Nadia Gambino
No Comments

Milan: c’è poco da stare Allegri

Milan: c’è poco da stare Allegri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Milan - Il gol di El Shaarawy contro il PSV

Il gol di El Shaarawy contro il PSV

Neanche il tempo di cominciare a fare sul serio che il Milan è già all’ultima spiaggia e la panchina di Allegri è di nuovo calda. Dopo la gara di andata dei preliminari di Champions, finita 1 a 1 in Olanda, il clima era già surriscaldato dal fatto che, i rossoneri, passati in vantaggio, non hanno saputo chiudere il match e si sono fatti rimontare dal PSV. A Verona, la situazione si è fatta rovente. Anche qui, il Milan dopo essere andato in vantaggio, con il gol dell’esordiente Poli, si è fatto raggiungere e superare da un super Toni che con una doppietta ha messo al tappeto i ragazzi di Allegri. Adesso, ricomincia la rincorsa in Campionato mentre per il ritorno con il PSV servirà il miglior Milan.

 Il mercato dipende dal passaggio del turno – Ma la situazione però è allarmante, ad Allegri servono rinforzi in difesa e in attacco. In difesa serve subito un centrale, in attacco, serve invece un vice-Balotelli. Se Astori piace ad Allegri, che lo ha già allenato al Cagliari,  ma è troppo caro per le tasche rossonere, Sacko, sembrerebbe più vicino, ma piace meno al mister. In attacco invece, Niang non riesce ad esplodere e Petagna è ancora troppo acerbo e in attesa del ritorno di Pazzini, previsto per novembre, si parla dei soliti Matri e Ljajic. Ma forse Galliani stupirà tutti con un nome nuovo last-second! La situazione dovrebbe sbloccarsi il 29 agosto, dopo che il Milan saprà se ha superato o no il preliminare, che vuol dire 30 milioni da investire su due colpi.

Pressione alta – Per questo la pressione è alta dalle parti di Milanello, perchè perdere la gara di mercoledì significherebbe aver fallito l’intera stagione già dopo 2 partite e non poter nemmeno tornare sul mercato. Il Milan non deve assolutamente fallire il prossimo appuntamento. Max Allegri, in vista del ritorno con gli olandesi, può sorridere dei recuperi di De Sciglio in difesa e De Jong a centrocampo. In attacco, accanto all’insostituibile Balotelli, potrebbe giocare Robinho insieme ad El Shaarawy.

 Nadia Gambino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *