Luca Guerra
No Comments

Il cuore dice basta, l’ex romanista Doni saluta il calcio

Un nuovo problema cardiaco costringe Doni, ex portiere della Roma, al ritiro dal calcio giocato: "Ho poco tempo per pensare a ciò che mi è capitato, ora voglio pensare al futuro."

Il cuore dice basta, l’ex romanista Doni saluta il calcio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
L'ex portiere della Roma Doni lascia il calcio giocato

L’ex portiere della Roma Doni lascia il calcio giocato

La notizia era nell’aria dallo scorso febbraio, ora è arrivata la triste ufficialità. Doniéber Alexander Marangon, meglio conosciuto come Doni, 33enne ex portiere della Roma e del Liverpool, è costretto a ritirarsi dal mondo del calcio per problemi di cuore. Lo ha annunciato lui stesso spiegando all’agenzia di stampa brasiliana Estado che “Dio non vuole che giochi piu’ al calcio”. Così Doni ha deciso di accantonare il progetto di rientrare al calcio giocato disputando il campionato paulista del 2014 nelle file del Botafogo di Riberao Preto, club che lo lanciò dodici anni fa nello sport professionistico. I nuovi problemi di aritmia evidenziati dagli esami cardiaci a cui si sottopone regolarmente dopo aver rischiato di morire (il suo cuore si fermò per 25 secondi durante un controllo) ai tempi in cui era al Liverpool, hanno convinto l’ex portiere della Roma a ritirarsi dall’attività agonistica.

UN PROBLEMA GIA’ NOTO – Anche i medici della Roma erano a conoscenza di questo problema: gli esami clinici all’epoca avevano evidenziato una aritmia, causata forse da un virus contratto nell’infanzia. Lo staff sanitario del Liverpool ha però sottoposto in febbraio il portiere a controlli più accurati e durante gli esami qualcosa non aveva funzionato. “Lasciare mi dispiace soprattutto per mio figlio Nicholas che avrebbe voluto rivedermi in campo – ha spiegato Doni, ingrassato di dieci chili (ne pesa 104) da quando ha smesso di giocare – ma non posso fare altro. Avrei voluto giocare un altro po’ per lui, ma non sara’ possibile anche se ho ancora nostalgia del campo. Sono già morto una volta, ora farò l’impresario” a San Paolo, dove organizza la mostra “Il mondo dei dinosauri” che, nei principali shopping center di San Paolo presenterà resti di questi animali della preistoria e li farà rivivere in 3D. “Ho poco tempo per pensare a ciò che mi è capitato – ha continuato Doni – ora voglio pensare al futuro e anche alla Roma, con cui continuerò ad avere rapporti“. La vita continua anche fuori dal rettangolo verde, questo il messaggio dell’ex portiere della Roma, che proprio per il club di Trigoria creerà la prima scuola calcio ufficiale dei giallorossi in Brasile i cui migliori talenti saranno segnalati ai dirigenti romanisti. Boa vida, Doni.

Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *