Nicoletta Pezzino
No Comments

Juventus, Tevez e Llorente: flop o top players?

Le brutte sconfitte in amichevole e le prestazioni non esaltanti dei nuovi attaccanti preoccupano Antonio Conte che esige un cambio di rotta dei suoi uomini.

Juventus, Tevez e Llorente: flop o top players?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte preoccupato per la sua Juventus

Antonio Conte preoccupato per la sua Juventus

I due volte campioni d’Italia della Juventus hanno iniziato nel peggior modo possibile la loro tournée estiva che li doveva vedere, invece, protagonisti insieme agli altri top club europei. Le sconfitte contro l’Everton e i Los Angeles Galaxy nella Guinness Championship hanno fatto scattare l’allarme in casa bianconera. E’ vero, si tratta solo di amichevoli estive e probabilmente i giocatori non hanno ancora assorbito i carichi di lavoro di Antonio Conte ma le prestazioni dei bianconeri sono state deludenti.

PERICOLO FLOP – Al di là della condizione fisica della squadra, l’avvenimento che sta destando clamore è il fatto che la nuova coppia d’attacco formata da Tevez e Llorente è ancora a secco di gol. Tifosi e non, iniziano già a interrogarsi: saranno dei flop di mercato? Che Tevez non sia uno stakanovista probabilmente ne sono al corrente un po’ tutti. Ai tempi del City, l’argentino dichiarò di non gradire i metodi di allenamento di Roberto Mancini. “Non siamo contenti col programma di allenamento di Mancini, siamo alla fine della stagione e continua a farci fare le doppie sedute anche prima di impegni importanti. E’ una cosa che non capisco” aveva dichiarato il sudamericano. Ma qui alla Juventus la musica non è cambiata, fin dal primo giorno l’Apache ha capito che con Antonio Conte non si scherza. “Qui ho subito capito che si corre molto di più rispetto a quanto facevo prima in Inghilterra” aveva affermato Tevez subito dopo la prima seduta di allenamento in bianconero. Proprio per questo motivo l’attaccante argentino, al contrario, non sembra preoccupato del suo digiuno dal gol. “Sto lavorando molto intensamente ed è normale essere un po’ stanchi. E’ dai tempi del Boca Juniors che non mi allenavo così tanto – ha dichiarato Carlitos – L’obiettivo è quello di arrivare pronti alla Supercoppa , il 18 agosto, e partite come quella contro i Galaxy sono utili per prepararsi al meglio. Conte è molto attento anche all’aspetto tattico, quasi maniacale. Cerco in tutti i modi di lavorare bene sugli schemi e curare anche i particolari.”

Anche Fernando Llorente non è riuscito ancora a regalare una rete ai suoi nuovi tifosi. Durante i minuti in cui è stato impiegato da Conte, lo spagnolo è sembrato ancora imballato e un po’ macchinoso. La preoccupazione della Juventus che Llorente possa ripercorrere il percorso di giocatori come Bojan Krkic, Josè Mari, Gaizka Mendieta, Javi Morento, tanto per citare alcuni nomi, è dietro l’angolo. L’approdo di calciatori spagnolo in serie A, infatti, è caratterizzato da un trend piuttosto negativo. La differenza tattica tra la Liga e il nostro campionato ha sempre messo in difficoltà gli iberici, giocatori di grande qualità sicuramente, ma che non sono abituati a giocare contro squadre che curano in maniera estremamente minuziosa la fase difensiva. Anche Fernando Llorente però, come il suo compagno d’attacco, è fiducioso per il suo futuro alla Juventus. “Non è adesso che si fanno i bilanci, le somme bisogna trarle alla fine. E dunque restiamo tranquilli e ottimisti, in ritiro stiamo faticando e stiamo lavorando bene.”

UN CONTE FURIOSO – Tevez e Llorente non si stanno dimostrando preoccupati del negativo inizio della loro squadra ma c’è chi non la pensa come loro: Antonio Conte, dopo due scudetti vinti con la Juventus, è preoccupato che l’appagamento della sua squadra sia la causa delle due sconfitte negli USA. “Bisogna aumentare la concentrazione, essere bravi sul campo e non accontentarci di sentirselo dire – ha dichiarato Conte – Da quando abbiamo iniziato non abbiamo mai vinto una partita, è ora di cambiare musica.” Il prossimo impegno per gli uomini di Antonio Conte sarà contro l’Inter, per l’assegnazione del penultimo e ultimo posto dell’International Champions Cup, dove il mister ha deciso di schierare buona parte dei nazionali per consentire loro di arrivare in buone condizioni per la supercoppa contro la Lazio. In quell’occasione non ci saranno scuse.

Nicoletta Pezzino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *