Mirko Di Natale
No Comments

Fiorentina sconfitta anche a Lisbona… è un campanello d’allarme?

Le due sconfitte contro Villarreal e Sporting Lisbona sono arrivate come un fulmine a ciel sereno in casa viola. Potrebbe essere letto come un campanello d’allarme?

Fiorentina sconfitta anche a Lisbona… è un campanello d’allarme?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Mario Gomez con la maglia della Fiorentina

Mario Gomez, zero gol nelle due prestazioni in terra Iberica

Che il calcio d’agosto non abbia fatto bene alle squadre italiane, non è poi tanto un mistero. Dopo Juventus, Inter, Milan e Roma (la migliore per i risultati ottenuti), è toccato anche alla Fiorentina subire l’onta della sconfitta. La viola, che è una delle candidate al titolo grazie alla splendida campagna acquisti, ancora in ritardo di condizione è stata sconfitta in Spagna dal Villarreal e in Portogallo dallo Sporting Lisbona nelle ultime due uscite amichevoli.

COSA PREOCCUPA – Il mini tour nella penisola iberica era un banco di prova importante per gli uomini di Montella per verificare la condizione della squadra in vista dell’esordio in Europa League contro gli svizzeri del Grasshopper. Ed invece, con enorme stupore da parte di tutti (e non solo dei tifosi fiorentini), la viola ha incassato cinque gol senza realizzarne nemmeno uno. Villarreal e Sporting Lisbona sono formazioni con blasone, ma. rispetto all’attuale Fiorentina, almeno sulla carta, si pensava fossero più deboli. Al “Madrigal” è andato in scena l’amarcord degli ex Gonzalo Rodriguez, Giuseppe Rossi e Borja Valero, fermi a pensare al passato dimenticandosi forse del presente in quel match. Gli spagnoli hanno avuto ragione di una brutta Fiorentina, lenta ed impacciata, non a suo agio in quel 4-3-3 scelto inizialmente dal proprio tecnico. Nemmeno con il 3-5-2 proposto contro lo Sporting, nobile decaduta del calcio portoghese, è scattata la scintilla che tutti si aspettavano. La prestazione è stata migliore a livello quantitativo, ma decisamente non all’altezza di chi vuole vincere in Italia. I viola ci hanno provato, ma complici gli errori di David Pizarro (sul primo gol), Stefan Savic (sul secondo) e di Juan Cuadrado (sul terzo), hanno spalancato le porte all’ennesima battuta d’arresto. Anche il nuovo acquisto Mario Gomez, che ha infiammato i sostenitori al giorno del suo arrivo a Firenze, ha sbagliato un gol semplice che poteva portare i suoi al pareggio.

LE ULTIME DI MERCATO – Le brutte prestazioni hanno acceso una “spia rossa” e, come riportano le ultime indiscrezioni, la dirigenza viola starebbe pensando a Xabi Alonso per il centrocampo. A lanciare la notizia è il quotidiano La Nazione aggiungendo inoltre che è una trattativa molto difficile da mandare in porto, ma la dirigenza della Fiorentina cercherà comunque di concluderla. Per il ruolo di portiere invece, Stefano Sorrentino ha scavalcato definitivamente Julio Cesar, con il brasiliano che è un ipotesi non percorribile come dichiarato da Daniele Pradè da Lisbona.

Queste amichevoli estive non significano nulla a livello di risultati, e in un certo senso, la Fiorentina si è adeguata alle prestazioni delle altre squadre italiane. Infatti, se sono arrivati questo tipo di risultati, è anche per (de)merito dei pesanti carichi di lavoro, che oggi fanno perdere e domani faranno vincere. La prova del nove avverrà il 22 agosto, se in quella occasione si rivedrà lo stesso atteggiamento delle sconfitte patite nella penisola iberica, allora non sarà più una blasfemia scrivere di un campanello d’allarme che sta suonando incessantemente in casa viola.

Mirko Di Natale

Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *