Vincenzo Galdieri
2 Comments

La Juventus piomba su Sanchez: emissari a Barcellona, accordo vicino

Esclusiva della nostra redazione: la società bianconera ha inviato emissari in Catalogna per chiudere. Vicino l'accordo col giocatore, poi si tratterà coi blaugrana

La Juventus piomba su Sanchez: emissari a Barcellona, accordo vicino
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Alexis Sanchez con la maglia del Barcellona

Alexis Sanchez con la maglia del Barcellona

 Antonio Conte ha scelto Alexis Sanchez. E’ questa la clamorosa indiscrezione giuntaci in redazione ieri notte, arrivataci dalle stesse fonti che ci hanno permesso di anticipare la concorrenza annunciando con qualche giorno d’anticipo la conclusione dell’affare Tevez. C’è di più: i bianconeri hanno inviato ad inizio settimana degli emissariBarcellona per trattare con calciatore e società. L’accordo col ragazzo, che è entusiasta della destinazione, è sempre più vicino: si tratta sulla base di 5,5 milioni, con la Juve che includerebbe i bonus nell’offerta, mentre l’entourage del Nino Maravilla spinge per far si che i bonus stessi siano a parte. Bazzecole, poichè tutte le parti in causa vogliono arrivare al sì che potrebbe esserci già in giornata. Subito dopo comincerà la trattativa col Barcellona, che pare si stia ammorbidendo sulla possibilità di cedere Sanchez in prestito con diritto di riscatto. La richiesta base dei blaugrana è di 30 milioni di euro, ma da Corso Galileo Ferraris sono convinti di riuscire a farla scendere in maniera corposa. 

SANCHEZ, IL TERZO TOP PLAYER – Presi Llorente e Tevez, rimane da aggiungere l’ultimo tassello di qualità per consegnare all’allenatore una rosa da Champions League. Tassello che era stato inizialmente individuato in Jovetic, ma il tira e molla con la Fiorentina ha portato il giocatore a Manchester. Adesso però il montenegrino fa parte del passato. La Vecchia Signora si è già messa in moto, lavora sottotraccia per dare a Conte ciò che vuole. E ciò che vuole è avere a disposizione Alexis Sanchez. Il vero sogno dell’allenatore leccese si chiamava Iker Muniain, ma il Bilbao chiede 45 milioni e non ha la benchè minima intenzione di fare sconti. Sanchez è in cima alla lista a fianco del trequartista spagnolo, ed è un obiettivo decisamente più accessibile.

ROSA AL COMPLETO PER LA SUPERCOPPA – L’idea è quella di consegnare a Conte tutti gli effettivi per la Supercoppa Italiana. Ecco spiegata la svolta Sanchez, con la Juve che ha deciso di andare a trattare direttamente a Barcellona per velocizzare l’operazione. Detto che l’accordo col giocatore è vicino, la proposta ai catalani dovrebbe essere questa: prestito con diritto di riscatto, col cileno che diventerebbe bianconero a tutti gli effetti dall’anno prossimo. I campioni d’Italia sono disposti anche a rilevare il cartellino di Sanchez subito, ma per una cifra non superiore a 20 milioni. Si tratterà per un po’ di giorni, ma una cosa è certa: Sanchez ha superato Nani nell’indice di gradimento. La Juve è disposta a fare un investimento più corposo – il portoghese costerebbe ‘soltanto’ 12,5 milioni al massimo – su richiesta diretta del proprio manager. E il Barcellona non farà muro più di tanto, perchè dopo l’acquisto faraonico di Neymar vuole rientrare almeno in parte dall’esborso economico effettuato per la stella brasiliana. Insomma, Sanchez e la Juventus sono molto più vicini di quanto sembri. Dopo Tevez e Llorente, Madama è pronta a regalarsi la terza Maravilla. 

Vincenzo Galdieri

Twitter: @Vince_Galdieri 

Share Button

2 Responses to La Juventus piomba su Sanchez: emissari a Barcellona, accordo vicino

  1. Ivan 24 luglio 2013 at 16:55

    Alla fiera del buon mercatino ogni giorno ci si affanna per sparare la bufala migliore….salvo poi ritrattare i giorni successivi con la solita frase “la Juve non puo’ sostenere il costo”.
    E cosi’ l’uomo, la cartastraccia e i cantastorie campano…

    Rispondi
  2. Davide 25 luglio 2013 at 23:35

    Assurdità, considerando anche che Sanchez è extracomunitario e non abbiamo uno slot libero al momento.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *