Enrico Cunego
No Comments

Liga: trasferte andaluse per Barça e Real, derby per l’Atletico

Nella seconda giornata del massimo campionato spagnolo, il Barcellona va in trasferta a Malaga, mentre il Real giocherà a Granada. L'Atletico riceve il Rayo Vallecano mentre è da seguire Real Betis-Celta Vigo.

Liga: trasferte andaluse per Barça e Real, derby per l’Atletico
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Con i due anticipi di oggi, Getafe-Almeria ed Atletic Bilbao-Osasuna, si apre la seconda giornata di Liga. Una giornata che vedrà le principali due squadre del campionato impegnate in insidiose trasferte in terra andalusa. Ma andiamo ad analizzare giorno per giorno tutto il programma di questa seconda giornata.

VENERDI’ – La giornata inizia alle ore 20 con il primo anticipo di serata, quello tra Getafe ed Almeria, 2 formazioni che lotteranno da qui alla fine del campionato per rimanere nella massima categoria. Entrambe sono reduci da un ko all’esordio, con i madrileni sconfitti all’Anoeta di San Sebastian dalla Real Sociedad per 2-0, mentre gli andalusi hanno ceduto 2-3 al Villareal nella sfida tra neo-promosse giocata all’Estadio Juegos de Mediterraneos, casa dei bianco-rossi. Sfida ad alta tensione quindi, in cui sarà già sbagliato fare un altro passo falso. Alle 23 seguirà il “derby” basco tra Atletic ed Osasuna, rappresentanti di due regioni dove si parla questa lingua complicatissima: i Paesi Baschi e la Navarra. Stati d’animo diversi per le due squadre: i baschi vengono dal successo per 2-1 in casa del Valladolid, mentre gli avversari dovranno vendicare il bruciante ko interno maturato col medesimo risultato contro i rivali per la salvezza del Granada. Ma la cosà più importante è che il match verrà giocato nel nuovo San Mames, la nuova casa del glorioso club bianco-rosso, costruita a pochi metri dal vecchio impianto e pronta ad inaugurare la prima di una , si spera, infinita serie di partite.

SABATO – Nella giornata di domani si giocheranno 3 incontri. Il primo è programmato per le 19 e consiste nella sfida tra Elche e Real Sociedad. Dopo 25 anni i bianco-verdi tornano a giocare un incontro casalingo di massima serie al Manuel Martinez Valero, maestoso impianto da 40 mila posti che ospiti anche alcuni incontri del Mondiale del 1982. Un avvenimento così importante dovrà essere onorato al meglio dai campioni in carica della Segunda Division, che all’esordio hanno fallito miseramente prendendo 3 pesantissimi gol al Teresa Rivero di Madrid, tana del Rayo Vallecano. Urge quindi un pronto riscatto, ma l’avversario è uno dei peggiori che potesse capitare. Infatti, la Real Sociedad arriva a questo impegno con l’entusiasmo ai massimi livelli per la vittoria in settimana per 0-2 a Lione nei preliminari di Champions League, successo che segue quello della prima giornata di Liga contro il Getafe. Ma dato che mercoledì è in programma la gara di ritorno, il tecnico Arrasate potrebbe ricorrere ad un massiccio turn-over. Alle 21 segue un interessante Espanyol-Valencia, match che si disputerà a Cornellà-El Prat, casa dei bianco-blu di Barcellona. Espanyol che arriva dall’ottimo punto conquistato a Vigo, con la squadra in svantaggio di 2 reti ma capace di rimontare e di rovinare la feste per i 90 anni del Celta. Valencia che invece ha iniziato bene la stagione con 3 punti conquistati grazie all’1-0 sul Malaga, un successo risicato frutto di una sciagurata uscita di Willy Caballero a pochi minuti dal termine di una gara equilibrata. La squada allenata da Djukic cercherà a Barcellona altri tre punti per continuare la propria corsa, che dovrà quasi obbligatoriamente terminare con il raggiungimento della Champions League. Ultima sfida di giornata quella delle 23 tra Villareal e Real Valladolid allo stadio Madrigal. Il “Submarino Amarillo”, il sottomarino giallo, ha fatto un ritorno nella massima serie in grande stile, con un successo in rimonta per 2-3 sul campo dell’Almeria, ed ora arriva a questo match con l’intento di conquistare i primi 3 punti in casa. Di fronte trova i castigliani, che nel primo incontro di stagione sono incappati in un 1-2 contro un Atletic apparso nettamente più in palla. Trasferta dura per Ebert e compagni, che però devono schiodarsi dagli 0 punti.

Liga - Neymar cerca il primo gol in campionatoDOMENICA – Il clou della giornata si concentra l’ultimo giorno della settimana, con 4 sfide che verranno disputate. Alle 19 apre la giornata il derby madrileno tra Atletico Madrid e Rayo Vallecano, 2 formazioni che hanno destato un’ottima impressione nella prima giornata di questo campionato. I “colchoneros” hanno avuto la meglio in trasferta per 1-3 sull’ostico Siviglia grazie ad un fantastico Diego Costa autore di una doppietta, mentre nella notte di mercoledì hanno pareggiato per 1-1 l’andata della Supercoppa di Spagna contro il Barcellona al Vicente Calderon. Prevedibile un ricorso al turn-over in vista della complicata trasferta al Camp Nou. Rayo Vallecano che invece, a Vallecas, quartiere della capitale da cui proviene il Rayo, ha travolto con 3 reti il malcapitato Elche,  sugli scudi Bueno autore di una doppietta di pregevole fattura. Il piccolo Rayo proverà a fare uno scherzetto ai più blasonati rivali. Alle 21 due match, Levante-Siviglia Malaga-Barcellona. La prima è una gara tra deluse della prima giornata, con i valenciani che hanno il difficile compito di reagire al tremendo 7-0 rifilato dal Barcellona al Camp Nou, un incontro in cui i rosso-blu non sono mai scesi realmente in campo. Gli andalusi, invece, proveranno a sfruttare il brutto momento psicologico degli avversari per vendicarsi del ko interno contro l’Atletico, vincitore per 1-3. Siviglia che nella serata di ieri ha comunque vinto la propria gara di Europa League, rimontando con 4 gol il pericoloso vantaggio degli ospiti polacchi dello Slask Wroclaw. Nell’altro incontro, invece, il ridimensionato Malaga del nuovo allenatore Schuster trova alla Rosaleda la terribile corazzata guidata dal Tata Martino, galvanizzata dal 7-0 con Levante e dall’1-1 infrasettimanale con l’Atletico maturato con il primo gol della nuova stella blau-grana: Neymar. In vista del ritorno di Supercoppa è preventivabile anche qui il ricorso al turn-over, mentre tutti i tifosi “culè”, aspettano il primo gol in campionato dell’asso brasiliano. Malaga che invece si prepara alla sfida con in mente nacora la sciagurata uscita di Willy Caballero che è costata la sconfitta contro il Valencia, in un match che si apprestava a finire a reti bianche. Certo che per reagire ad un sconfitta il Barcellona non è proprio l’avversario migliore. Giornata che si conclude alle 23 con un match che vi consigliamo: Real Betis- Celta Vigo. Al Benito Villamarin di Siviglia si affrontano due squadre che quest’anno potrebbero farci divertire con il loro gioco, impressione confermata dalla prima giornata. I bianco-verdi sono usciti a testa altissima dal Bernabeu di Madrid dopo aver fatto soffrire le pene dell’inferno al Real, capace di rimontare con 2 gol l’iniziale vantaggio di bomber Molina, assistito dall’interessantissimo Cedric Mabwati, congolese arrivato in estate dal Numancia, club di seconda serie, e subito autore di una prestazione fantastica nella tana dei “blancos”. Ora la truppa allenata da Pepe Mel, che ieri sera ha vinto per 2-1 in casa dei cechi dello Jablonec l’andata del play-off di Europa League, cerca i 3 punti contro il Celta estremamente offensivista dell’ex tecnico romanista Luis Enrique. I galiziani, che alla prima giornata hanno festeggiato i 90 anni dalla fondazione del club, sono partiti fortissimo con l’Espanyol, andando avanti di due reti al 47′ ma nel corso della ripresa l’Espanyol a riacciuffato il pareggio, a causa della approssimative strategie difensive purtroppo anche queste caratteristiche dell’ex giocatore del Barcellona. Nei bianco-azzurri i giocatori da segnalare sono il danese Krohn-Dehli, autore dei due assist vincenti lunedì, l’attaccante brasiliano Charles, capocannoniere dell’ultimo campionato di seconda divisione con la maglia dell’Almeria e Nolito, punta ex Barcellona e Benfica. Si preannuncia spettacolo, dunque, in quel di Siviglia.

Liga - Cristiano Ronaldo: si sbloccherà?

LUNEDI’- Chiude la giornata il posticipo delle 21 tra Granada e Real Madrid, garà che si disputerà allo stadio “Nuevos Los Carmenes” della bellissima città andalusa. Padroni di casa che arrivano alla sfida col sorriso, dato che sabato scorso a Pamplona hanno conquistato una prestigiosa vittoria esterna per 2-1 con le reti dei maghrebini El Arabi e Yebda, ed ora si preparano ad affrontare l’ostico avversario desiderosi di bissare il clamoroso successo di un anno fa, quando un incredibile autorete di Cristiano Ronaldo permise ai bianco-rossi di festeggiare degli insperati 3 punti che alla fine si rivelarono fondamentali per la salvezza. Cristiano Ronaldo che ovviamente questa volta i gol li vuole fare nella porta avversaria, cercando di sbloccarsi dopo una prima partita molto buona ma in cui è rimasto a secco, dato che i marcatori che hanno risolto il complicato incontro col Betis Siviglia sono stati Benzema ed il nuovo acquisto Isco, match-winner col suo colpo di testa. Ancelotti che quindi conta sul portoghese per vincere agevolmente e senza dover soffrire come contro il Betis, anche se non sarà così semplice dato che lo stadio ospitante è uno dei più caldi ed entusiasti di tutta la Spagna.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *