno condotto i primi due quarti con carattere e tanto cuore. All’intervallo il tabellino recita 10 punti per Datome e 9 per Belinelli, per i croati 7 di Bogdanovic

22′- Italia – Croazia 38-38 – Si ricomincia a Lubiana. Subito una stoppata per Cusin e canestro in penetrazione di Cinciarini. Risponde la Croazia con Simon e una tripla di Bogdanovic. Parità!

23′ –  Italia – Croazia 43 – 41 – Il primo vantaggio croato targato Simon viene subito archiviato da una tripla dall’angolo di Cinciarini. La partita si sta infiammando sul filo della parità.

26′ –  Italia – Croazia 43 – 49 –  Parziale importante da parte della Croazia che con due triple in fila di Bogdanovic e Simon si portano a +6 sugli azzurri che non trovano la via del canestro come nella prima frazione. Momento difficile bisogna resistere.

27′ – Italia – Croazia 45 – 53 – Fallo tecnico fischiato a Repesa per proteste che ci reagala un po’ di ossigeno ma la difficoltà al tiro non stenta a passare per gli azzurri. Croazia a +8 e time out Italia.

Fine terzo quarto – Italia – Croazia 45 -57 – Terzo quarto da dimenticare per Pianigiani e i suoi, un misero 2 su 14 al tiro ci affonda a meno 12 dalla Croazia. Tiri forzati e mancanze difensive hanno permesso ai nostri avversari di ricucire il distacco e di scappare via a suon di tiri da tre e stoppate in difesa. Al via l’ultimo quarto che deve segnare un cambiamento dal punto di vista dell’atteggiamento

34′ –  Italia – Croazia 51-64 – Si sblocca finalmente Aradori dalla media distanza ma la Croazia sempre incapace di sbagliare e ci punisce ancora una volta dalla lunga distanza con Draper. Il cuore di Cusin è sempre enorme ma oggi non entrano nemmeno i liberi, fondamentali per rientrare a cronometro fermo.

35′  –  Italia – Croazia 56-64  – Buona difesa dell’Italia e bomba di Datome! Siamo tornati a meno 8.

36′ – Italia – Croazia 66 – 70 – Datome penetra forte e subisce fallo, gioco da tre punti subito vanificato dall’ennesima tripla di bogdanovic. Monumentale Datome che segna da tre. Aradori fa 2 su 2 in lunetta e ci riporta a meno 4!!

39′ – Italia – Croazia 66 -74– Fallo in attacco di Cusin che spezza le velleità di parziale degli azzurri. Rimbalzo offensivo di Tomic a 28 secondi dal termine che ci confanna ormai alla sconfitta finale.

FINALE ITALIA – CRAOZIA 68 -76 – Cade anche oggi l’Italia sotte le triple e i rimbalzi dei croati, schiacciata nel terzo quarto dalla pressione. Ora bisognerà guardare alle altre partite del girone per sperare di passare ai quarti, magari provando il miracolo di battere la super favorita Spagna.

Andrea Bonfantini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *