Massimiliano Riverso
No Comments

Serie A: ultime dai campi e probabili formazioni seconda giornata

Serie A: ultime dai campi e probabili formazioni seconda giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si completa questa sera il quadro della seconda giornata di serie A. Tra colpi di mercato ancora in canna e le prime sorprese di campionato, scendono in campo tutte le squadre della massima serie. Dopo i “colpi” sparati ieri da Juventus e Napoli, si attendono le risposte delle altre “sorelle”, in particolare di Fiorentina, Roma e delle due milanesi. Senza dubbio gli impegni più gravosi spettano alla Fiorentina, chiamata a riscattare il mezzo passo falso dell’Europa League contro il Genoa, e all’Inter, che vola in Sicilia a far visita al sempre ostico Catania di Rolando Maran. Cerca conferme la Roma di Rudi Garcia, impegnata all’Olimpico contro il sorprendente Verona che appena 8 giorni fa ha portato a casa lo scalpo del Milan. Proprio i rossoneri, dopo la brillante prova di coppa, sono chiamati al riscatto in campionato contro il Cagliari. Chiudono il programma di giornata la sfida tra Bologna e Sampdoria, passato e presente di Manolo Gabbiadini, Udinese-Parma, con i friulani chiamati ad una pronta reazione dopo un inizio di stagione complicato, Atalanta-Torino e la sfida tra “matricole” del “Braglia” tra Sassuolo e Livorno. Le ultime dai campi:

Roma-Verona: a poco più di due ore dal fischio d’inizio, i dubbi di Rudi Garcia restano ancora vivi. Il tecnico francese, che in settimana ha salutato Lamela, accogliendo nella capitale il serbo Adem Ljiajc, non rinuncerà al suo collaudato 4-3-3. In ottica formazione, dovrebbero scendere in campo dal 1’ il recuperato Strootman e Florenzi, mentre in attacco è aperto il ballottaggio tra Borriello (per un trio d’attacco più insolito) e Gervinho (con un tridente più “tipico”). Solo panchina per Ljiajc, che deve ancora mettersi al passo con i compagni di squadra. In casa Verona, invece, mister Mandorlini non può contare sul positivo Albertazzi, che non ha recuperato e non è stato ancora inserito nella lista dei convocati. Al suo posto, spazio a Sala. In avanti, confermato il tridente che tanto male ha fatto al Milan, con Jankovic e Martinho alle spalle di Luca Toni. Ancora panchina per l’islandese Halfredsson, a cui Mandorlini continua a preferire Donati.

Atalanta-Torino: prima casalinga per la “Dea”. All’Azzurri d’Italia l’undici di Colantuono ospita il Torino di mister Ventura. Il tecnico dei lombardi deve però fare i conti con l’infermeria: praticamente certi i forfait di Migliaccio, Bellini, Brienza,Cazzola, a cui si è aggiunto Giorgi che ha rimediato una lesione al gemello mediale destro. Centrocampo dunque praticamente obbligato, con Kone e Carmona a fare da scudi al regista Cigarini. In avanti, ancora fiducia a Jack Bonaventura accanto al “tanque” Denis e al croato Livaja. In casa granata, Ventura dovrebbe rinunciare solo a Masiello e Brighi, che dovrebbe essere sostituito da Basha. Probabile l’esordio dell’ex Bari Nicola Bellomo al posto di Farnerud. In attacco, confermatissima la coppia composta da Ciro Immobile e Alessio Cerci. Bologna-Sampdoria: cercano riscatto i felsinei di mister Pioli dopo il ko contro la Roma. Per conquistare i primi punti stagionali, però, il tecnico rossoblu dovrà gestire al meglio gli uomini, soprattutto in difesa, viste le assenze di Sorensen e Cherubin. Spazio dunque ancora a Cech, mentre in mediana è ballottaggio a due tra Della Rocca e Perez, con l’uruguagio che non dovrebbe partire titolare. In avanti accanto a Bianchi confermato il “fenomeno social” Moscardelli. In casa Samp, Delio Rossi ritrova Renan e Regini, assenti contro la Juventus per squalifica, ma perde Castellini. Ci sarà probabilmente spazio per entrambi. Confermato anche l’acciaccato Gastaldello, mentre in avanti Delio Rossi conferma la coppia composta da Eder e Gabbiadini.

Serie A - Rodrigo Palacio con la maglia dell'Inter

Rodrigo Palacio

Catania-Inter: ha del clamoroso l’ultima notizia proveniente dalla Sicilia. Il Catania saluta Barrientos, che vola in Qatar e non sarà schierato contro l’Inter. Al posto dell’argentino, spazio a Gonzalo Castro accanto ai confermati Bergessio e Leto. Per quel che riguarda la mediana, torna a disposizione Almiron, che sarà affiancato dal greco Tachsidis e da Izco. Dopo i disastri contro la Fiorentina, solo panchina per Monzon. In casa Inter, Walter Mazzarri dovrebbe confermare l’undici che ha battuto il Genoa, con Palacio unica punta supportato dall’altro argentino Ricky Alvarez. Torna dal 1’ Kovacic, mentre partirà dalla panchina il rientrante Walter Samuel.

Serie A - Mario Gomez con la maglia della Fiorentina

Mario Gomez

Genoa-Fiorentina: prima casalinga per il Grifone, che deve provare a fermare la Viola al “Ferraris”. Mister Liverani può nuovamente contare su Biondini, al rientro dopo un turno di squalifica. In avanti, a sorpresa sarà Floro Flores a supportare Gilardino per un Genoa più offensivo. Solo panchina per l’ultimo arrivato Luca Antonini, sbarcato a Genova dopo una vita trascorsa al Milan. In casa viola, mister Montella deve provare a smaltire le delusioni e le fatiche di Coppa, e lo fa pensando ad una mini-rivoluzione: dovrebbero infatti partire dal 1’ Commper e Joaquin al posto di Tomovic e Cuadrado. Tra i pali, ancora fiducia a Neto dopo le papere di Coppa, mentre Ambrosini partirà ancora dalla panchina. Milan-Cagliari: il mercato di Galliani ha sconvolto i “piani” di Allegri, che ora, in attesa di Honda e/o Kakà, è costretto a rilanciare Robinho, ma non è da escludere l’impiego dal 1’ di Matri con Montolivo “promosso” a trequartista. Torna disponibile Muntari, che però partirà dalla panchina dando spazio a Poli. In difesa c’è da registrare il forfait di De Sciglio, che verrà sostituito da uno tra Costant ed Emanuelson. In casa Cagliari, il duo Pulga-Lopez dovrà ancora rinunciare a Cossu e Pisano, ma in difesa Dessena e Murru hanno garantito un buon apporto contro l’Atalanta. Confermato sulla trequarti Cabrera, che agirà alle spalle di Pinilla e Sau, con Ibarbo pronto a subentrare a partita in corso. Dovrebbe finire ancora in panchina Astori in attesa di fugare le ultime voci sulla sua imminente cessione.

Sassuolo-Livorno: “prima” in A per il Sassuolo davanti al pubblico amico. Mister Di Francesco deve fare i conti con le assenze di Berardi e Valeri. Scalpita il nuovo arrivato Schelotto, che potrebbe anche partire titolare. In attacco, sarà Alexe e non Masucci ad affiancare bomber Zaza. In casa Livorno, mister Nicola lancerà dal 1’ i nuovi arrivi Emeghara e Biagianti, ma non Mosquera, a cui sarà preferito Luci. Non è da escludere l’esordio in maglia amaranto anche per Coda.

Udinese-Parma: i friulani devono smaltire l’amarezza dell’eliminazione dalla Coppa. Per trovare la vittoria “scaccia-crisi”, mister Guidolin si affida alla velocità di Muriel e alla tecnica di “Totò” Di Natale. I forfait di Pinzi e Domizzi saranno colmati da Naldo e da Pereyra. Ancora panchina per Nico Lopez, che potrebbe tornare utile a partita in corso. Per quel che riguarda gli emiliani, invece, mister Donadoni deve fronteggiare l’emergenza-difesa. Out il pilastro Paletta, sarà Lucarelli a sostituire l’argentino. Accanto a lui in difesa, confermato Felipe, con Cassani in vantaggio su Benalouane. Conferma in avanti per la coppia Cassano-Amauri, mentre la mediana è confermata in attesa dell’arrivo di Walter Gargano.

Enrico Gorgoglione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *