Redazione

Raw Super Show: Big Show è fuori dalla WWE, Laurinaitis licenziato se non batte Cena

Raw Super Show: Big Show è fuori dalla WWE, Laurinaitis licenziato se non batte Cena
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

PITTSBURGH PA, 15 MAGGIO – Lo show rosso stravolge gli equilibri, sconvolgendo e stupendo ancora una volta i propri spettatori. Colpi di scena incredibili ed imperdibili, scontri al vertice, pesanti verdetti si profilano sia sulla carriera che all’imminente Over the Limit.

TRIPLE H & LAURINAITIS – Il COO cammina fiero per il backstage antistante l’arena. Laurinaitis si scusa falsamente per quanto accaduto a Triple H due edizioni fa a Raw. Il COO una volta nel ring, replica alle accuse di Lesnar mostrando la codardia che caratterizza da sempre l’ex lottatore WWE poi UFC. Paul Heyman, da anni manager di Lesnar, si fa avanti con Triple H e senza mezzi termini si palesa portavoce del lottatore e della sua concreta volontà di intentare causa legale alla federazione. Volano parole accusatorie da parte del manager, dal gesto stesso di Triple H di far piazza pulita del fantomatico accordo tra Laurinaitis e Lesnar all’infortunio che comunque consentirà a Triple H di firmare assegni per il suo assistito. Il COO all’ennesima provocazione quasi perde il controllo, rintanando Heyman in prossimità delle corde con una sola mano. Il manager attanagliato dal terrore supplica Triple H. “Lesnar avrà quello che si merità” queste le parole testuali del direttore operativo, che mentre sta congedandosi, riceve un forte ulteriore sconvolgimento. Heyman intenterà causa ai danni di Triple H per percosse. La contesa assume tinte giuridiche.

PUNK & MARELLA Vs RHODES & BRYAN – Scelta probabilmente strategica quella di Punk, che decide di affiancarsi ad un altro campione, il nostro connazionale Marella. Rhodes si accanisce sull’anello debole del team. L’ex brutto anatroccolo fa squadra con Bryan. Poca tecnica per Santino, che incassa le numerose percosse degli avversari. L’ex campione dei pesi massimi con una mossa illegale cerca di far cedere l’italiano. Lavoro certosino per l’inedito tag team, che sfrutta alla perfezione le “pause” cercate. Punk dona nuova linfa ed il suo ingresso risulta determinante. L’ex campione dei pesi massimi taglia la corda e l’ormai solo Rhodes per evitare il cobra finisce nella fatale GTS del campione WWE.

PHOENIX Vs FOX – L’ex campionessa delle dive rientra dall’infortunio alla caviglia, che le pregiudicò la difesa del titolo con Nikki Bella. Ad Over the Limit la Phoenix sfiderà Layla per il titolo. Il match con la volpe rossa è dunque un banco di prova. I titoli di coda scorrono rapidi per la Fox, che viene schiantata al suolo prima da una poderosa Gorilla Press Slam ed una Glam Slam. Layla assiste preoccupata, la Phoenix non soddisfatta cerca di inveire sulla Fox, che viene salvata dalla campionessa.

SHOW Vs KANE – Laurinaitis assiste al match. Il gigante buono deve scusarsi per continuare a lavorare in WWE. Show è costretto a sottostare, nelle altre federazioni dovrebbe ricominciare ad ingaggi ridotti, ed inoltre la mole e la stessa età costituiscono un ostacolo non indifferente. Show è visibilmente altrove, impreciso nell’esecuzione. Il match per una fase si svolge anche al di fuori, il gigante tenta di sfiancare il messaggero del male. Il vice presidente lo distrae con la pretesa delle scuse, Show non può sottrarsi alla Chockeslam. Laurinaitis rincara la dose intenzionato a ricevere scuse pubbliche convincenti o verrà licenziato. Il general manager ci va giù pesante, vuole che Show si prostri ai suoi piedi supplichevole. L’incertezza del gigante gli tira un brutto scherzo, Laurinaitis finge di prendere tempo, e Show costretto alla resa cade in ginocchio, ma non basta viene licenziato con tanto di sorriso beffardo. Cala il sipario sulla carriera del gigante buono.

PUNK & AJ – Nel backstage la piccola AJ cerca un approccio con Punk, che apprezza l’augurio di “buona fortuna”, ma la tiene prudentemente alla larga. La divas farebbe qualsiasi cosa per Bryan.

ORTON Vs JERICHO – Lo smeraldo d’irlandese si unisce al tavolo dei commentatori. La vipera sembra in forma, poche mosse bastano a liberare il quadrato da Y2J. Jericho sfrutta l’arbitro ed acceca Orton. Il canadese tenta il Lion Salt che viene abilmente deviato dall’avversario. Jericho rovescia la Silver Spoon DDT preparatoria all’RKO e scaraventa Orton su Sheamus. La vipera riesce nel secondo tentativo di Silver Spoon DDT, ma Sheamus gli sottrae il canadese dalle mani lo aggredisce. Orton perde per squalifica. Scintille fra Orton e Sheamus a fine match, che costringono l’intervento di un nutrito gruppo di arbitri. Eve tramite Twitter sancisce un match a SmackDown fra l’irlandese e la vipera.

LAURINAITIS & CENA – Il vice presidente dipinge maldestramente il leader della Cenation. Lui è un vincente, meglio di Rock e Lesnar assieme. Cena irrompe sul ring, ed i suoi toni sono tutt’altro che amichevoli. Critiche velenose più che giustificate ai suoi danni per aver licenziato Show. Cena mette a nudo le malevoli trame di Laurinaitis, dal maldestro tentativo di far perdere a Punk la cintura ai vari pestaggi ai suoi danni consentiti nel ring e non. La sottile e palese trama canzonatoria di Cena non si ferma… il suo “potere al popolo” altri non è che dittatura che fornisce privilegi solo al general manager. Eve rovina l’arringa di Laurinaitis e gli consegna una lettera da parte del consiglio amministrativo. Cena gliela sottrae e la legge, sono divulgate le modalità di svolgimento del match ad Over the Limit: si tratterà di un uno contro uno, nessuno fuori dal ring, nessun arbitro speciale, si può conseguire la vittoria per schienamento e sottomissione, ogni atleta della WWE che interverrà sarà licenziato. Il vice presidente risponde agli affronti con uno schiaffo.

Ivana Asciolla

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *