Redazione
No Comments

Serie B, Padova-Palermo: fratelli contro per i primi 3 punti

Sarà un match senza esclusioni di colpi quello che vedrà opposti il Padova di Marcolin e il Palermo di Rino Gattuso

Serie B, Padova-Palermo: fratelli contro per i primi 3 punti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Una sconfitta all’esordio ed un pari a metà per i padroni di casa, percorso opposto per gli ospiti che hanno esordito in trasferta con un pari e hanno bagnato l’esordio in casa con una sconfitta: questa è la sintesi per le prime due giornate di campionato di Padova e Palermo che daranno vita al posticipo di Serie B Eurobet. Le due squadre non si incrociano dal lontano 1996, quando i biancoscudati si imposero per 4-0 all’Euganeo e per 3-1 a Palermo. Ultima vittoria rosa in quel di Padova è datata 1965 quando i  rosa si imposero per 3-1.

Abel Hernandez, con la maglia del Palermo

Abel Hernandez, top player del Palermo

UN MATCH, TRE LEITMOTIV –  Sarà un match senza esclusioni di colpi, questo è sicuro, ma è anche guidato da tre motivi conduttori di rilevante importanza. Tra Padova e Palermo, per meglio dire tra i supporters delle due squadre, vi è un gemellaggio di durata trentennale. Le due tifoserie sono sempre state unite anche se la categoria di appartenenza non è la stessa da 17 anni, ma oggi si riuniranno come se non si fossero mai divise. E’ in programma un accoglienza in pompa magna nei dintorni dell’Euganeo, con tanto di grigliata di carne per salutarsi e divertirsi prima del fischio dei 90′ di gioco che, per motivi di classifica e non, dovranno rendere felice una e non l’altra. Questo tipo di tifo ci piace, e speriamo di vederlo al più presto in tutti i match in programma. Altro motivo conduttore è la panchina. Sia quella padovana che quella rosa traballano, a causa dei risultati non molto soddisfacenti fin ora. Chi rischia di più è Gattuso, dalla sua non c’è la fortuna di avere un club facile e un presidente calmo. Marcolin dopo la doppia sconfitta coppa-campionato con il Trapani, e il pari sospeso contro il Carpi, non ha mostrato grande gioco, eccetto l’ultimo match sospeso, e la neonata società potrebbe essere ancora paziente con lui, ma una mancata vittoria potrebbe ancora di più incrinare il rapporto. Ancora un argomento di unione sono le tante assenze che i due mister dovranno coprire nel miglior modo possibile. Infortuni, squalifiche e nazionali hanno impoverito le due rose.

QUI PADOVA – Come accennato, Marcolin dovrà fare a meno di tre nazionali, Jelenic, Voltan e Laczko e di Melchiorri e Modesto causa infortunio. Legati sarà fuori per squalifica, cosi la linea difensiva dovrebbe essere composta da Benedetti, Trevisan e Perna, davanti al giovane portiere classe ’91 Colombi. Saranno 5 a centrocampo con il possibile esordio di Ceccarelli affiancato da Cuffa, Ampuero, Osuji e Iori dietro Vantaggiato e Pasquato. Santacroce potrebbe essere la novità dell’ultimo minuto in difesa, ma Marcolin dovrebbe affidarsi ai tre sopracitati

QUI PALERMO – Ujkani, Andelkovic e Lafferty in nazionale, Ngoy squalificato.infortunato, Daprelà e Bolzoni acciaccati e Barreto in forse. Questi i guai di Gattuso che si ritrova con gli uomini contati a centrocampo e solo tre attaccanti arruolabili. L’ex Milan infatti ha convocato Cephas Malele, bomber della primavera, che, senza grossi dubbi, farà il suo esordio in B nella ripresa. Dybala ed Hernandez saranno arruolati nelle relative posizioni di trequartista e punta. Torna nell’undici anche Eze Munoz, ripresosi dall’infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo nei primi match. Sorrentino difenderà i pali come sempre, davanti a lui ci saranno proprio Munoz coadiuvato da Terzi, Morganella ed uno tra Daprelà e Pisano, dato il dubbio dell’ex Brescia. Il centrocampo sarà guidato ancora una volta da Armin Bacinovic, con Barreto possibile rientrante e outsider di grande livello, in compagnia di Sanseverino e  Stevanovic, Dybala e Sanseverino. Di Gennaro e Dybala  aiuteranno, nel difficile compito del gol, la Joya Hernandez.

Luca Bucceri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *