Vincenzo Galdieri

Mazzarri fa l’impresa, la Coppa Italia va al Napoli: 2-0 all’invincibile Juve

Mazzarri fa l’impresa, la Coppa Italia va al Napoli: 2-0 all’invincibile Juve
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Edinson Cavani

ROMA, 20 MAGGIO – Nella notte dell’Olimpico trionfa il Napoli, che infligge alla Juventus la prima sconfitta stagionale e si gode una serata storica. Partita divertente per tutti i 90 minuti, decisa dai gol di Cavani ed Hamsik. I partenopei vincono e convincono, per la Juve nessun alibi: la vittoria dello Scudetto ed i conseguenti festeggiamenti sembrano aver inciso parzialmente sulla prestazione odierna, ma bisogna dare i  giusti meriti alla squadra di Mazzarri, autrice di una grandissima impresa.

NAPOLI SUBITO AGGRESSIVO – Parte subito benissimo il Napoli, che impone il proprio ritmo alla gara con facilità quasi surreale. Dopo nemmeno 5 minuti i partenopei vanno già vicini al gol: sfonda Campagnaro sulla destra e mette in mezzo un pallone interessantissimo per l’accorrente Zuniga. Il colombiano impatta bene il pallone di testa, Storari però è attento e salva. Nei primi 15 minuti è un autentico monologo, con gli strappi di Lavezzi e Cavani che creano non pochi problemi ai difensori bianconeri. La Juve sembra imballata, quasi frastornata dopo la festa Scudetto che dura ormai da 2 settimane.

LA JUVE TORNA DALLE VACANZE – A metà primo tempo gli uomini di Conte si svegliano e tornano dalle vacanze. A cavallo del ventesimo sembra tornare in campo la vera Juve, ovvero la squadra che ha dominato in lungo ed in largo il campionato italiano. I bianconeri alzano il baricentro, Pirlo distribuisce gioco a getto continuo e Vidal corre come un matto avanti ed indietro. Insomma, il copione è quello visto nella maggior parte delle gare della Juventus di quest’anno: Marchisio e soci attaccano e vivono praticamente nella metà campo avversaria. Il gol però non arriva, e l’unica vera occasione ce l’ha capitan Del Piero che in pieno recupero spaventa il Napoli con una punizione delle sue. De Sanctis risponde presente, si va negli spogliatoi con le squadre bloccate sul risultato di parità: 0-0.

IL SOLITO CAVANI, NAPOLI VICINO AL SOGNO – Il cambio di marcia visto nei 20 minuti finali del primo tempo si rivela però purissima illusione per i tifosi bianconeri. La Juve che rientra in campo nella ripresa sembra ancora svagata, e gli uomini di Mazzarri provano ad approfittarne. Non ci riescono fino al minuto 63, quando Storari stende in area Lavezzi: rigore nettissimo, Cavani non sbaglia e manda Napoli in delirio.

RISVEGLIO BIANCONERO, POI HAMSIK CHIUDE I CONTI – Dopo aver subito lo schiaffo la Juve torna a giocare come sa: Pirlo innesca Estigarribia, il paraguaiano sotto porta non riesce a trovare il tap-in vincente. Conte cambia le carte in tavola e fa uscire Del Piero – consueta, meritatissima standing ovation per il capitano – e Lichsteiner, al loro posto Pepe e Vucinic. Proprio Pepe si rende protagonista di un’azione fenomenale poco dopo il suo ingresso in campo: salta tre uomini sulla destra, converge verso il centro e tira, con De Sanctis che riesce in una strepitosa deviazione in angolo. Il portiere partenopeo si ripete subito dopo opponendosi alla grande su un gran tiro di Bonucci. La Juve continua a premere ed il Napoli sembra ormai alle corde, ma con le forze che gli rimangono Hamsik imposta un gran contropiede che conclude con la rete della sicurezza. E’ il gol del 2-0 quando ormai mancano pochissimi minuti. C’è spazio per l’espulsione di Quagliarella nel recupero, poi nient’altro.

LA COPPA ITALIA VA AL NAPOLI – Si chiude cosi, quindi. Il Napoli vince la Coppa Italia con una grande prestazione, batte gli imbattibili e si gode il primo trionfo della gestione Mazzarri. Trofeo meritatissimo per i partenopei, che hanno approfittato anche di una Juve imballata per lunghi tratti della gara, forse fin troppo paga dopo la vittoria dello Scudetto. Si chiude con la commozione di Lavezzi – forse la sua ultima gara con la maglia del Napoli – ed Hamsik, ovvero i due che c’erano anche all’inizio di questo splendido ciclo culminato con la vittoria della Coppa Italia. A Conte e Del Piero non rimane che la medaglia d’argento, ma onore anche ai vinti, autori di una splendido cammino anche in Coppa. Appuntamento ad agosto, per la rivincita in Supercoppa Italiana: sarà ancora Juventus-Napoli.

A cura di Vincenzo Galdieri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *