Vincenzo Galdieri

Goodbye Lamela: è vicinissimo al Tottenham

Goodbye Lamela: è vicinissimo al Tottenham
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo Marquinhos ed Osvaldo, ecco un altro top player che saluta la Capitale. Ma questa cessione sa di ridimensionamento

Lamela RomaNemmeno il tempo di esaltarsi per gli arrivi dei vari Higuain, Tevez, Gomez e Llorente che la Serie A si trova costretta a salutare un altro top player con la T maiuscola. Purtroppo è tutto vero: Erik Lamela sembrerebbe vicinissimo alla firma con il Tottenham, che per rimpiazzare Bale ha scelto proprio il funambolo romanista.

Sarebbe in assoluto la cessione più indigesta di questa sessione di calciomercato, sia per il nostro campionato che per la Roma stessa. Perchè il fatto che uno come Cavani andasse via era anche da mettere in preventivo, mentre quella di Lamela è una partenza più rocambolesca ed a tratti incomprensibile. Se è vero che la Roma ha un progetto di Serie A, perchè cede il suo miglior gioiello? 

NIENTE SCUSE, NON E’ QUESTIONE DI BILANCIO – Qualcuno ha parlato di ‘ragioni di bilancio’. Il che è anche possibile, ma va ricordato come i giallorossi abbiano ceduto in questi mesi Marquinhos prima ed Osvaldo poi, ricavando un tesoretto di oltre 50 milioni ai quali vanno aggiunti quelli ricavati per le vendite di Stekelenburg e Tachstidis. In parte reinvestiti su Strootman, Benatia e Gervinho, ma il saldo mercato rimane positivissimo e la squadra competitiva.

A questo punto, perchè vendere Lamela? Se la cessione di Marquinhos è giustificata dalla plusvalenza immensa e quella di Osvaldo si spiega con le famosissime ragioni ambientali, non si trova invece un motivo valido rispetto alla dismissione di quello che oggi è forse il giocatore più importante di una Roma che, rimanesse l’argentino, sarebbe stellare. Ma se dovesse davvero concretizzarsi l’opzione Tottenham – siamo all’85% – cambierebbe tutto e non ci sarebbe Adrian – esterno dell’Atletico Madrid trattato dalla dirigenza giallorossa – che tenga. Con Lamela la Roma può ballare il tango e tornare ai livelli che le competono, guidata dal suo nuovo campione. Se parte lui, però, l’American Dream potrebbe vedere scorrere i titoli di coda una volta per tutte.

Vincenzo Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *