Primaldo De Rinaldis
No Comments

Calciomercato Juventus: i segreti del no di Nainggolan

Salta la trattativa: Valutazione alta e Cellino bloccano il passaggio del belga alla juventus

Calciomercato Juventus: i segreti del no di Nainggolan
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cellino presidente del cagliari

Cellino, presidente Cagliari

Si è chiusa nella tarda serata di ieri la finestra di calciomercato, e ancora una volta la domanda che tutti si pongono è se non sia deleterio arrivare alle battute finali per accaparrarsi un giocatore. Ne sanno qualcosa i tifosi juventini, che volevano a tutti i costi un altro rinforzo per la propria squadra.

Il direttore generale Beppe Marotta, dopo aver fatto i botti iniziali con gli acquisti di Tevez, Llorente e Ogbonna, ha cercato di rientrare nelle spese passando alle cessioni. Le partenze di Giaccherini e Matri hanno portato quei 20 milioni utili alle casse della società, ma hanno creato malumori al mister Antonio Conte, che in conferenza stampa aveva fatto capire ancora una volta di non aver gradito le partenze dei fedelissimi.

Il giocatore più ricercato è stato Radja Nainggolan. Che piaccia da sempre alla Juve non ci sono dubbi. E’ il classico centrocampista moderno, in grado di svolgere alla perfezione entrambe le fasi di gioco. Utile secondo il tecnico salentino anche per far rifiatare quei giocatori che nel centrocampo bianconero fanno la differenza.

I contatti fra Cagliari e Juventus ci sono stati. Ieri giocatore, entourage e il presidente Cellino erano appassionatamente insieme all’ATAHotel Executive di Milano. Il tutto portava a supporre che qualcosa potesse andare in porto, ma così non è stato. Da una parte l’elevata valutazione del belga-indonesiano, dall’altra la negligenza del Cagliari di perdere un pezzo pregiato, hanno fatto saltare la trattativa. L’ultima offerta ufficiale della Juventus era stata di 14 milioni di euro più una contropartita. Offerta rispedita al mittente.

Cellino è un osso duro, non molla un centesimo, e questo a Torino lo hanno capito. Se ne riparlerà a Gennaio, ma il dg juventino dovrà presentarsi con un offerta congrua, altrimenti Nainggolan potrebbe anche andare all’estero, e sarebbe un’altra perdita per il calcio italiano.

Derinaldis Primaldo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *