Nicoletta Pezzino
No Comments

Mondiali di Scherma: le ragazze sono d’oro, delusione per la sciabola

Le campionesse olimpiche e europee conquistano la medaglia d'oro ai mondiali di Budapest confermando ancora una volta la loro superiorita in pedana

Mondiali di Scherma: le ragazze sono d’oro, delusione per la sciabola
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Arianna Errigo, due medaglie d'oro di scherma a Budapest

Arianna Errigo, due medaglie d’oro di scherma a Budapest

La squadra del fioretto femminile sale sul gradino più alto del podio nella sesta giornata dei Mondiali di scherma che si stanno svolgendo a Budapest. Il quartetto composto dalla neo campionessa Arianna Errigo, Elisa di Francisca, Valentina Vezzali e Carolina Erba confermano, se ce ne fosse ancora bisogno, la superiorità della scuola italiana nella disciplina del fioretto.

DOMINIO ITALIANO: Le campionesse olimpiche di scherma hanno dovuto superare l’ultimo ostacolo rappresentato dalla Francia che sono scese in pedana con: Guyarty, Meitrejean, Thibus e Blaze. Una finale a senso unico: le azzurre concedono solo 18 stoccate alle transalpine che nulla posso fare di fronte alle numero 1 del ranking mondiale. Con questa vittoria, il fioretto femminile porta casa la terza medaglia insieme all’oro individuale di Arianna Errigo e il bronzo di Elisa Di Francisca, dimostrando ancora una volta di rappresentare una grande risorsa per il movimento italiano. Una menzione particolare per Carolina Erba, la meno esperta delle tre colleghe, che al suo primo Mondiale ha dimostrato grande personalità in pedana concedendo solo 6 assalti alle sue avversarie francesi.

PERCORSO PRIVO DI OSTACOLI – L’ennesima medaglia conquistata senza nessun tipo di fatica per le nostre fiorettiste che intraprendono la loro marcia trionfale travolgendo il Brasile con il risultato di 45-12 agli ottavi. Il Dream team riesce agevolmente a superare l’ostacolo della Cina con un netto 45-20 che gli permette così di andare in semifinale dove le italiane scendono in pedana contro la Corea del sud, ma anche in questa occasione non c’è stata storia: l’Italia vince con il punteggio di 45-19 e volano in finale.  Durante tutti gli assalti, le coreane non sono mai riuscite ad impensierire le ragazze guidate dal tecnico Cipressa che riescono a gestire quasi alla perfezione l’intera gara.

SCIABOLA AMARA – Mondiale di scherma da dimenticare, invece, per gli azzurri della sciabola maschile che, dopo il bronzo olimpico, non riescono a riscattarsi dopo le deludenti prestazioni nelle gare individuali. Il team formato da Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Luigi Samele e Enrico Berrè si sono imposti contro il Giappone con il punteggio di 45-32, ma sono stati sconfitti ai quarti di finale dalla Bielorussia per 45-43. Match combattuto stoccata dopo stoccata, a niente è valsa la rimonta sul 43-43 di Aldo Montano , il più positivo fra gli sciabolatori, che si è dovuto arrendere sul finire a Buikevich.

Nicoletta Pezzino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *