Massimiliano Riverso
No Comments

Juventus-Lazio 4-1: Tevez e Vidal stregano lo Stadium

Bianconeri inarrestabili come in Supercoppa: 4-1. Uno scatenato Vidal segna una doppietta nel primo tempo. Klose riapre il match, ma nel secondo tempo Vucinic e Tevez, autore anche di una traversa, chiudono il conto. Sul 3-1 espulso ingenuamente Hernanes

Juventus-Lazio 4-1: Tevez e Vidal stregano lo Stadium
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pubblico delle grandi occasioni allo Juventus Stadium. Conte schiera il classico 3-5-2: Tevez fa coppia con Vucinic. Llorente marcisce in panchina. 4-4-1-1 per Petkovic con Candreva-Klose in avanti. Dopo la roboante vittoria in Supercoppa, la Juventus vuole il bis, la Lazio cerca il riscatto.

La partita si sblocca dopo soli venti minuti. Azione spettacolare della Juve con Pogba che serve magistralmente tra le linee Vidal, il cileno buca Marchetti. Reazione immediata della Lazio con un bolide di Candreva dalla linea dei sogni, provvidenziale parata in tuffo di Buffon.

Al 25′ assolo di Carlos Tevez: progressione laterale, dribbling su Cana e assist sul secondo palo, ma l’intuito di Vucinic è rimasto negli spogliatoi. Al 27′ Vidal raddoppia: lancio chilometrico di Bonucci, Vidal completamente dimenticato dalla difesa biancoceleste taglia dentro, stoppa la sfera di destro e di sinistro infila per la seconda volta Marchetti.

Miro Klose, al ritorno nei titolari dopo l'infortunio. Juventus-Lazio 4-1

Miro Klose, al ritorno nei titolari dopo l’infortunio.

Il colpo sembra essere quello del definitivo ko, ma Klose riporta la Juventus sulla terra. Botta potente ma centrale di Hernanes, un incerto Buffon respinge corto e Klose è pronto a punirlo depositando la palla in rete.

La Lazio crede nella rimonta. Sinistro insidioso di capitan Radu, Buffon la accompagna in angolo senza prendere rischi. Poi tocca al Profeta dai 40 metri, sulla palla ribattuta dopo un corner: il portiere bianconero non corre alcun pericolo.

Finale di primo tempo targato Lazio. Al 44′ destro potente di Candreva che aggira la barriera: Buffon controlla con lo sguardo che la palla finisca a lato. Hernanes non si arrende e cerca di sorprendere Buffon con una conclusione violenta, ma il portiere della Nazionale si oppone con i pugni. Al 47′ intervento provvidenziale di Giorgio Chiellini sull’ultima palla su cui Klose è pronto ad avventarsi come un falco.

Juventus-Lazio 2-1, fine primo tempo.

Riprende il secondo tempo, si riparte dalla doppietta di Vidal e dal gol di Klose. Al 49′ Zorro Vucinic lascia la sua personalissima firma sul match: lancio profondo di Pirlo per il montenegrino che brucia sul tempo la statica difesa laziale e firma il 3-1. Al 63′ un fallo di mano dilettantistico di Hernanes (doppia ammonizione e espulsione) costringe la Lazio a chiudere una gara già compromessa in dieci uomini.

Petkovic si gioca la carta Ledesma al posto di uno spento Biglia, ma il protagonista resta sempre Candreva che continua il suo duello personale con Buffon: doppio destro del ‘Romoletto’ biancoceleste, doppia parata.

La Lazio è indomita, ma sale in cattedra l’Apache. Al 73′ sinistro delizioso di Tevez che si stampa sul legno, conclusione bellissima dell’ex attaccante bianconero. Questo è il preludio alla gemma finale del talento argentino: velo di Vucinic per Carlitos che lavora la palla, manda in bambola Novaretti e con un destro a rientrare beffa per la quarta volta Marchetti. Apoteosi bianconera e Stadium estasiato.

Il big match della seconda giornata si chiude con la punizione insidiosa di Ederson respinta in tuffo da un Buffon poco sicuro e il destro a fil di palo del gladiatore Vidal.

Titoli di coda: Juventus-Lazio 4-1.

Tabellino Juventus-Lazio 4-1
Marcatori: Vidal, Vidal, Klose, Vucinic, Tevez
Ammoniti: Bonucci
Espulsi: Hernanes

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (80′ Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Vucinic (82′ Quagliarella). Allenatore: Conte. Panchina: Storari, Pepe, Caceres, Ogbonna, Peluso, De Ceglie, Motta, Padoin, Giovinco, Llorente.

Lazio (4-4-1-1): Marchetti; Cavanda (72′ Floccari), Novaretti, Cana, Radu; Gonzalez, Biglia (65′ Ledesma), Hernanes, Lulic; Candreva; Klose (82′ Ederson). Allenatore: Petkovic. Panchina: Bizzarri, Strakosha, Biava, Dias, Vinicius, Pereirinha, Onazi, Ederson, Keita, Rozzi.

@MassiRiverso

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *