Andrea Croce
No Comments

Barcellona, Gerardo Martino si presenta: “Non mi manda Messi”

Idee chiare e tanta grinta nella prima conferenza stampa del nuovo tecnico

Barcellona, Gerardo Martino si presenta: “Non mi manda Messi”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gerardo Martino, tecnico del Barcellona Barça

Gerardo Martino, tecnico del Barcellona

E’ iniziata l’era del “Tata Martino” a Barcellona. Il primo vero passo della nuova importantissima avventura per il tecnico argentino si è compiuto questo pomeriggio con la conferenza stampa di presentazione svoltasi nella sala stampa del Camp Nou.

NESSUN RIPIEGO – Insieme al mister di Rosario erano presenti il direttore tecnico Andoni Zubizarreta ed il direttore sportivo ed il vice presidente Josep Bartomeu. Zubizarreta ha tenuto immediatamente a precisare che il tecnico ex Newell’s è stata la prima ed unica scelta per il dopo Villanova, smentendo anche le seguenti domande riguardo a Luis Enrique come prima opzione. “La mia prima opzione è il Tata Martino“, ha dichiarato categoricamente l’ex portiere basco.

NUOVA ESPERIENZA – Martino ha poi risposto alla valanga di domande provenienti dall’amplia platea di giornalisti che assiepavano la sala stampa. Innanzitutto ha voluto salutare Tito Vilanova, con cui ha dichiarato di aver parlato nei giorni scorsi, augurandogli il meglio per il proprio futuro, ed inoltre si è dichiarato estremamente onorato di poter allenare un club del blasone del Barça, ricco di storia e di prestigio. Passando alle domande di carattere tecnico, “el Tata”, si è detto non preoccupato del fatto che i tifosi possano conoscerlo poco o per nulla perché “è assolutamente normale, se la mia carriera si fosse svolta in Europa e non in Sudamerica sicuramente la gente del Barça mi conoscerebbe molto di più”.

IL RAPPORTO CON MESSI – Riguardo ad una presunta raccomandazione fatta dal concittadino Lionel Messi (ricordiamo che entrambi sono nativi di Rosario), il nuovo tecnico “culè” ha affermato di non aver assolutamente parlato col giocatore e che la decisione di allenare il club spagnolo campione in carica è stata presa in assoluta autonomia con i dirigenti della squadra catalana, e che è solamente felice di trovare un campione come Messi, col quale spera si instauri un rapporto duraturo e felice. Riguardo alla posizione in campo del triplice pallone d’oro, l’ex commissario tecnico del Paraguay intende mantenerlo centravanti, continuando così ad utilizzarlo come terminale offensivo del proprio gioco.

… E IL RESTO DELLA SQUADRA – Ha poi promesso che prima di qualsiasi altra cosa parlerà con tutti i giocatori della rosa, cercando di conoscerli uno per uno in modo da organizzare il lavoro futuro, valutando eventuali cessioni o problematiche riguardo alcuni giocatori. Ha confermato di portare con se 2 collaboratori e nei prossimi giorni parlerà con Roura, attuale allenatore in seconda dei blau-grana, per decidere la definita composizione dello staff tecnico, concetto ribadito anche dal sempre categorico Zubizarreta. Alle varie domande riguardo l’importanza della rivalità con il Real Madrid, “el Tata” dice di comprendere l’enorme importanza dietro a questo match, anche perché egli stesso è abituato alle enormi rivalità che esistono nel calcio sudamericano, ma sicuramente queste gare “non dovreanno essere considerate più importanti della conquista di un trofeo“. Riguardo alle domande di mercato, Martino ha affermato che vuol contare ancora su Cesc Fabregas, rispondendo che “se il Manchester United ha fatto due offerte, può fare anche una terza, ma la risposta sarà sempre no“.

VITTORIE E BEL CALCIO – Più volte l’allenatore di Rosario ha ribadito l’obbligo di conquistare più trofei possibili, poiché per un club di tale blasone un anno senza coppe da esporre in bacheca sarebbe “un disastro completo“. Per vincere, quindi, il tecnico si è detto deciso a tirar fuori il meglio dalla propria rosa, facendo in modo che il Barça torni ad essere la macchina perfetta “dei tempi migliori”, riferendosi probabilmente al Barcellona piglia tutto del 2009.

La giornata impegnativa del Tata non finisce certo qui. In serata il tecnico andrà a conoscere l’intera rosa e lo staff tecnico della squadra catalana, entrando subito in profondo contatto con l’ambiente blaugrana e da domani dirigerà il primo allenamento.

Che dire…in bocca al lupo Tata!

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *