Ruggiero Daluiso
No Comments

Villarreal-Fiorentina 2-0, iniziano le prime difficoltà per Montella

Allo stadio Madrigal va in scena il Trofeo Cerámica tra i padroni di casa del Villareal e la squadra di Montella, con gli spagnoli che si impongono per due reti a zero sugli ospiti gigliati

Villarreal-Fiorentina 2-0, iniziano le prime difficoltà per Montella
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Va bene che il Trofeo Cerámica non era esattamente l’obiettivo principale della stagione della Fiorentina, va anche bene che le amichevoli estive lasciano il tempo che trovano, soprattutto se si parla di squadre che hanno svolto una preparazione finalizzata a mettere benzina nelle gambe per una stagione lunga e con tante competizioni con cui confrontarsi, ma la Fiorentina vista ieri sera ha obiettivamente lasciato a desiderare, regalando a Montella non pochi grattacapi. Nella calda serata spagnola scendono in campo due squadre ancora non al top della forma e a risentirne non può che esserne lo spettacolo: ritmi bassi, gioco compassato, gambe imballate, tutti elementi che inevitabilmente cozzano con il bel gioco, ma mentre il Villarreal trova in un rinato Giovani Dos Santos il mattatore della serata, capace di saltare l’uomo e proporre assist e bel gioco, la Fiorentina trova molti errori con una difesa a quattro scoperta e anche un po’ di sfortuna, dato che subisce il goal del raddoppio iberico nel suo momento migliore del match.

Mario Gomez con la maglia della Fiorentina

Mario Gomez con la maglia della Fiorentina

COSA NON VA – Il reparto che ha mostrato più il fianco è stata senza dubbio la difesa, che con Savic e Compper come centrali è stata fatta a fette dalla velocità e dall’estro di Dos Santos. Male anche la mediana, imprecisa e sulle gambe, con Aquilani lontano dalla sua forma migliore e il giovane Bakic che forse soffre troppo la pressione di un grande palcoscenico come quello del Madrigal.

COSA VA – Anche se il tabellone dice 0 goal, il reparto che si è salvato parzialmente da un giudizio negativo è l’attacco: escludendo Mario Gomez, che non ha ricevuto palloni giocabili, si è potuta comunque apprezzare l’abnegazione dei velocisti Cuadrado e Joaquin, sempre pericolosi e pronti a innescare il gioco sulle fasce.

LE DICHIARAZIONI DI MONTELLA – Nel post-partita il tecnico viola, ai microfoni di RadioBlu, commenta la debacle della sua squadra: “Avevamo bisogno di partite di questo tipo, mentalmente non siamo ancora pronti. Abbiamo corso tanto ma non lo abbiamo fatto da squadra: non eravamo concentrati al 100%. Sono sicuro che i ragazzi faranno tesoro di questa partita”.

Insomma niente drammi ma una moderata e sana preoccupazione, e domenica si riparte con lo Sporting Lisbona, aspettando il preliminare di Europa League contro il Grassopher.

Carlo Andrea Mercuri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *