Enrico Steidler
No Comments

Chelsea-Aston Villa: presentazione e probabili formazioni

La finale di Supercoppa europea contro il Bayern (in programma a Praga il prossimo 30 agosto) obbliga i Blues ad anticipare a stasera il terzo turno di campionato contro i Villans. La stagione è appena iniziata ma la posta in palio è già altissima

Chelsea-Aston Villa: presentazione e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tra poche ore torna in campo la Premier League con un anticipo tutto da seguire: allo Stamford Bridge di Londra sono di scena il Chelsea di José Mourinho e l’Aston Villa del capocannoniere Christian Benteke (foto in alto), e il pronostico del match non è così scontato come potrebbe sembrare. Gli uomini di Paul Lambert, infatti, si presentano nella tana dei Blues con il morale caricato a mille dopo il vittorioso esordio sul campo dei Gunners (3 a 1 il finale), e per Mata e compagni l’osso si potrebbe quindi rivelare molto duro da rodere. Di sicuro la squadra di Birmingham ha fatto parecchi progressi rispetto a pochi mesi fa (non ci voleva molto, a dire il vero): resta da vedere, e tra poco lo vedremo, se saranno sufficienti per uscire indenni da casa Mourinho.

José Mourinho

José Mourinho

MISSION POSSIBLE – Parola d’ordine: capitalizzare. Il prossimo Monday Night, infatti (che vedrà i Blues far visita ai campioni d’Inghilterra del Manchester United), non sarà certo l’occasione migliore per scalare la classifica e accumulare bonus, e di conseguenza i tre punti in palio questa sera sono da conquistare a tutti i costi. L’impresa non è certo proibitiva, ma la volpe di Setúbal sa perfettamente che le prime gare di campionato (quando la condizione non è ancora al massimo) possono essere ricche di incognite e di spiacevoli sorprese: Wenger, che non è proprio un novellino, ne sa qualcosa. Tuttavia la buona prova offerta contro la matricola Hull – che poteva essere la più classica delle bucce di banana – e lo stato di salute complessivo della squadra (solo David Luiz e l’under 21 inglese Nathaniel Chalobah sono in dubbio per stasera) inducono all’ottimismo il tecnico lusitano: l’Aston Villa non è più la squadra-colabrodo della passata stagione, così almeno sembra, e davanti ha un Benteke che può far male a chiunque, ma la differenza coi padroni di casa è tanta e si dovrà farla fruttare.

VOGLIA DI RIVINCITA – Alla guida del Chelsea Mourinho non ha mai perso a Stamford Bridge: il dato può essere interpretato in tanti modi (una singolarità statistica, un record impressionante, una fortuna davvero Special, la firma del più forte, o tutte queste cose messe insieme), ma per le squadre che scendono sul campo dei Blues suona come una vera e propria maledizione, uno spettro oscuro e inafferrabile che aleggia sulla testa degli ospiti pronto a farla saltare alla prima occasione. Non la pensa così, almeno a parole, Ron Vlaar, difensore olandese dei Villans: “Se si può vincere all’Emirates” – afferma il capitano ringalluzzito dal magico opening day contro l’Arsenal – “allora lo si può fare anche stasera. Sappiamo tutti come è andata a finire l’anno scorso, e quindi vogliamo riscattarci”. In effetti il ricordo della mazzata rimediata il 23 dicembre 2012 (8 a 0 per il Chelsea e Natale da incubo) è di quelli che più brucianti non si può, e infrangere un tabù già consegnato alla storia del calcio sarebbe il modo migliore per vendicare il terrificante oltraggio subìto. Sicuramente anche Paul Lambert, tecnico dell’Aston Villa, accarezza il sogno di fare lo sgambetto allo Special One ora che la sua squadra sembra avere qualche chance in tal senso, ma le probabili assenze del difensore centrale Nathan Baker (uscito zoppicando dal campo sabato scorso per un infortunio alla caviglia), Sylla, Herd e soprattutto N’Zogbia lo obbligano a predicare prudenza e massima concentrazione: basta un niente, infatti, anche un solo microscopico calo di tensione, e la maledizione di Stamford Bridge si abbatte implacabile spazzando via gli avversari e le loro speranze più o meno ben riposte.

CHELSEA-ASTON VILLA, stasera ore 20,45

PROBABILI FORMAZIONI

CHELSEA (4-3-3): Cech, Azpilicueta, Ivanovic, Cahill, Cole, Ramires, Van Ginkel, Essien, Mata, Lukaku, Hazard. All. Josè Mourinho.

ASTON VILLA (4-3-3): Guzan, Lowton, Okore, Vlaar, Luna, Westwood, El Ahmadi, Delph, Weimann, Benteke, Agbonlahor. All. Paul Lambert.

Arbitro: Kevin Friend.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *