Andrea Sartorio
No Comments

Formula 1, GP Belgio: trionfa Vettel davanti a un ottimo Alonso. Terzo Hamilton

Quinto successo stagionale per il pilota della Red Bull. Gara fenomenale di Alonso, ritiro per Raikkonen

Formula 1, GP Belgio: trionfa Vettel davanti a un ottimo Alonso. Terzo Hamilton
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E’ Sebastian Vettel a vincere l’edizione numero 58 del Gran Premio del Belgio, undicesimo appuntamento del mondiale di F1. Dietro di lui sul podio un sorprendente Alonso da dieci e Hamilton. Il tre volte campione del mondo allunga così ancora sui suoi diretti inseguitori: + 46 sul ferrarista, + 58 sul pilota Mercedes e + 63 su un disastroso Raikkonen. Proprio il finlandese sembrava essere alla vigilia il favorito, visti anche gli ottimi precedenti (quattro trionfi), ma Kimi è incappato nel primo ritiro stagionale e in una gara pessima e sfortunata, a causa anche di un problema ai freni fin dal via. Pronostici quindi ribaltati a Spa e Vettel (giunto a 31 vittorie in F1), come due anni fa, ha ormai in pugno, a meno di un miracolo sportivo di Alonso, il suo quarto mondiale.

LA PARTENZA – Fin dal via, su una pista asciutta, si capisce chi saranno i protagonisti dell’affascinante gara di Spa: Vettel, Alonso e (in negativo) Raikkonen. Partenza perfetta di Hamilton, ma il pilota della Red Bull compie un bel sorpasso alla spettacolare curva Eau Rouge-Raidillon; Vettel subito primo e da lì in poi nessuno proverà a sorpassarlo. Ma la vera sorpresa di oggi è Alonso, che compie l’ennesima rimonta da quando è in Ferrari. Partito nono, sfrutta anche la non perfetta partenza di Webber e Di Resta e dopo un giro è già quinto. Male invece Raikkonen che si ritrova decimo (partiva ottavo) e Massa dodicesimo.

Formula 1 - Fernando Alonso, pilota della Ferrari

Fernando Alonso, pilota della Ferrari

 ALONSO SCATENATO – Dopo dieci giri la classifica vede Vettel davanti a Hamilton e a uno scatenato Alonso, che sorpassa Button al quarto giro e Rosberg al sesto. Dietro allo spagnolo Rosberg, Webber, Di Resta e Raikkonen. Tra il decimo e quattordicesimo giro iniziano i primi pit stops e chi ci guadagna dal valzer delle soste è ancora il ferrarista, che sorpassa Hamilton e si ritrova secondo. Solo Grosjean, adotta la tattica, non tanto utile, di un pit stop, il francese si ferma infatti a metà gara quando è sesto.

RAIKKONEN OUT E INCIDENTE TRA DI RESTA E MALDONADO – Il weekend nero di Raikkonen si conclude al ventiseiesimo giro quando, nel tentativo di sorpassare Massa per il settimo posto, torna il problema ai freni ed è costretto al ritiro. Mentre inizia la seconda tornata di soste ai box, avviene l’incidente tra Maldonado e Di Resta. I due piloti sono in lotta serrata con Sutil e Hulkenberg per l’undicesimo posto, ma nell’ultima curva prima dell’arrivo, il venezuelano tocca prima leggermente Sutil e poi Di Resta, che è costretto a ritirarsi. Nell’ultima fase della gara non accade niente nei primi posti. Vettel vince così con assoluta tranquillità per la seconda volta a Spa davanti ad Alonso, che torna sul podio in Belgio dopo sei anni, staccato di diciassette secondi e a Hamilton, giunto a ventotto secondi dal leader della corsa.

Ordine d’arrivo dei primi dieci a punti:

1) Vettel (Red Bull)   2) Alonso (Ferrari)   3) Hamilton (Mercedes)

4) Rosberg (Mercedes)   5) Webber (Red Bull)   6) Button (McLaren)

7) Massa (Ferrari)   8) Grosjean (Lotus)   9) Sutil (F. India)

10) Ricciardo (Toro Rosso).

Classifica piloti:

Vettel 197 ; Alonso 151 ; Hamilton 139 ; Raikkonen 134 ; Webber 115.

Classifica costruttori:

Red Bull 312 ; Mercedes 235 ; Ferrari 218 ; Lotus 187 ; McLaren 65.

Andrea Sartorio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *