Mirko Di Natale
No Comments

Ligue 1: chi li ha visti i campioni di Francia?

Seconda giornata amara per il Psg, bloccato in casa per 1-1 dall’Ajaccio allenato da Ravanelli, vittorie importanti per le big che consolidano il primo posto. Cade il Lille a Reims, risorge il Nizza

Ligue 1: chi li ha visti i campioni di Francia?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Zlatan Ibrahimovic Psg Ligue 1

Zlatan Ibrahimovic con la maglia del PSG

La Ligue 1 francese, dopo due giornate, ha regalato grandi sconvolgimenti impensabili all’inizio. Il Paris Saint Germain, campione di Francia e logico favorito per la vittoria finale, ha raccolto il secondo pareggio in due partite in casa contro l’Ajaccio. I parigini sono ora a -4 dal quartetto formato da Lione (vittorioso nell’anticipo del venerdì), Marsiglia, Monaco e Saint Etienne.

IL RESOCONTOAd aprire il grande weekend di calcio europeo ci aveva pensato l’Olympique Lione, impegnato in casa del Sochaux, squadra modesta ma comunque sempre temibile in casa. La partita per gli ospiti non si era aperta benissimo, infatti i padroni di casa erano passati in vantaggio grazie al rigore di Boudebouz dopo soli quattro minuti di gioco. L’Ol, sotto incredibilmente, inizia a macinare gioco e, dopo aver addirittura sfiorato di subire il secondo gol, ha trovato la via del pari grazie a Benzia al minuto trentacinque. Sono stati poi il giovane e promettente Lacazette (44°) e l’ex conoscenza rossonera Gourcuff (50°) a chiudere definitivamente l’incontro sul 3-1 per gli uomini di Renè Garde.

Il sabato calcistico ha visto protagonista l’Olympique Marsiglia, vittorioso al “Velodrome” contro l’Evian Thonon Gaillard con il punteggio di due reti a zero. Per mantenere il passo del Lione ed abbattere gli avversari, ai “phocéens” sono bastati i gol di Gignac (16°) e del neoacquisto Payet (68°). Una risposta convincente a chi ha criticato la campagna acquisti marsigliese, ritenuta non adatta per competere al titolo nazionale. Risorge il Nizza, grande rivelazione dello scorso anno, che in una partita combattuta ha sconfitto il Rennes. Al gol dei rossoneri di Cvitanich (21° primo tempo), ha risposto per gli ospiti la marcatura di Olivera (48° primo tempo). La beffa però era dietro l’angolo, è stato un gol di Pied (51°) a far ottenere ai padroni di casa una bella vittoria, la prima del campionato. Ha trionfato anche il Saint-Etienne, che al termine di una prestazione sufficiente, si è sbarazzata della neopromossa Guingamp grazie al gol di Lemoine (52°). Questo successo ha consentito ai verdi di mantenersi in prima posizione in compagnia delle big. A sorpresa è caduto il Lille a Reims per 2-1, abbattuto dalle realizzazioni dello svedese Albaeck (7°) e di Glomback (67°). Il risveglio dell’ex squadra di Rudi Garcia è avvenuto troppo tardi, quando al minuto 89 Basa ha trovato un gol del tutto inutile ai fini del risultato. Il Bastia ha sbrigato la pratica Valenciennes in tre minuti (76° Bruno, 79° Ba), mentre il Bordeaux, sconfitto settimana scorsa, non è andato oltre il pareggio in casa del Tolosa (43° Diabatè (B), 45° Ben Basat).

Senza storia il match d’apertura domenicale. Se la sfida sulla carta appariva equilibrata, il campo ha invece dimostrato l’enorme forza del Monaco di Falcao e Ranieri, capace di abbattere tra le mura amiche un Montpellier rinvigorito dal pareggio contro i campioni in carica del primo turno. Ha aperto le marcature proprio il colombiano su calcio di rigore (18°), raggiunto poi dal gol di Montano al minuto 24. Ci ha pensato il giovane Riviere a risolvere il match, grazie ad una storica tripletta (la prima per lui) che gli han consentito di essere anche il capocannoniere del torneo con quattro reti nelle prime due giornate. In attesa del posticipo, alle ore 17 è andata in scena la sfida tra Lorient e Nantes. La vittoria è andata ai primi, capaci di rimontare il gol di svantaggio siglato da Veigneau (17°), grazie ad Aboubakar (39°) e Aliadere (61°). Ancora a secco il Paris Saint Germain, che con ventiquattro tiri complessivi in porta, non è andato oltre il pari contro un fortunato Ajaccio. A segnare per primo è stato a sorpresa Pedretti (8°), che ha battuto Sirigu con un destro dalla distanza. Il portiere Ochoa, un po’ come Benji Price, ha respinto tutti i tentativi dei padroni di casa, fino a quando si è dovuto arrendere ad un gran gol di sinistro di Cavani, (84°) al suo primo gol in Francia, che però non ha dato la vittoria ai suoi compagni.

CLASSIFICA – Olympique Lione 6, Monaco 6, Olimpique Marsiglia 6, Saint-Etienne 6, Valenciennes 3, Nantes 3, Rennes 3, Lille 3, Nizza 3, Reims 3, Bastia 3, Lorient 3, PSG 2, Montpellier 1, Evian 1, Sochaux 1, Bordeaux 1, Tolosa 1, Ajaccio 1, Guingamp 0.

PROSSIMO TURNO – Ajaccio-Nizza; Bordeaux-Bastia; Evian-Rennes; Guingamp-Lorient; Lilla-Saint-Etienne; Lione-Reims; Monaco-Tolosa; Montpellier-Sochaux; Nantes-Psg; Valenciennes-Marsiglia

Mirko Di Natale
Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *