Calogero Destro
No Comments

Napoli, in arrivo Jackson Martinez: è la scelta giusta?

Trovato l’accordo col giocatore, ora c’è da vincere la resistenza del Porto. Ma meglio lui o una punta che già conosce la Serie A?

Napoli, in arrivo Jackson Martinez: è la scelta giusta?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Jackson Martinez, ultima tenatazione di De Laurentiis

Dopo aver ufficializzato l’acquisto di Gonzalo Higuain dal Real Madrid, il Napoli sembra non volersi più fermare. De Laurentiis, infatti, vuole regalare al suo tecnico una rosa ancor più ampia e competitiva, ed è piombato prepotentemente su Jackson Martinez, attaccante colombiano del Porto classe ’86.

L’offerta della società campana è di 25 milioni di euro più bonus, non abbastanza a quanto sembra, poiché il Porto avrebbe già rifiutato, in virtù anche di una clausola rescissoria che non permetterebbe a Martinez di liberarsi per meno di 40 milioni.
Una cifra esorbitante, ma che non ha fatto tremare i partenopei.

Molto più semplice sembra essere il discorso col giocatore, con cui sarebbe già stato trovato l’accordo per un quadriennale da 2 milioni netti a stagione, più del triplo di quello che percepisce in Portogallo.

La scelta giusta?- Il presidente del Porto, Pinto da Costa, però è un osso duro e le sue dichiarazioni ai media colombiani, secondo cui l’attaccante rinnoverà il proprio contratto, hanno gelato il Ds Bigon, che però sa bene che questa è solo una strategia in attesa dell’offerta giusta.
E la scelta? Sarà quella giusta? Jackson Martinez ha segnato 114 gol in tre diversi campionati: colombiano, messicano e portoghese, ma nessuno di questi, con tutto il rispetto, è un campionato all’altezza della serie A.
Se dunque il valore del giocatore non è in discussione, c’è da considerare quale potrebbe essere il suo impatto con l’Italia, sia dal punto di vista calcistico che, naturalmente, ambientale. Un giocatore in grado di far impazzire il San Paolo, è vero, ma che lo stesso San Paolo potrebbe ingoiare in un sol boccone.

Le alternative – Allora ci si potrebbe chiedere: ma non sarebbe meglio un giocatore già ambientato nel nostro campionato e il cui costo del cartellino non sia così caro?
In Serie A le occasioni di certo non mancano, Osvaldo e Matri su tutti.
Per il romanista si potrebbe chiudere a 15 milioni, mentre per l’attaccante bianconero si è parlato in questi giorni di un possibile scambio con Zuniga. Inoltre si andrebbero a risparmiare dei soldi  reinvestibili in altri fondamentali colpi di mercato ( Verratti, Astori?). Vale dunque la pena di investire 35-40 milioni per comprare un ottimo giocatore, un potenziale campione, certo, ma con ancora tutto da dimostrare in Italia, o converrebbe, invece, usufruire della stessa somma per comprare due calciatori, magari già ambientati nel Bel Paese e pronti a far bene già da subito?

Calogero Destro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *