Filippo Di Cristina
No Comments

Taider è dell’Inter, trattativa conclusa. Assalto al Re Leone

Il giocatore, fortemente voluto da Mazzarri, arriva in neroazzurro. Al Bologna andranno 5,5 milioni più la metà di Laxalt in prestito

Taider è dell’Inter, trattativa conclusa. Assalto al Re Leone
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Saphir Taider, in azione con la maglia del Bologna

Saphir Taider, in azione con la maglia del Bologna

Finalmente la telenovela Taider si è conclusa: il dinamico centrocampista è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Il franco -algerino si trasferisce nella società di Moratti (sua fino al 3 settembre, data in cui ci sarà il passaggio di consegne con il tycoon Thohir ndr.) in comproprietà per 5,5 milioni più il prestito con diritto di riscatto della metà del giovane Laxalt, neo arrivato in casa Inter dopo il convincente mondiale under 20 giocato con la nazionale uruguaiana. Per il centrocampista un contratto quadriennale a 700 mila euro a stagione, circa il doppio di quanto percepiva nel club rossoblu. Il giovane ventunenne è stato fortemente voluto da Mazzarri per dare ossigeno e corsa al centrocampo nerazzurro.

Gli addetti ai lavori sono però dubbiosi sul ruolo che l’ex Bologna potrebbe ricoprire nello scacchiere interista: l’Algerino è più una mezzala che unisce piedi buoni a capacità di interdizione. Ai tempi della Juve (il centrocampista non ha mai giocato con i bianconeri ma è stato in comproprietà tra la squadra di Torino e il club felsineo per sei mesi, dal Gennaio a Giugno 2012) era paragonato a Marchisio per le capacità di interdizione ma anche di inserimento. Nell’ultimo anno sotto la guida di Pioli tuttavia Taider è cresciuto molto a livello tattico, quindi è possibile ipotizzarlo nel ruolo di mediano in mezzo a Kovacic e Guarin.

ALTRE TRATTATIVE – Non si spengono tuttavia le voci su Wellington del San Paolo, soprattutto se l’Inter riuscisse a strappare il giocatore brasiliano con un prestito oneroso: lui è senza dubbio il mediano che si piazzerebbe davanti alla difesa, nonché l’erede naturale di Cambiasso, Belfodil invece non si muove, lo ha comunicato l’Inter con un comunicato ufficiale dopo le voci che lo accostavano al Sassuolo, società che aveva già provato ad inserirsi nella trattativa tra Inter e Parma.

CAPITOLO ETO’O – Mazzarri intanto avrebbe chiesto Eto’o al presidente Moratti, che sarebbe ovviamente ben felice di accontentarlo: il problema sono le squadre inglesi. Nell’ordine Chelsea, Manchester United e Tottenham si sono interessate al camerunense; per la società meneghina non resta che uno spiraglio.Se ci saranno spiragli però Moratti ordinerà ai suoi uomini di fare il possibile per riportare il Re Leone a Milano, un giocatore che potrebbe far fare il salto di qualità alla squadra di Mazzarri andando a comporre un attacco fuori dal comune con la certezza Palacio, il ritorno del Principe Milito e le promesse Icardi e Belfodil.

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *