Antonio Fioretto
No Comments

Milan, il caso Niang

Il Senegal convoca l'attaccante rossonero Niang e scoppia un caso: Raiola smentisce, il ct senegalese lo accoglie

Milan, il caso Niang
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Niang - El ShaarawyLa notizia rimbalzata ieri sul web riguardante Mbaye Niang, giovane e talentuosissimo attaccante del Milan, ha del clamoroso. Il 18enne giocatore rossonero avrebbe deciso di cambiare la maglia della propria Nazionale. Dopo aver fatto tutta la trafila con la casacca della Francia, ora è pronto a lasciare i galletti e a indossare la maglia del Senegal.

L’annuncio è giunto dal ct della Nazionale africana, Alain Giresse,  che ha asserito: “Niang mi ha detto che ha scelto il Senegal. Lo tenevo d’occhio da molto tempo“. La verità, come si apprende dalle colonne della Gazzetta dello Sport, è che Niang aspetterà la Francia. La convocazione del Senegal è arrivata, ma Mino Raiola, procuratore del giocatore, ha detto a chiare lettere che il giocatore non lascerà la nazionale francese. 

La Francia ha portato Niang fino all’Under 21, sottolineando così il suo talento e le sue capacità, dal momento che il giocatore non super i 18 anni. Poi, a causa di una notte brava passata in discoteca alla vigilia di Francia-Norvegia, la federazione transalpina lo sospese per un anno. Ecco che, in seguito a questa sorta di squalifica, il Senegal si è fatto avanti convocando il giocatore. Il caso, questo è certo, non è ancora giunto alla fine.

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *