Walter Molino
No Comments

Napoli: si puntella la difesa, Skrtel vicino

Accordo quasi raggiunto con Skrtel; manca ancora un vice Higuaín per completare la rosa.

Napoli: si puntella la difesa, Skrtel vicino
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Aurelio de Laurentiis

Il Presidente Aurelio De Laurentiis

Dopo l’ultimo posto rimediato dal Napoli nell’Emirates Cup con Galatasaray, Porto e Arsenal, la squadra di De Laurentiis torna a guardare sul mercato per cercare di riempire gli ultimi tasselli per consegnare a Benítez una rosa competitiva per vincere lo scudetto. Gran parte dei soldi incassati con la cessione di Cavani sono stati investiti, ma gli azzurri non si fermano qui e vogliono continuare a stupire i propri tifosi con acquisti importanti: un altro attaccante, un difensore centrale e forse un centrocampista.

EMIRATES NEGATIVO – Il torneo amichevole disputatosi a Londra in questo fine settimana ha fatto registrare sicuramente un passo indietro rispetto all’amichevole contro il Galatasaray. Contro l’Arsenal, almeno nel primo tempo, si è visto un Napoli pimpante, pronto a sfruttare gli errori degli avversari; ma già nel secondo tempo le lampadine si sono un po’ fulminate e l’Arsenal ha fatto la partita rimontando i due goal di svantaggio. Higuaín ha giocato solo il secondo tempo, ma senza nessun acuto, penalizzato anche dalla scarsa assistenza dei compagni. Del resto una cosa è fare 20 goal in campionato essendo serviti da Cristiano Ronaldo, Di María e Ozil e un’altra cosa sarà rifarli con Callejón, Insigne e Mertens. Contro il Porto il giorno dopo, le cose sono andate ancora peggio, con errori difensivi ed autogoal assurdi. Addirittura nella classifica finale il Napoli ha chiuso al quarto punto sotto l’Arsenal per differenza reti. Prossimo test amichevole il 9 contro il Benfica al San Paolo.

VICE HIGUAÍN – Per rimpinguare l’attacco partenopeo orfano del Matador, sono già stati sborsati 40 milioni di euro al Real Madrid per comprare Gonzalo Higuaín, ma a parte il possibile adattamento di Pandev come punta centrale, la riserva naturale dell’argentino sarebbe Calaiò. Il primo nome su cui si era puntato era quello del colombiano Jackson Martínez, attaccante del Porto. Il club e l’agente avevano già raggiunto un accordo, ma la società portoghese non ha voluto fare sconti. Il Porto ha già venduto ed incassato diversi milioni di euro, per cui non ha alcuna necessità di liquidità, ed ha rifiutato varie offerte del Napoli che superavano anche i 30 milioni di euro. L’unico modo per acquistarlo sarebbe stato pagare l’intera clausola rescissoria pari a 40 milioni di euro, ma De Laurentiis per il momento ha preferito lasciar stare questa pista. Affare ben più Low cost potrebbe essere Alessandro Matri, magari in uno scambio con Zúñiga, tanto ambito dal club bianconero, saltelli a parte, e in scadenza al 2014. Un’altra pista più internazionale ha invece il nome di Gignac, attaccante del Marsiglia classe 85, che con una quindicina di milioni trattabili si porta a casa.

SKRTEL, QUASI FATTA – Un altro ex giocatore di Benítez, sta per raggiungerlo. Martin Skrtel, classe 84 difensore slovacco del Liverpool, sarebbe un’altra richiesta del tecnico spagnolo. Ci sono ancora dei problemi sulla formula, perché il Napoli lo vorrebbe in prestito oneroso con diritto di riscatto, ma probabilmente si accontenteranno le richieste del Liverpool che chiede circa 7 milioni di euro per l’acquisto a titolo definitivo. L’ingaggio del giocatore non raggiungerebbe i 2 milioni annui. A quel punto ci sarebbero due posti per Cannavaro, Skrtel e Raul Albiol. In difesa si sta muovendo specialmente in uscita il DS Bigon, che ha ceduto Fideleff al Tigre e conta di piazzare anche Fernández in Spagna e forse anche Gamberini. Nelle prossime ore dovrebbero chiudersi tutte queste operazioni.

 Walter Molino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *