Orazio Rotunno
No Comments

Inter, contratto record con Nike: 200 milioni fino al 2024, Eto’o c’è

L'Inter nonostante gli ultimi anni in declino, vede confermato il proprio blasone con un contratto record senza precedenti in Italia e fra i top in Europa

Inter, contratto record con Nike: 200 milioni fino al 2024, Eto’o c’è
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’annuncio arriva inaspettato, e forse per questo assume un valore doppio. L’Inter rinnova il proprio contratto di sponsorizzazione con la Nike in scadenza nel 2016, prolungandolo per altri 8 anni a 18 milioni di euro a stagione variabili a seconda dei risultati. Un affare potenziale da oltre 200 milioni di euro, sufficienti a rendere i neroazzurri il top club in Italia per introiti legati a sponsor d’abbigliamento e fra i maggiori a livello europeo. Un riconoscimento non da poco, dopo un settimo e nono posto, ma soprattutto senza la vetrina fondamentale dell’Europa.

BLASONE DEL BISCIONE, ORA ETO’O SI PUO’ – “Inter e Nike hanno rinnovato l’accordo di sponsorship per oltre un decennio: l’accordo fra le due Società porta così a superare i venticinque anni di attività insieme, un traguardo che – per durata e valori – è destinato a stabilire il nuovo benchmark del marketing sportivo sul mercato italiano. L’accordo appena firmato rafforza la posizione dell’Inter fra i top club: oggi la società può affrontare proprio grazie a questo accordo un futuro di ampio respiro che ha come scenario il mondo, supportata da un marchio che garantisce solidità e continuità di progetto.” Questa una parte del comunicato dell’Inter a riguardo, per un rinnovo che in caso di raggiungimento di determinati obiettivi, potrebbe portare ad un sensibile aumento degli introiti. Allo stesso modo in caso di mancata qualificazione alle coppe vi sarà un ridimensionamento delle cifre. Da mesi lavorava sull’affare il Dg Fassone in unione con il figlio di Moratti, Angelo Mario: con questa mossa l’Inter spodesta la Juventus che vedrà il proprio contratto con Nike scadere fra due anni, con la possibilità di passare ad Adidas. Un’operazione commerciale dal valore immenso in termini di reputazione ed immagine, che giunge nonostante gli ultimi anni bui della squadra e l’assenza di una vetrina determinante per gli sponsor come la Champions League.

A questo punto sognare è lecito: Samuel Eto’o è a Milano, l’Inter ha in cassa soldi freschi: il Chelsea è ancora forte su Rooney come prima scelta e solo i neroazzurri ad oggi hanno offerto un biennale al camerunense, come chiesto dal giocatore stesso.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *