Filippo Di Cristina
No Comments

Cristiano Ronaldo, il nuovo Paperon de’ Paperoni

Cristiano Ronaldo pronto a divenire uno dei giocatori più pagati della storia del calcio. Secondo Marca il suo prolungamento col Real avviene a cifre esorbitanti.

Cristiano Ronaldo, il nuovo Paperon de’ Paperoni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cristiano Ronaldo - Cr7 con la maglia del Portogallo

Cr7 con la maglia del Portogallo

Le voci sul rinnovo di Cr7 alias Cristiano Ronaldo si susseguono senza sosta negli ambienti madrileni e scuotono la stampa internazionale. L’entourage del giocatore e il portoghese stesso smentiscono l’accordo mentre, per la testata giornalistica Marca, l’affare è concluso.

CONTRATTO RICCHISSIMO – Se quanto affermato dal giornale spagnolo fosse vero, ci troveremmo davanti ad uno dei contratti più ricchi della storia del calcio moderno. Quello firmato dal portoghese prevedrebbe un ingaggio di 17 milioni a stagione e una clausola rescissoria di 1 miliardo di euro con la quale il Real Madrid si tutela da eventuali follie da sceicco e con il quale il lusitano si legherebbe a vita con la squadra blanca di Madrid. Forse la dirigenza del Real sta aspettando il momento migliore per annunciare l’avvenuta firma del contratto e quel momento potrebbe,magari, essere successivo o contemporaneo all’ingaggio di Gareth Bale.

SIMBOLO INDISCUSSO – Con questo contratto il Real Madrid innalzerebbe Cr7 a simbolo indiscusso, premettendo che il portoghese è già il giocatore da copertina di questo Real. Ma dietro l’aria da spaccone, dietro quell’apparenza da ragazzo strafottente c’è un simbolo anche di vita. Già, perché al di là dei soldi del contratto, schiaffo ad un’Europa in crisi, c’è un ragazzo che di brutte esperienze ne ha passate tante su tutte la morte del padre causata da problemi con l’alcool.

MOU vs CR7 – Le parole di Josè Mourinho nei scorsi giorni hanno creato scalpore e di certo infastidito il talento di casa Real;  il tecnico connazionale di Cristiano Ronaldo aveva affermato di avere allenato il vero Ronaldo, quello brasiliano, quando era il secondo allenatore del Barcelona nel 1996. Per tutta risposta Mou si è visto recapitare una risposta pacata e a tratti polemica dato che cr7 ha dichiarato che le parole dello special One non meritano nemmeno di essere commentate.

Filippo Di Cristina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *