Mirko Di Natale
No Comments

Liga BBVA: Real Sociedad-Getafe apre la prima giornata

Barcellona e Real Madrid esordiscono in casa rispettivamente contro Levante e Betis Siviglia, mentre spiccano sfide interessanti come Valencia-Malaga e Siviglia-Atletico Madrid

Liga BBVA: Real Sociedad-Getafe apre la prima giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Il logo ufficiale della Liga BBVA 2013/2014

Il logo ufficiale della Liga BBVA 2013/2014

Il countdown per l’inizio della stagione 2013/2014 in Spagna è ufficialmente terminato. Domani infatti, alle ore 19, la Liga aprirà ufficialmente i battenti con il campionato numero 83, che vede il grande ritorno del Villarreal oltre a quello di Elche ed Almeria, promosse dalla Segunda Division.

GUARDA LA PRESENTAZIONE COMPLETA DELLA LIGA BBVA 2013/2014: RIPARTE LA LIGA, TUTTE DIETRO A BARCELLONA E REAL MADRID

VIVA LO SPEZZATINO – La prima giornata del campionato è un autentico spezzatino, in quanto solo quattro incontri (due il sabato e due la domenica) saranno giocati in contemporanea. Sarà lo stadio “Anoeta” di San Sebastian, il palcoscenico della prima sfida con cui si inaugurerà la stagione. La Real Sociedad, quarta a sorpresa nell’ultima Liga, esordirà in casa contro il Getafe. A seguire le sfide di Real Valladolid-Athletic Bilbao (ore 21) e Valencia-Malaga (ore 23). Il “Mestalla” vedrà lo scontro tra la quinta e la sesta potenza dell’ultimo torneo ed entrambe le squadre hanno in comune il fatto di essersi parecchio indebolite nell’ultima campagna acquisti. Se i padroni di casa hanno perso il loro bomber Roberto Soldado, accasatosi al Tottenham, gli ospiti hanno venduto i loro migliori calciatori (Isco tra tutti) e con una formazione ridotta parecchio all’osso, puntano ad una stagione di media classifica dopo la favola della Champions League dello scorso anno, quando vennero eliminati al minuto 93 dal Borussia Dortmund finalista.

REAL E BARCELLONA, ESORDIO FACILE – La domenica calcistica vedrà scendere in campo Messi e compagni, avversari di giornata (e si spera non l’ennesima vittima sacrificale) il modesto Levante. L’attesa sarà vedere il gioiellino Neymar coesistere con la “pulce”, anche se però l’argentino, che ha saltato la sfida di Roma contro l’Italia con la propria nazionale, potrebbe essere in forte dubbio per l’esordio del suo Barcellona. Sarà poi la volta di Real Madrid-Betis Siviglia e Osasuna-Granada tenere impegnati alle ore 21 i telespettatori sul divano di casa. Di maggiore interesse è sicuramente il primo match, con i “blancos” che dovranno dimostrare di essere alla pari con gli eterni rivali dopo un mercato faraonico all’insegna della gioventù (Illarramendi, Carvajal ed Isco ne sono una riprova). Il tutto sotto la guida del direttore d’orchestra Carlo Ancelotti, arrivato a Madrid con lo scopo di ripetere i successi ottenuti a Milano e Londra. Il Betis sarà, come il Levante, la vittima sacrificale della prima giornata di Liga? Termina il turno domenicale l’altra squadra di Siviglia, che senza il proprio bomber Alvaro Negredo (ma con un Kevin Gameiro in più), affronterà l’Atletico Madrid di Diego Simeone, alla sua terza stagione alla guida dei “Colchoneros”. David Villa, chiamato a rimpiazzare Radamel  Falcao passato al Monaco, è pronto a scardinare ogni difesa avversaria e dimostrare alla sua ex squadra, che chi ha segnato 173 gol con tre maglie diverse in Liga, non vale “solo” 5 milioni di euro.

LE NEOPROMOSSE SI MOSTRANO – Il lunedì di campionato vedrà il ritorno delle neopromosse nella massima manifestazione tra club in Spagna. La prima a mostrarsi sarà l’Elche (vincitore della scorsa Segunda Division) che a Madrid sfiderà il Rayo Vallecano. Il “Monday Night” proseguirà poi con Almeria-Villarreal ed infine, con la sfida che terminerà l’intera giornata tra Celta Vigo-Espanyol. In Italia, saranno Sky e Mediaset Premium ad occuparsi delle dirette di tutti gli incontri della Liga BBVA, attraverso il programma “Fox Sports” che trasmetterà il pacchetto completo di partite di tutta la stagione.

Mirko Di Natale
Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *