Primaldo De Rinaldis
No Comments

Inter-Juventus: crocevia per lo scudetto

Inter e Juve apriranno la terza giornata di campionato. Sfida unica, che riaccende antiche polemiche

Vidal resterà alla Juventus?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Inter-Juventus, il derby d'Italia

Manca ormai poco più di un giorno al big match di San Siro fra Inter e Juventus. Il derby d’Italia sarà il protagonista assoluto della terza giornata di campionato, e come consuetudine sarà accompagnato da un fiume di polemiche e tensioni.

Le due squadre si affacciano alla sfida con gli stessi problemi: indisponibili eccellenti e giocatori usurati dagli impegni con le rispettive nazionali, e questo potrebbe influire notevolmente sullo spettacolo.

La Juventus di Antonio Conte ha preparato il match sui campi di Vinovo, con una partitella disputata nella giornata di mercoledì, che ha visto i bianconeri abbattere il Borgomanero. L’assente di lusso è stato Mirko Vucinic. Il montenegrino, infortunato, ha svolto solo qualche sgambatura, ma emergono delle possibilità sul suo utilizzo nella gara di sabato. Infatti ieri si è allenato in maniera più intensa. Lui vuole esserci, ma la scelta finale sarà di Conte, che deciderà se rischiare o meno il l’ex talento della Roma.

Intanto arrivano anche le dichiarazioni degli assi del centrocampo di entrambe le squadre. Vidal e Guarin, che si punzecchiano a vicenda. Il cileno nella giornata di ieri ha parlato a 360° sulla sfida contro i nerazzurri, analizzando anche chi fra la squadra di Mazzarri è il più temibile: ”l’Inter ha un nuovo allenatore, c’è una nuova idea di gioco, ci sono bravi giocatori. Ma sinceramente non so se possa davvero fare come la mia Juventus. Anzi, spero proprio di no. Cosa mi preoccupa dei nerazzurri? Il fatto che hanno giocato due ottime partite in questo inizio di campionato, vincendole grazie al bel calcio”. Dunque un Vidal con le idee chiare, che non risparmia parole dolci all’avversario, il centrocampista colombiano: ”Guarin il Vidal nerazzurro? Beh, sì, giusto. Lui gioca all’Inter nello stesso modo in cui io gioco alla Juventus. Il ruolo è simile. Mi piace molto, è fortissimo. Un campione in grado di fare la differenza”.

Allo stesso modo, anche Guarin pensa a caricare l’ambiente, sicuro che la sua squadra possa fare una grande partita: ”Mazzarri ci ha dato una mentalità nuova, stiamo lavorando bene e abbiamo fame e voglia di ricominciare a vincere“. Ringrazia poi il nuovo allenatore, lanciando qualche frecciatina a Stramaccioni: “Tutti conoscono come lavora e quali risultati ha fatto Mazzarri in carriera. Sin da Pinzolo abbiamo svolto un gran lavoro e dimostrato con i fatti la voglia che questo gruppo ha di migliorarsi.L’Inter deve tornare là dove merita. In questa squadra, ripeto, c’è tanta voglia di riscatto“. Uscito motivato dalla fiducia avuta dal mister toscano, Fredy Guarin analizza poi quelli che possono essere i punti fondamentali del match: ”Ogni gara, a suo modo, è un esame, ma è ovvio che questa è già una delle partite più importanti della stagione perché la Juventus è un nostro rivale diretto. Dobbiamo dimostrare ai tifosi il carattere che ha questa squadra”.

Dunque è tutto pronto per assistere al match, che più di altri, attira le attenzioni dei tifosi e dei media, una partita che promette scintille. Sabato alle 18.00 prenderà il via il derby d’Italia. ‘‘Luci a San Siro”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *