Simone Gianfriddo
No Comments

Fiorentina, Ljajic alla Roma. Preso Ante Rebic

I viola sostituiscono l' attaccante serbo Ljajic con il croato Ante Rebic, stella emergente del calcio europeo.

Fiorentina, Ljajic alla Roma. Preso Ante Rebic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Finalmente per i viola il tormentone Ljajic è finito. Il giocatore andrà alla Roma. Oggi l’ ufficialità. Al suo posto arriva la giovane promessa croata Ante Rebic classe’93  considerato in patria l’ erede di Alan Boksic. Andiamo a conoscerlo meglio.

Ante rebic, giovane stella croata. Sarà lui il sostituto di Ljajic

Ante rebic, giovane stella croata. Sarà lui il sostituto di Ljajic

VIA LJAJIC DENTRO REBIC- Alla fine i Della Valle sono riusciti a piazzare l’attaccante serbo Ljajic alla Roma, scongiurando l’ipotesi di perderlo a parametro zero. Il trasferimento porterà nelle casse viola 10, 5 milioni di euro più due milioni di bonus. Al giocatore andranno 2 milioni di euro a stagione per cinque anni e in giornata ci sarà l’ufficialità. Quest’ultima permetterà alla Fiorentina a sua volta, di ufficializzare l’ acquisto del talento croato Ante Rebic. Il giovane attaccante è già a Firenze da Martedì e il costo del suo trasferimento sarà di 4,5 milioni di euro che andranno al suo ormai ex club RNK Spalato,il quale club avrà un’ opzione economica pari al 20% sui ricavati di  una eventuale cessione futura  dello stesso giocatore da parte della Fiorentina.  Sempre il croato percepirà 600 mila euro a stagione. Ottimo investimento per i gigliati che si assicurano una giovane stella dalle ottime potenzialità e su cui c’erano gli interessi anche di Totthenam, Borussia Dortmund e Napoli.

IL NUOVO BOKSIC-  Così viene definito in patria il nuovo acquisto della squadra di Montella. In comune con l’ex attaccante croato di Juve e Lazio, Rebic ha una notevole stazza fisica ( 185 cm per 74 kg) e un innato fiuto del gol che gli ha permesso lo scorso anno di segnare 10 reti in 29 partite con il club di Spalato. Oltre queste qualità il giocatore possiede delle ottime proprietà tecniche che lo rendono capace di giocare sia da prima che da seconda punta, e proprio per questo potrebbe coesistere con Gomez nell’attacco viola. Nato il 21 Dicembre 1993 a Imotski, Rebic ha debuttato nella prima squadra del RNK Spalato neanche diciottenne. Debutto con rete,  che poi si è ripetuto al suo esordio nella nazionale maggiore croata il 14 agosto scorso dove ha segnato contro il Liechtenstein. Precedentemente, durante i mondiali turchi under-20 dello scorso giugno, l’attaccante croato ha fatto vedere tutto il suo grande potenziale, risultando decisivo nella prima partita della fase a gironi contro l’Uruguay,segnando la rete del 1 a o finale. Destro puro, se la cava anche col mancino. Grande velocità e resistenza atletica che gli permettono di essere un giocatore versatile e duttile, specialmente nei rientri difensivi. Le potenzialità per essere un futuro giocatore di Elite ci sono tutte, vedremo se il sistema di gioco di Montella, la convivenza tattica con in suoi nuovi compagni di reparto e l’ambientamento nel campionato italiano possano essere motivo di crescita professionale per lui con conseguente definitiva consacrazione.

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *