Nicoletta Pezzino
No Comments

Premier League: choc Manchester City, impresa del Cardiff

Clamoroso al Cardiff City Stadium, la squadra neo promossa piega per 3 a 2 il Manchester City. I gol di Dzeko e Negredo non bastano.

Premier League: choc Manchester City, impresa del Cardiff
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Edin Dzeko, autore del primo goal del city

Edin Dzeko, autore del primo goal del city

Dopo 51 anni, il Cardiff City ritorna a disputare una partita nella massima serie nel proprio stadio ospitando il Manchester City di Manuel Pellegrini. Un ritorno più bello non poteva esserci, i Bluebirds piegano clamorosamente i Citizens 3 a 2, fermando così la loro corsa verso il titolo.

PRIMO TEMPO: In avvio di partita nonostante sia il City a condurre la gara, i primi brividi della partita sono targati dalla squadra di casa che non ci sta a passare per vittima sacrificale. Al 5′ il Cardiff City si guadagna una punizione di poco lontana dall’area rigore che viene calciata da Peter Whittingham che non riesce però a trovare lo specchio della porta. Al 16′ ci riprova di nuovo Whittingham con un tiro centrale dalla lunga distanza, ma Hart non si fa trovare impreparato. I primi 45 minuti rimangono comunque equilibrati, con la squadra di Pellegrini che fa la partita e il Cardiff City che riparte in contropiede sfruttando l’assenza di Kompany che è stato rimpiazzato da Garcia. Con calma i Citizens costruiscono le azioni, cercando di sfondare la difesa del Cardiff, ci prova al 31′ David Silva che cerca, senza fortuna, il suo secondo gol stagionale con un tiro a cercare lo specchio della porta non creando problemi al portiere. Quattro minuti più tardi ci prova Tourè che, grazie alla sponda di Dzeko, calcia in porta ma il tiro viene respinto da un difensore avversario. A pochi minuti dalla conclusione del primo tempo il Cardiff d’orgoglio alza la testa, Campbell si rende pericolo in due occasioni, trovandosi a tu per tu con Hart che con esperienza spegne le speranze dei Bluebirds. Si continua a giocare fino al 47′, le due squadre ritornano negli spogliatoi con il risultato parziale di 0-0.

SECONDO TEMPO: Alla ripresa il Manchester City riprende il suo possesso palla e bastano solo 6 minuti per sbloccare il risultato, Edin Dzeko porta la sua squadra in vantaggio grazie ad una fantastica conclusione calciata di collo pieno. Ma la gioia del vantaggio termina pochi minuti più tardi, al 60′ Gunnarsson riporta il risultato in parità a dimostrazione che la partita si sia rivelata più complicata del previsto per il City. Manuel Pellegrini, ovviamente, non può accontentarsi del pareggio e getta nella mischia il neo acquisto Negredo che prende il posto del realizzatore del primo gol, pochi minuti dopo Milner subentra a Fernandihno per cercare di portare a casa il risultato. E’ un assedio del Manchester City, la partita di svolge soltanto verso una sola porta: al 76′ ci prova Negredo ma il suo tiro viene respinto dal difensore avversario, un minuto più tardi è David Silva a rendersi pericolo con un tiro a cercare l’angolo alto ma finisce sopra la traversa. Al 79′ succede l’incredibile: su calcio d’angolo concesso al Cardiff City, Campbell con un colpo di testa trova il gol dell’impensabile vantaggio. Il Cardiff trova il terzo gol solo 7 minuti più avanti: stessa dinamica, stesso giocatore. A quattro minuti dalla fine, Negredo riaccende le speranze firmando il 3 a 2, ma è solo una momentanea illusione. La squadra di casa si difende con le unghie e con i denti per portare a casa una straordinaria impresa, il City deve arrendersi.

FORMAZIONI UFFICIALI:

Cardiff City: (4-5-1)

Marshall; Connolly, Caulker, Turner, Taylor; Bellamy, Gunnarsson, Bo-Kyung, Medel, Whittingham; Campbell

Manchester City: (4-4-2)

Hart; Zabaleta, Garcia, Lescott, Clichy; Navas, Y.Tourè, Fernandinho, Silva; Aguero, Dzeko

Nicoletta Pezzino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *