Andrea Croce
No Comments

Barcellona, chi verrà dopo Vilanova?

In pole ci sono Luis Enrique e Frank Rijkaard, ma la sorpresa potrebbe arrivare dall'Argentina

Barcellona, chi verrà dopo Vilanova?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Sandro Rossell, Presidente del Barcellona

Sandro Rossell, Presidente del Barcellona

BARCELLONA 20 LUGLIO – La conferenza stampa di Rossell è stato come un fulmine a ciel sereno. Il Barcellona aveva già vissuto un’esperienza simile con Eric Abidal: la malattia, il recupero, un titolo da festeggiare e poi la ricaduta. Vilanova da ieri non è più il tecnico del Barcellona, perché ha una sfida più importante da vincere.

CAMBIO IN CORSA – L’annuncio del nuovo tecnico verrà dato all’inizio della prossima settimana, forse già lunedì, come specificato in conferenza stampa dallo stesso presidente Rossell. La dirigenza del Barcellona sembra avere le idee chiare al riguardo, e vuole che il cambio venga ufficializzato in tempi strettissimi. Come un ciclista che aspetta la sua ammiraglia per cambiare una ruota, quasi senza scendere dalla bicicletta, così il Barcellona vuole che il timone passi di mano senza perdere la rotta neanche per un momento.

UNA ROSA PIENA DI SPINE – A sentire le indiscrezioni della stampa spagnola la lista di nomi è veramente lunga, talmente lunga che non si comprende come si possa maturare una decisione in poco meno di 72 ore. Tra i disoccupati di successo spuntano i nomi di Marcelo Bielsa, Jupp Heynckes, Oscar Garcìa e Frank Rijkaard. Tra chi è sotto contratto invece spiccano Villas Boas, Michael Laudrup, gli olandesi De Boer e Koeman, oltre ai favoriti Gerardo Martino e Luis Enrique. Martino gode della stima della colonia argentina ed in particolare dell’entourage di Messi, mentre l’ex-tecnico della Roma può vantare un rapporto profondo con la dirigenza e l’ambiente blaugrana.

ESPERIENZA O SCOMMESSA? – Se non si vuole rischiare, almeno sulla carta, le candidature più autorevoli sono quelle di Heynckes, a completare l’incrocio molto suggestivo con Guardiola, e di Marcelo Bielsa. Il “loco” è certamente apprezzato per il modo in cui manda in campo le sue squadre, ma qualche dubbio rimane perché in Europa non ha raggiunto grandissimi traguardi. Tra i due potrebbe inserirsi Rijkaard, che conosce bene l’ambiente ed ha già portato i blaugrana sul tetto d’Europa. Rappresentano invece delle scommesse sia Gerardo Martino che Luis Enrique. L’argentino è salito alla ribalta negli ultimi anni portando il Paraguay alla finale di Coppa America nel 2011 e vincendo con il Newell’s Old Boys il campionato di quest’anno. L’asturiano dopo la non esaltante esperienza romana, è attualmente allenatore del Celta, ma potrebbe liberarsi se il Barça pagasse la clausola.

DECISIONE GIA’ PRESA – La sensazione è che Rossell e Zubizarreta abbiano già scelto il successore di Vilanova prima della conferenza stampa e proprio per questa ragione si siano sbilanciati sulla data dell’annuncio. Secondo TV3, emittente catalana, il Barcellona avrebbe già pagato la clausola di 3 milioni al Celta per liberare Luis Enrique, che non ha mai negato di sognare la panchina del Barcellona, dopo l’esperienza con il Barça B.

E’ difficile fare previsioni, ma tutto lascia pensare che la corsa sia tra Luis Enrique e Frank Rijkaard. Poche le possibilità di un outsider che non conosca a sufficienza l’ambiente blaugrana. Anche dopo l’addio di Guardiola, e con molto più tempo a disposizione, era stata scelta la linea della continuità. Ora più che mai non c’è tempo per rischiare, ma in un ipotetico fanta-allenatore, Roberto Mancini non starebbe così male su quella panchina. Anche solo per assistere ad un clasico dalle forti tinte italiane.

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *