Antonio Foccillo
No Comments

Higuain è atterrato in Italia, Fiumicino invasa dai tifosi

L'argentino sosterrà le visite mediche a Villa Stuart, poi volerà a Verona da dove raggiungerà il ritiro di Dimaro . Presentazione prevista per Lunedi, prima dell'amichevole contro il Galatasaray . E Maradona fa gli auguri a lui e al Napoli.

Higuain è atterrato in Italia, Fiumicino invasa dai tifosi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Higuain e Tevez con la maglia della nazionale argentina

Higuain e Tevez con la maglia della nazionale argentina

Bagno di folla a Fiumicino per l’arrivo del nuovo bomber del Napoli, Gonzalo Higuain. Il giocatore argentino sosterrà le visite mediche a Villa Stuart e in serata raggiungerà i suoi nuovi compagni a Dimaro.

ENTUSIASMO ALLE STELLE – Solite scene di giubilo all’aeroporto romano a cui siamo ormai abituati, ma che lasciano i giocatori increduli, con espressioni che vanno dal divertito allo stupore. Nonostante l’avventura del Pipita sia appena iniziata, l’entusiasmo dei tifosi napoletani è già alle stelle. Serviva un giocatore che facesse dimenticare loro Edinson Cavani, idolo indiscusso al San Paolo come non se ne vedevano dai tempi di Maradona.  E il presidente De Laurentiis non ci ha pensato su più di tanto. I soldi ci sono, la voglia di sognare anche, perchè attendere oltre ? La pista Damiao, che non risulta ancora tramontata, ai più è sembrata solo un diversivo per distogliere l’attenzione di tutti dal reale obbiettivo di mercato. Difficile credere che pochi milioni di euro potessero impedire un accordo con l’Internacional.

DeLa è stato furbo: ha atteso il momento propizio, cioè la rinuncia dell’Arsenal, contro il quale sapeva di non poter competere per un accordo già trovato tra l’attaccante e Arsene Wenger.  Perchè che si voglia o no Higuain è un top player, uno di quegli attaccanti che cambiano il volto di una squadra. I 107 goal in 191 presenze parlano per lui. Anche Ancelotti se lo sarebbe tenuto stretto, conscio delle capacità del giocatore, così come Mourinho e la stessa Juventus lo avrebbero voluto alle proprie dipendenze.

MARADONA: ” DA SEMPRE UN MIO PUPILLO, SONO FELICE PER LUI E IL NAPOLI” – Gli attestati di gioia e stima arrivano a ondate, ma su tutti, quello che più farà piacere all’asso argentino, è sicuramente l’augurio di Maradona a Radio CRC : ” Adesso la mia previsione mi conferma il pronostico ancor di più e avendo avuto la notizia che il pipita e il nuovo attaccante del Napoli la mia gioia è doppia perché sempre più azzurra , in primis sono contento x il giocatore che è sempre stato un mio degno pupillo e poi sono sicuro che potrà dare delle grandi soddisfazioni ai miei concittadini e tifosi Napoletani che meritano il rispetto dell’Italia intera e dell’Europa calcistica perché sono l’esempio dello sport e dei valori sani , e poi un vero argentino non può mai giocare a Torino “. I tifosi del Napoli non si sono certo fatti scappare le parole del Pibe de Oro e a Dimaro, dove il giocatore arriverà intorno alle 22, è già comparso uno striscione:  ” Un vero argentino, non gioca a Torino !! Benvenuto Pipita ” .

Perchè a tutto ciò, va aggiunto l’elemento che forse esalta maggiormente i tifosi azzurri: l’aver preso in meno di una settimana, il giocatore trattato a lungo dagli odiati rivali della Juventus, con i quali Higuain aveva trovato un accordo. A far saltare tutto, l’arrivo in bianconero del suo connazionale Tevez , con il quale i media hanno già creato la sfida- scudetto.  Quasi come negli anni ’80, quando a sfidarsi per il tricolore erano Platini e Maradona. Quasi però , perchè quelli erano altri tempi, altre squadre, altri giocatori. Immensi e inarrivabili.

Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *