Luca Porfido
No Comments

Scontro tra titani: Balotelli contro Tevez

Mario Balotelli e Carlos Tevez, due artisti incompresi del pallone a confronto

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

TevezCol campionato ancora lontano dal fischio di inizio i confronti tra le squadre vengono fatti al tavolo del bar, o magari con scambi di battute su giornali e social network. Come ogni anno, quando l’attenzione nei mesi estivi è posta in riva al mare e non sui campi di calcio, gli italiani, neanche a dirlo, non perdono comunque tempo per parlare del loro sport preferito. E se non si possono commentare i risultati, beh almeno si commenta il calciomercato.

Ultimo tormentone, in vista del trofeo Tim , vede opporsi Balotelli e Tevez, che però questa volta potranno rispondere “praticamente” nella sfida che vedrà i rossoneri contro bianconeri allo stadio Mapei di Reggio Emilia.

Vecchie amicizie – Confronto che sembra non esistere invece tra i due ex Manchester City, che invece si scambiano parole di stima via interviste.
Il primo a rispondere a questa sfida è Massimiliano Allegri, che in un’intervista ha dichiarato:Fra Tevez e Balotelli, in questo momento, tengo Mario. Sono due grandi calciatori, di livello internazionale. Il primo, però, ha 29 anni; mentre il secondo ne ha sei in meno. È vero che Tevez poteva arrivare in rossonero due anni fa; ma il calcio è fatto anche di periodi. L’ occasione è sfumata e noi siamo felici di avere ingaggiato Balotelli“.

L’argentino invece, accostato al Milan sia l’anno scorso durante il mercato di gennaio, quando il passaggio sfumò a causa dei ripensamenti presidenziali su Pato, sia durante questa sessione estiva del calciomercato, risponde così ai giornalisti: “E’ vero, Balotelli mi ha chiamato. E’ un mio amico, sa che gli voglio bene, e mi ha chiesto di andare al Milan. Ma gli ho spiegato che il Milan non mi ha mai chiamato”.
Inutili, secondo l’Apache, le rassicurazioni di SuperMario: “Guarda, sicuramente staranno parlando…”. Insomma un Tevez non molto contento di come la società di Via Turati ha gestitola situazione.

Mario BalotelliPoi Carlos tesse le lodi del suo ex compagno di reparto ai Citizens: “Mario è una persona davvero buona, gentile. Magari vede una telecamera e si mette a fare il personaggio, ma fuori è un buon ragazzo”

Segnali di stima reciproci, quindi, quelli dei 2 ex compagni di Manchester, sponda City.
Entrambi descritti dalla stampa come 2 “teste calde”, che invece sembrano stimarsi l’un l’altro, forse proprio per la somiglianza caratteriale.

Il confronto in cifre – Per Mario Balotelli parlano i gol in campionato quest’anno, quando, arrivato a gennaio, ha segnato ben 13 reti, con una media di 11 gol nelle prime 11 partite. Mai cosi bene il talento del Milan, che in serie A, sponda Inter, non ha mai raggiunto la doppia cifra.

Cosa dire invece di Carlitos Tevez? Anche in questo caso basta far parlare i numeri: durante la prima stagione al City ha segnato 29 reti, per poi ripetersi l’anno dopo con 24 gol. Dopo un anno passato a vivere da separato in casa col tecnico Mancini, nell’ultima stagione ricuce i rapporti con il tecnico italiano, e conclude a stagione con 17 reti.

Di sicuro 2 top player che, soldi permettendo, avrebbero potuto giocare nella stessa squadra e ritrovarsi negli spogliatoi di Milanello.
Purtroppo il destino, e soprattutto le casse di B., non hanno voluto così. E’ vero che Balotelli è un classe ’90 e ormai Tevez non è più un ragazzino, ma per quest’anno le difese delle italiane devono prepararsi a raccogliere il pallone nella rete molte volte quando si troveranno di fronte questi due artisti incompresi del pallone.

Come finirà la sfida non è dato saperlo, il campionato non è ancora iniziato, di sicuro proseguirà anche in Brasile durante il mondiale 2014. Per il resto già da stasera potremo sederci di fronte al televisore e goderci i numeri di entrambi.

Luca Porfido

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *