Simone Gianfriddo
No Comments

Datome super, l’Italbasket batte la Russia

Ottimo esordio per i ragazzi di Pianigiani che nonostante le numerose assenze importanti, battono la Russia dominando per gran parte della gara grazie anche all'ottimo apporto delle stelle Datome e Belinelli

Datome super, l’Italbasket batte la Russia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gigi Datome, protagonista assoluto dell'esordio vittorioso dell'Italbasket

Gigi Datome, protagonista assoluto dell’esordio vittorioso dell’Italbask

Ottima vittoria nella prima partita dell’europeo azzurro nel girone D, che vedeva di fronte l’ostica Russia: 79-69 il risultato che ci fa ben sperare per i prossimi impegni.

IMMENSO DATOME, GRANDI BELINELLI E CUSIN- Simone Pianigiani alla vigilia del debutto dell’Italia all’europeo era stato chiaro: “i ragazzi stanno lavorando tantissimo e non si stanno mai risparmiando. Dobbiamo tirare fuori il nostro entusiasmo per il gioco del basket”. Parole che sono arrivate ben chiare ai giocatori azzurri che a dispetto delle opache prestazioni viste nelle amichevoli estive pre-Europeo e delle numerose e importanti assenze( vedi Gallinari, Mancinelli, Gigli, Hackett, Bargnani), hanno sfoggiato una prestazione altisonante dominando per 3 quarti contro i russi anch’essi rimaneggiati da numerose assenze , su tutte quella di Kirilenko. Ultimo periodo da brivido con gli avversari a meno 4 a 24” dalla sirena, che comunque non può cancellare una partita gestita al meglio e segnata dalle prove eccelse di Datome( 25 punti,5 rimbalzi), Belinelli( 16 punti, 5 assist), e Cusin in difesa( 5 rimbalzi più due stoppate e 6 punti). Ottimo apporto anche di Aradori e Diener. Per i russi unico a salvarsi è il giocatore dei Minnesota TimberWolves  Aleksej  Shved con 17 punti.

CRONACA PARTITA- A Capodistria l’Italia parte benissimo con Gigi Datome , come direbbero negli U.S.A, “on fire” che realizza 9 punti in 10′ e con Belinelli a quota 8, oltre alla grande difesa di squadra che tiene a bada i tiratori russi,  anche  il più pericoloso Shved. Nel secondo periodo i ragazzi di Pianigiani ottengono il massimo vantaggio a +16 sempre con Datome e Belinelli sugli scudi oltre al coriaceo Cusin che svolge un lavoro difensivo impressionante ( 4 punti, 5 rimbalzi, 2 stoppate), nonostante gli avversari provino a ridurre il passivo, che comunque alla fine del quarto rimane in doppia cifra,  gli azzurri mantengono un buon margine di sicurezza, mentre il solo Shved prova a tenere a galla i suoi con qualche lampo. Cusin continua a giganteggiare nel proprio pitturato, mentre Belinelli e Datome continuano a bruciare la retina. Quarto periodo con i russi che diminuiscono lo svantaggio fino ad arrivare a meno 6, ma i tiri liberi di Datome, Belinelli e Aradori mettono in ghiaccio il match  regalando una vittoria meritatissimi agli azzurri con 3 parziali su quattro avanti ( 25-18, 14-13, 20-27).

Ottimo inizio dell’ Italbasket che ha già la mente proiettata al prossimo impegno di domani contro la Turchia, sperando di ripetere la grande prova di oggi.

TABELLINO GARA- Italia-Russia 76-69 (25-18, 17-11, 14-13, 20-27)

Italia:  Aradori 13 (3/5, 0/2), Gentile 8 (4/6, 0/2), Rosselli (0/1), Vitali (0/1, 0/1), Poeta, Melli 2 (1/2, 0/1), Belinelli 16 (3/5, 2/6), Diener 6 (0/4, 2/3), Cusin 6 (3/5), Datome 25 (6/9, 3/4), Magro, Cinciarini. Allenatore: Pianigiani. Assistenti:  Dalmonte, Fioretti.

Russia: Karasev 3 (0/4, 1/2), Sokolov 2 (1/3), Valiev 3 (1/2), Fridzon 12 (1/2, 2/5), Voronov 5 (1/2, 1/1), Kulagin, Shved 17 (4/10, 3/7), Antonov 8 (1/5, 1/3), Monya 13 (3/6, 2/6), Khvostov, Savrasenko, Ponkrashov 6 (0/1, 1/3). Allenatore: Karasev. Assistenti: .Vasilyev, Rezvyi.

Arbitri:  Lottermoser (Germania),  Shemmesh (Israele),  Dragojevic (Montenegro).

Tiri da 2: Ita 20/38, Rus 12/35; tiri da 3: Ita 7/19, Rus 11/27; tiri liberi: Ita 15/21, Rus 12/19. Rimbalzi: Ita 37 (9 Cusin, 8 Datome), Rus 30 (5 Monya). Assist: Ita 15 (5 Belinelli), Rus 14 (5 Shved).
Usciti 5 falli: Gentile (Ita), Monya (Rus).

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *