Andrea Sartorio
No Comments

Formula 1, GP Ungheria: numeri e storia. Tutto quello da sapere

Michael Schumacher è il re indiscusso con sette pole e quattro vittorie. Pista storicamente fortunata anche per Hamilton e le McLaren.

Formula 1, GP Ungheria: numeri e storia. Tutto quello da sapere
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Domenica alle 14:00 scatta l’edizione numero 28 del Gran Premio di Ungheria, decimo appuntamento del mondiale di Formula 1 del 2013. Vettel guarda ancora tutti dall’alto, forte della bella vittoria in Germania e dei suoi trentaquattro punti di vantaggio su Alonso e dei quarantuno su Raikkonen. Al tre volte campione del mondo manca ancora il sigillo di una vittoria all’Hungaroring, dove vanta però due pole consecutive nel 2010 e nel 2011.

Lewis Hamilton, vincitore dell'ultimo GP d'Ungheria.

Lewis Hamilton, vincitore dell’ultimo GP d’Ungheria.

Il circuito alla periferia di Budapest è invece una delle piste favorite da Hamilton, che dopo il quinto posto del Nurburgring, tenterà di migliorare gli ottimi risultati finora ottenuti in Ungheria. Il pilota della Mercedes è partito infatti tre volte davanti a tutti con la McLaren nel 2007, nel 2008 e nel 2012 e ha vinto altrettante volte nel 2007, nel 2009 e l’anno scorso davanti a Raikkonen e Grosjean. Buoni ricordi anche per Alonso, che qui nel 2003 parte in pole e vince per la prima volta in F1 con la Renault. Con la scuderia francese vanta poi anche un’altra pole nel 2009. Anche per Button l’Ungaroring porta bene; nel 2006 vince con la Honda la sua prima gara in F1 e nel 2011 bissa il suo successo in McLaren. Tra i piloti partecipanti al mondiale di quest’anno, da ricordare anche la vittoria nel 2005 e la pole nel 2006 di Raikkonen quando era in McLaren e la vittoria di Webber nel 2010. Terribile è invece il ricordo per Massa, che nelle prove del 2009 fu colpito da una molla della Brawn di Barrichello.

DOMINIO SCHUMACHER NELLE POLE – Il sette volte campione del mondo è il dominatore incontrastato delle pole in Ungheria: (1994, 1996, 1997, 2000, 2001, 2004, 2005), la prima conquistata con la Benetton e le successive con la Ferrari. Dietro a Schumacher seguono le tre pole già ricordate di Hamilton e le altrettante di Senna (1986, 1988 e 1991). Nell’unico Gp dell’est Europa, che debuttò nel mondiale nel 1986, la scuderia che vanta più pole è la McLaren (8), la prima con Senna nel 1988 e l’ultima con Hamilton l’anno scorso. Seguono la Ferrari (7) e la Williams (6). Nella storia dell’Hungaroring ci sono state tre pole consecutive della scuderia di Maranello dal 2000 al 2002 e della McLaren dal 2006 al 2008.

SCHUMACHER E MCLAREN, I PROTAGONISTI DELLA GARA – E’ di nuovo Schumacher a detenere il record di vittorie in terra magiara. Sono i primi posti dell’ex pilota tedesco: nel 1994 con la Benetton e nel 1998, 2001 e 2004 con la scuderia del cavallino rampante. Tre son invece i successi già menzionati di Hamilton e altrettanti quelli di Senna (1988, 1991, 1992). Per quanto riguarda le scuderie, anche in gara la McLaren la fa da padrone con 11 trionfi, di cui cinque negli ultimi sei anni. Sono poi tre le vittorie di fila della scuderia britannica tra il 2007 e il 2009, così come quelle della Williams (sette complessivamente) tra il 1995 e il 1997. Solo una vittoria per la Red Bull con Webber nel 2010 e Ferrari a secco di vittorie dal 2004 con Schumacher.

Andrea Sartorio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *