Redazione

Federer ancora senza scettro a Roma, Djokovic va in finale

Federer ancora senza scettro a Roma, Djokovic va in finale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 19 GIUGNO – Un superbo Djokovic supera Federer per 6-2, 7-6(4)  in 1 h e 39′ e si qualifica per quella che sarà la terza finale degli Internazionali di tennis contro Rafael Nadal.

Primo set senza storia: appena 39’ di gioco e il serbo chiude il primo

parziale per 6 giochi a 1. Djokovic ritrova concentrazione e profondità di colpi contro un Federer non impeccabile al servizio e riesce a strappargli per ben due volte il turno di battuta. Novak, che contro Tsonga non era sembrato particolarmente smagliante, elude la classe e lo stile di gioco inconfondibile del campione svizzero (capace come pochi di ribaltare uno scambio dalla difesa all’attacco giocando di controbalzo) mantenendo scambi regolari e attaccando nel momento giusto.

Orgoglio Federer – nella seconda partita, il numero 1 al mondo rompe l’equilibrio con un break al settimo gioco, e si trova a servire per il match sul 5-3. L’orgoglio di Re Roger non si fa attendere e dopo aver annullato un match point con un dritto sulla riga, strappa per la prima volta il servizio al serbo e allunga il match al tie-break. Dopo un inizio shock 3-0 per Djoko, Federer prova a rientrare in partita ma non riesce a vincere mini break sul servizio dell’avversario che chiude per 7 punti a 4.

Stima reciproca – al termine della partita Federer ha ammesso la superiorità del serbo su questa superficie, elogiando la regolarità con cui Djokovic ha mantenuto un tennis di alto livello nel corso del confronto. Lo stesso Djokovic ha fatto i complimenti al Re per la classe con cui gioca il tennis forse più bello nello stile e nell’eleganza.
Roma, dunque, resta ancora un tabù per Roger Federer, mentre si prospetta una super finale tra i due giocatori più forti della terra battuta.

Daniele Maimone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *