Enrico Steidler
No Comments

Premier League, il punto sulla seconda giornata

Mourinho supera a pieni voti l’esame più impegnativo della stagione e vola in testa alla classifica. Liverpool e Tottenham a punteggio pieno, ancora a secco Swansea e Crystal Palace

Premier League, il punto sulla seconda giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo i botti dell’opening day la Premier League entra nel vivo senza particolari sussulti: pareggio a reti bianche nell’attesissimo big match fra i Devils detentori del titolo e il Chelsea di José Mourinho, che torna a casa con un punto che vale triplo e la consapevolezza di poter competere ad armi pari con i primi della classe. Ottime sensazioni anche per il Liverpool, vittorioso a Birmingham sul campo dell’Aston Villa, e i Gunners dell’Arsenal, che riscattano il passo falso dell’esordio espugnando la tana del Fulham grazie alla qualità del collettivo e a un Podolski formato de-luxe (doppietta per il tedesco e prestazione da incorniciare).

Fraizer Campbell, attaccante del Cardiff City

Fraizer Campbell, attaccante del Cardiff City

DI CANIO + 1, CITY – 3 – Vince ma non convince il Tottenham dello Special Two André Villas-Boas, che ha bisogno di un calcio di rigore generosamente concesso dall’arbitro Neil Swarbrick per piegare la resistenza dello Swansea, mentre raccoglie grandi apprezzamenti – ma solo un punto in extremis – il Southampton del “matador” José Fonte contro i Black Cats del Sunderland: di Giaccherini  il gol che tiene a galla gli uomini allenati da Di Canio, ora attesi dall’insidiosa trasferta di Londra contro il Crystal Palace, ancora fermo a quota 0 dopo la sconfitta per 2 a 1 rimediata al Britannia Stadium di Stoke-on-Trent. Di rigore – molto dubbio – anche la vittoria della matricola Hull ai danni del Norwich, che non riesce ad agguantare il pari nonostante la superiorità numerica (espulsione di Sagbo al 27’ del primo tempo) e le numerose occasioni costruite. Imprecano contro la malasorte pure l’Everton (palo di Fellaini), impegnato al Goodison Park contro il West Bromwich (0 a 0 il finale), e i londinesi del West Ham, che chiudono con lo stesso risultato la gara dominata in lungo e in largo sul campo del modesto Newcastle di Alan Pardew, giunto alla centesima presenza sulla panchina dei bianconeri. Unica sorpresa della seconda giornata del massimo campionato inglese è la brillante vittoria dei neopromossi gallesi del Cardiff sui vice-campioni del Manchester City, che passano in vantaggio con Dzeko al 52’ ma poi si fanno sciaguratamente travolgere dagli uomini guidati da Malky Mackay (sugli scudi l’attaccante Fraizer Campbell, autore di una splendida doppietta): davvero un brutto colpo per i Citizens, che gettano alle ortiche il bonus offerto da un calendario più che favorevole e ora sono già costretti a inseguire.

Wayne Rooney

Wayne Rooney

ATTENTI A QUEI DUE – La gara dell’Old Trafford è finita con la divisione della posta, e tuttavia c’è qualcuno che può dire di averla vinta, e vinta alla grande: stiamo parlando di José Mourinho, naturalmente, che supera a pieni voti l’esame più impegnativo della stagione schierando la sua squadra in modo tatticamente perfetto (chiedere a van Persie e a Welbeck per conferme), e di quel fenomeno straordinario che risponde al nome di Wayne Rooney, protagonista assoluto di un match in cui ricopre ogni ruolo (tranne il suo e quello del portiere) sacrificando se stesso ma non il suo sconfinato talento. Il Wonder Boy, ecco il vero colpo di mercato dei Devils! L’aver trattenuto a Manchester un simile fuoriclasse è paragonabile, pur con le debite proporzioni, alle conferme di Sturridge al Liverpool (due partite, due gol, sei punti), di Benteke all’Aston Villa e di Lukas Podolski alla corte di Wenger: se David Moyes riuscirà a “quadrare il cerchio”, lo United non avrà avversari. Eccezion fatta per Mourinho, ovviamente.

Solo il Liverpool e il Tottenham viaggiano a punteggio pieno, e manco a farlo apposta (magie della Premier League…) la prossima giornata le due potenziali “fuggitive” daranno vita ad altrettanti big match: i Reds ospiteranno il Manchester United, mentre gli orfani di Gareth Bale affronteranno sul campo dell’Emirates i detestati cugini dell’Arsenal. Il City cercherà l’immediato riscatto in casa contro l’Hull, mentre il Southampton (che forse è la squadra ad aver esibito il miglior calcio in questo primo scorcio di campionato) andrà a caccia di conferme a Carrow Road, dove il Norwich si rivela quasi sempre un avversario molto difficile da superare.

RISULTATI SECONDA GIORNATA

Aston Villa-Liverpool 0-1 (21′ Sturridge)
Cardiff-Manchester City 3-2 [52′ Dzeko (M), 60′ Gunnarsson (C), 79′ e ’87’ Campbell (C), 92′ Negredo (M)]
Everton-West Bromwich 0-0
Fulham-Arsenal 1-3 [14′ Giroud (A), 41′ e 68′ Podolski (A), 77′ Bent (F)]
Hull-Norwich 1-0 (22′ Brady)
Manchester United-Chelsea 0-0
Newcastle-West Ham 0-0
Southampton-Sunderland 1-1 [3′ Giaccherini (Su) 88′ José Fonte (So)]
Stoke City-Crystal Palace 2-1 [31′ Chamakh (C), 58′ Adam (S), 62′ Shawcross (S)]
Tottenham-Swansea 1-0 (58′ Soldado)

CLASSIFICA 

Chelsea 7*, Liverpool 6, Tottenham 6, Manchester United 4, West Ham 4, Southampton 4, Manchester City 3, Arsenal 3, Aston Villa* 3, Stoke City 3, Cardiff 3, Fulham 3, Hull 3, Everton 2, Norwich 1, Sunderland 1, West Bromwich 1, Newcastle 1, Crystal Palace 0, Swansea 0.

*Chelsea e Aston Villa una partita in più.

PROSSIMO TURNO

Manchester City-Hull; Newcastle-Fulham; Norwich-Southampton; West Ham-Stoke City; Cardiff-Everton; Crystal Palace-Sunderland; Liverpool-Manchester United; West Bromwich-Swansea; Arsenal-Tottenham.

CLASSIFICA MARCATORI

3 Christian Benteke (Aston Villa); 2 Robin van Persie (Manchester United), Danny Welbeck (Manchester United), Olivier Giroud (Arsenal), Lukas Podolski (Arsenal), Daniel Sturridge (Liverpool), Fraizer Campbell (Cardiff), Roberto Soldado (Tottenham).

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *