Antonio Foccillo
No Comments

Rivoluzione Anzhi: stop alle spese pazze e big in vendita

Da Willian a Denisov, da Traorè a Samba, ma soprattutto Samuel Eto'o, con Napoli e Milan che potrebbero farci un pensierino.

Rivoluzione Anzhi: stop alle spese pazze e big in vendita
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Il camerunense è attualmente in forza all'Anzhi

Il camerunense è attualmente in forza all’Anzhi

Il giocattolo alla fine si è rotto. Dopo il Malaga, rimasto senza lo sceicco Al-Thani che ha lasciato per dissapori sullo stadio, anche l’Anzhi vede ridimensionate le sue ambizioni. Il magnate russo Suleiman Kerimov, proprietario del club, sarebbe infatti deluso dalle recenti prestazioni della sua squadra, tredicesima dopo quattro giornate e avrebbe deciso di prendere in mano la situazione rivoluzionando tutto.

FRENO AGLI INVESTIMENTI E BIG SUL MERCATO – Kerimov avrebbe deciso di porre fine agli investimenti onerosi condotti fino ad ora, riducendo di un terzo i fondi per il mercato e mettendo in vendita praticamente metà squadra . Il magnate russo non ha intenzione di sostenere i pesanti ingaggi di Willian, Traorè, Samba, Denisov e soprattutto Eto’o, il calciatore più pagato al mondo, volendo quindi ristrutturare tutta la società. Anche l’attuale tecnico, Renè Meulensteen, dovrebbe ricevere il ben servito, con la squadra affidata a Haji Hajiyev. Nelle prossime ore ci saranno maggiori dettagli sulle intenzioni del tycoon russo.

UN SOGNO DI MEZZA ESTATE CHIAMATO SAMUEL ETO’O – Alla notizia della svendita in Daghestan, le big di tutta Europa non si faranno trovare impreparate. Anche le nostre potrebbero dire la loro, dato che tra i più appetibili c’è un certo Samuel Eto’o, già passato nel nostro campionato con risultati eccezionali ai tempi dell’Inter di Mourinho. Sul camerunense potrebbe scatenarsi un duello serrato tra Napoli e Milan, entrambe alla ricerca di un rinforzo nel reparto avanzato. Il Napoli, viste le difficoltà per arrivare a Jackson Martinez, potrebbe virare con forza sull’ex bomber di Barcellona e Inter, assicurandosi così un giocatore di esperienza internazionale, dal grande senso del goal e che si integrerebbe perfettamente con Higuain. Benitez lo conosce, avendoci lavorato per sei mesi e il suo arrivo farebbe decollare l’entusiasmo dei tifosi partenopei, già galvanizzati dall’acquisto del Pipita. C’è da capire però la collocazione tattica che avrebbe il giocatore, difficilmente riposizionabile sull’esterno in un 4-2-3-1, modulo mai gradito anche ai tempi dello Special One, se non come prima punta. Il Milan invece potrebbe regalare ad Allegri e ai suoi tifosi, il tanto desiderato botto di fine mercato. La possibilità che il giocatore possa addirittura svincolarsi non lascia insensibile  Adriano Galliani, sempre pronto a fiutare occasioni a parametro zero. Qualcuno potrebbe obbiettare che l’affare non sarebbe in linea con la nuova politica giovanile condotta dal club rossonero, ma la possibilità di portare a Milano Eto’o e di schierarlo in un tridente con Balotelli ed El Shaarawy, probabilmente esula da ogni tipo di ragionamento societario. Senza contare il godimento nell’effettuare l’ennesimo sgarbo ai cugini nerazzurri, schierando nel derby lui e Super Mario. Trattative non ce ne sono, queste sono solo supposizioni e congetture, ma il mercato è appena entrato nel vivo e per tutti i tifosi è lecito sognare.

Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *