Mirko Di Natale
No Comments

King Boateng, il Milan cala il tris

A San Siro i rossoneri tornano a sorridere grazie al ritrovato Boateng e al solito Balotelli, che firma il primo gol ufficiale di stagione. Ora sotto con gli ultimi botti estivi

King Boateng, il Milan cala il tris
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Massimiliano Allegri, allenatore del Milan

Massimiliano Allegri, allenatore del Milan

Un Milan non bellissimo ma estremamente efficace, si sbarazza della pratica Psv Eindhoven e si qualifica alla fase a gironi della Champions League, dove nel pomeriggio di domani conoscerà le proprie avversarie europee dalla seconda fascia. Vittoria che fa ritrovare serenità in un ambiente turbato dalla possibile eliminazione, che dà la certezza di aver riscoperto il Kevin Prince Boateng del primo anno, e soprattutto i circa 30 milioni ricavati per dare l’assalto agli ultimi colpi estivi prima della chiusura del calciomercato prevista per il 2 settembre.

MILAN-PSV 1° TEMPO – Allo stadio “Giuseppe Meazza” per il Milan è la prova verità, contro i giovani terribili di Philip Cocu è vietato sbagliare. Max Allegri ritrova Mattia De Sciglio dal primo minuto, e si affida a Kevin Prince Boateng nel tridente offensivo composto anche dal faraone Stephan El Shaarawy ed il confermatissimo Mario Balotelli. Olandesi invece con il modulo a specchio (4-3-3) con la novità Park Ji Sung, unico tra i ventidue a scendere in campo ad aver disputato la semifinale del 2005 tra Milan-Psv, terminata due reti a zero per i padroni di casa. Pronti e via partono meglio gli ospiti, con la seconda casacca, con lo sloveno Matavz già a segno all’andata che prova a sorprendere un attento Christian Abbiati. Nemmeno un minuto dopo e sono i rossoneri a passare: dai sedici metri Boateng fa partire un gran bordata che sorprende il portiere Zoet, che devia semplicemente non potendo evitare il gol. La marcatura serve ad allentare la tensione con cui il Milan era partito, riuscendo anche a creare alcune palle gol con i propri bomber. L’occasione migliore capita sui piedi di Riccardo Montolivo, che su suggerimento del solito Boateng (il migliore dei suoi) cerca il 2-0 con un diagonale che però scheggia il palo. Due minuti dopo è ancora un legno a negare il raddoppio ai padroni di casa, questa volta è il faraone che va vicinissimo al gol cogliendo la traversa. Il Psv capisce che deve fare decisamente di più per provare a ritornare in partita, e ci prova dapprima con il tiro dalla distanza di Depay (con Abbiati in presa sicura) ed infine con il cross del terzino Willems, che con un traversone colpisce la parte alta della traversa.

MILAN-PSV 2° TEMPO – La seconda frazione di gioco si apre con la squadra di Eindhoven alla ricerca del pareggio. Abbiati si fa perdonare l’erroraccio dell’andata salvando un gol già fatto disinnescando la conclusione di Wijnaldum da solo in area di rigore. Gli ospiti mettono pressione al Milan cercando a tutti i costi la via dell’1-1, ma arriva il gol che taglia le gambe: sul calcio d’angolo spiovente dalla sinistra, uno stacco di testa non perfetto di Philippe Mexes permette la zampata di Mario Balotelli, che mette così il risultato in ghiaccio. Nonostante gli sforzi e il maggior score di tiri indirizzati verso lo specchio della porta, inevitabilmente il Psv finisce per mollare la presa ed offrire la rete che chiude definitivamente il discorso qualificazione. Ci pensa infatti il neo entrato Andrea Poli, subentrato ad un applauditissimo El Shaarawy, a servire su un piatto decisamente gustoso il 3-0 targato Boateng, che batte con un tocco morbido ma molto angolato il portiere Zoet. I minuti finali sono solo pura accademia, entrano infatti sul terreno di gioco Antonio Nocerino e Robinho che prendono il posto di Sulley Muntari e di Boateng, omaggiato dai quarantaquattromila circa di San Siro con una bella standing ovation. I tre minuti concessi dall’arbitro Clattenburg non fanno altro che allungare di pochissimo la gioia incontenibile di calciatori e tifosi, qualificati nell’Europa che conta.

Mirko Di Natale
Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *