Redazione
No Comments

Roma, 18.000 abbonati e tanta voglia di riscatto

Nonostante le delusioni degli ultimi due anni i tifosi giallorossi restano vicini alla squadra

Roma, 18.000 abbonati e tanta voglia di riscatto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La sconfitta nel derby del 26 maggio 2013, quella del “T’ ho alzato la coppa in faccia” è stato un boccone amarissimo da digerire per tutti i tifosi giallorossi. La rabbia per aver perso la finale contro la Lazio ha pervaso tutti coloro che amano la Roma a tal punto da arrivare alle dure contestazioni messe in scena al raduno di Trigoria e nel ritiro di Riscone di Brunico. La rabbia per la sconfitta però oltre alla delusione ha fatto nascere nel tifoso romanista tanta voglia di riscatto, una vera e propria fame. La società ha capito questo ed ha lanciato la campagna abbonamenti con lo slogan “Nessuno ha più fame di noi“.

SLOGAN AZZECCATO, RISULTATI INASPETTATI – A dire il vero però, pur tenendo conto della voglia di riscatto e della “fame” in pochi avrebbero pronosticato la sottoscrizione ad oggi di ben 18.000 tessere con conseguente esaurimento dei posti in Curva sud, come è stato possibile? E’ vero che la “Roma non si discute si ama“, è vero che c’è voglia di rivincita, è vero che lo slogan è azzeccato ma è anche vero che il tifoso per entusiasmarsi d’estate ha bisogno di volti nuovi, possibilmente di grande caratura, anche da questo punto di vista al momento la società non ha deluso.

Sono arrivati calciatori del calibro di Strootman, Maicon, Benatia e Gervinho che hanno sopperito benissimo alla partenza di Marquinos verso Parigi. Il tutto va sommato alla grande carica di mister Garcia che in poco tempo ha saputo conquistare la fiducia dei tifosi, alla voglia di riscatto di Daniele De Rossi e alla solita voglia di stupire di Francesco Totti. Tutti questi fattori uniti ad una campagna marketing di alto livello con iniziative intelligenti come la possibilità per l’abbonato di votare per scegliere la terza maglia hanno portato all’ottimo risultato attuale che di sicuro è destinato soltanto a crescere.

La speranza a questo punto, per i tifosi della Roma, è che questa fame sia destinata ad essere saziata, dopo anni di digiuno e delusioni.

Adriano Antonucci

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *